Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant

Marco Gentili
di Marco Gentili il 17/12/2021 in Attualità
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Chiudi

A tu per tu con Filippo Bassoli, direttore marketing di MV Agusta. Che ci racconta il debutto della Casa varesina nel mondo delle adventure, i modelli in arrivo e i loro prossimi sviluppi

Ci sono dei numeri che non mentono. Durante i giorni di EICMA 2021 (qui le tendenze più importanti!), una delle due moto più viste in assoluto dai nostri utenti è stata (anzi, sono state, visto che sono in due) la Lucky Explorer Project. Dietro questo nome si nasconde quella che in molti vedono come la moto che anticipa il ritorno della Cagiva Elefant. Di questo e molto altro abbiamo parlato con Filippo Bassoli, direttore marketing di MV Agusta.

Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Chiudi

Bassoli, MV Agusta debutta nel mondo delle crossover vere con questo Lucky Explorer Project. Da dove arriva la scelta del marchio?

"Lucky Explorer era di proprietà di MV Agusta, risale ai tempi in cui Cagiva partecipava alle competizioni di endurance fuoristrada. E' qualcosa che fa parte della nostra storia".

 

Visto che MV Agusta controlla ancora il marchio Cagiva, tanto valeva battezzarla subito Cagiva Elefant, no?

"Saranno i nostri clienti e appassionati a deciderlo. Vede, col Lucky Explorer Project abbiamo deciso di affrontare un nuovo segmento con un prodotto premium ed emozionante. Ma non volevamo puntare sull'effetto revival. La strategia prevede che, nell'anno che separa la presentazione delle moto dal loro arrivo nelle concessionarie, saranno i futuri utenti a decidere come saranno fatte. Attraverso l'interazione dei social e del web verranno decise livree, allestimenti e anche il nome finale delle moto. Che potrebbe essere Cagiva, o anche Lucky Explorer, chissà".

 

Qual è stata la risposta del pubblico?

"Non voglio nascondermi dietro a un dito, sapevamo che le moto erano riuscite bene. Ma non pensavo che la risposta dei dealer sarebbe stata così entusiastica. Sul sito del Lucky Explorer Project fioccano anche gli ordini dei privati, che arrivano a centinaia e si possono fare senza impegno".

Analizziamo un attimo le due moto. Se la 9.5 sembra una vera moto crossover, con l'anteriore da 21 pollici e un motore tre cilindri tutto nuovo, la 5.5 è una Benelli TRK 502 con qualche modifica.

"La 9.5 è una moto che permetterà di divertirsi parecchio in fuoristrada, non c'è dubbio. E poi il motore, pur nascendo dalla base del nostro 3 cilindri, è studiato appositamente per essere fruibile a tutti i regimi. Vogliamo dimostrare che, sopratutto lontano dall'asfalto, non conta avere un motore grande, ma un propulsore equilibrato. Per quanto riguarda la 5.5, è vero, la base di partenza è la stessa da cui nasce l'apprezzatissima TRK 502 di Benelli, ma le sospensioni sono state studiate ad hoc e il motore ha una cubatura differente. Io sono un appassionato di fuoristrada, l'ho guidata e ho trovato una moto divertentissima. Certo, davanti non hai la ruota da 21", ma la moto è stata riprogettata proprio per affrontare percorsi lontani dall'asfalto. E poi le linee sono molto differenti rispetto alla Benelli... possiamo dire che sono due moto nettamente distinte, ciascuna con una propria identità. E sono sicuro che ci darà grosse soddisfazioni in termini di vendite".

Quando arriveranno nelle concessionarie e quanto costeranno?

"La 5.5 sarà in vendita a novembre 2022 a un prezzo oscillante tra i 7 e gli 8 mila euro. Per la 9.5 bisognerà attendere altri sei mesi. In questo caso il prezzo sarà tra i 17 e i 19mila euro".

 

Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant

"TANTI CONCORRENTI, SARA' UNA BELLA LOTTA"

Il progetto prevede il lancio di una piccola famiglia composta da due moto.

"Ma probabilmente saranno di più. Stiamo infatti pensando di affiancare alle 9.5 una versione ancora più fuoristradistica, magari dotata di un serbatoio supplementare. I progetti in questo senso sono moltissimi".

 

Quale sarà il pubblico a cui si rivolgono queste moto?

"Il pubblico è quanto mai vasto. Non conta il livello di preparazione del motociclista, conta l'attitudine. Al giorno d'oggi piacciono le moto che io chiamo 'vado dove voglio'. Il 'dove voglio' può essere una strada bianca o un fuoristrada vero. Con questi modelli diamo a tutti un mezzo per andare dove si vuole".

 

C'è molto affollamento in questo segmento. Oltre a MV Agusta anche Ducati si è affacciata con la Desert X.

"Trovo che siano moto con un posizionamento differente. Per contenuti e tecnologia, ma anche per forza del marchio, la nostra va a scontrarsi di più con la Honda Africa Twin".

 

Per realizzare una moto crossover-adventure, bisogna garantire una grande affidabilità. Negli anni scorsi MV Agusta è stata accusata di non essere un portento, da questo punto di vista.

"Vero, stiamo ancora scontando un pregiudizio verso i nostri prodotti. Ma è di pregiudizio che si tratta. Da quando la gestione dell'azienda è passata a Timur Sardarov, tutti gli sforzi sono andati in questa direzione: creare prodotti premium non solo nel prezzo, ma soprattutto nella qualità. Attualmente la nostra gamma sportiva rappresenta un'eccellebnza assoluta in questo senso. Ma so anche che ci vuole tempo per ricostruire una buona reputazione. Queste moto ci aiuteranno moltissimo, in questo senso".

 

Ha detto che vi attendete moltissimo, in termini di vendite, dalle due moto in arrivo. La domanda è: MV Agusta oggi ha una struttura produttiva all'altezza?

"Stiamo approntando nuove linee di montaggio nel nostro stabilimento di Morazzone (sempre in provincia di Varese, ndr) che potranno aiutare in caso di picchi di produttività. L'azienda sta cambiando pelle anche in questo, si sta modernizzando. Anzi, mi piacerebbe aprirla al pubblico anche nei fine settimana, farla diventare un punto di ritrovo per motociclisti e appassionati del marchio. Vorrei infine creare esperienze attorno allo stabilimento storico di Schiranna, con i nostri clienti che seguono il percorso che porta alla nascita della propria futura moto, osservandolo dal vivo".

 

Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 5.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer 9.5
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant
Lucky Explorer Project: quanto costano e quando arrivano le eredi della Cagiva Elefant

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate

Annunci usato