Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

E se Harley-Davidson entrasse nel segmento delle adventure medie?

Redazione
dalla Redazione il 21/04/2022 in Attualità
E se Harley-Davidson entrasse nel segmento delle adventure medie?
Chiudi

Motore del nuovo Nightster e ciclistica presa a prestito dalla Pan America: la Casa americana ha sottomano tutti gli ingredienti per realizzare una moto che darebbe filo da torcere a molti

Il segmento delle moto crossover è sempre più dinamico, e le Case lo stanno affollando con un'offerta ogni anno più articolata. All'interno dello stesso segmento, infatti, troviamo alcuni campioni di vendite. Se la Benelli TRK 502 X è la regina delle entry level, la BMW R 1250 GS resta la più venduta tra le maxi. Ma se scendiamo di cubatura, 100 cc sotto c'è la Honda Africa Twin (altra best seller assoluta). Ma è tra i 700 e i 1000 cc che si combatte la battaglia più interessante e promettente per i costruttori. Se cala la voglia di maxi cubature, emerge quella per le cilindrate medie, più duttili nell'uso e senza una cavalleria eccessiva.

Qui, all'interno dei sottosegmenti che il mercato genera, abbiamo molte moto interessanti, dalla Yamaha Ténéré 700 alla BMW F 850 GS Adventure, passando per KTM 890 Adventure e l'attesissima Ducati DesertX. Ma di spazio ce n'è moltissimo. Anche per una Harley-Davidson.  

 

E se Harley-Davidson entrasse nel segmento delle adventure medie?
Chiudi

NIGHTSTER PIU' PAN AMERICA?

Infatti la Casa di Milwaukee, reduce da un debutto con buoni risultati (in termini di vendite e soprattutto di fatturato) ottenuti con la Pan America, prima crossover della sua secolare storia, ha tutte le carte in regola per declinare la sua riuscita on-off in una versione più contenuta e compatta, soprattutto in termini di cilindrata. La chiave di volta sarà l'utilizzo del motore bicilindrico visto sulla nuova Nighstster, che abbiamo testato qualche giorno fa (qui la prova). Harley-Davidson ha tutte le carte per riuscire nell'operazione: si tratterà di unire alla bontà della ciclistica da crossover della Pan Ameica le caratteristiche sfoggiate dal nuovo bicilindrico da 975 cc, e il gioco è fatto. In questo modo si permetterebbe alla gamma Pan America di allargarsi verso il basso e conquistare nuove fasce di clientela.

Al momento le nostre sono solo supposizioni, ma pensiamo di non essere andati così lontani dalla realtà dei fatti.  

 

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • SimplyLuca1970
    Stiamo scherzando o parliamo seriamente? Giusto per curiosità ho voluto provare una Harley-Davidson PAN AMERICA per avere un termine di paragone prima di comprare la moto che ora posseggo. Direi che già definire la PAN AMERICA una "moto" sia fare un grosso complimento all'Harley-Davidson, ma tolto il gusto personale sull'aspetto vi sono oggettivamente degli aspetti (Freni, Cambio, Aerodinamica, Protezione dall'aria) che sono indiscutibilmente inaccettabili. Harley-Davidson ha una fetta di mercato particolare e sono amico di molti ragazzi possessori di moto della suddetta marca. Persino loro aborriscono il modello sopra citato ed i motociclisti affezionati ai marchi Europei o del Sol Levante non la prendono nemmeno in considerazione. D'altronde quante ne avete viste circolare per strada? Eppure la cifra è invitante per una moto con tutti quegli accessori (considerando il modello special)!!! Si preferisce spendere anche molto di più ma avere fra le mani un manubrio di un mezzo degno di essere chiamato moto. Quindi ritornando alla domanda iniziale, davvero si può pensare di immettere sul mercato una crossover partendo da un modello che è un flop? Credo che la risposta sia scontata.

Correlate

Annunci usato