Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Motogp

Valentino Rossi e l'ARTE di uscire di scena

Marco Gentili
di Marco Gentili il 06/08/2021 in Motogp
Valentino Rossi e l'ARTE di uscire di scena
Chiudi

Per gli atleti i 40 anni sono uno spartiacque. c’è chi, come Roger Federer, non si rassegna al passare del tempo. E chi, come Valentino Rossi, si è fermato. Rendendo un po’più amara l’estate magica dello sport italiano

Al termine di un’estate magica come quella del 2021 (l’Europeo vinto dalla nazionale di calcio, Matteo Bettettini in finale a Wimbledon, il bottino olimpico di Tokyo, il primo di agosto col doppio oro firmato Tamberi e Jacobs nell’atletica) lo sport italiano deve fare i conti con un cambio generazionale. Gli addii di Aldo Montano nella scherma (42 anni e 5 medaglie olimpiche, l’ultima a Tokyo), della “Divina” Federica Pellegrini nel nuoto (a 33 anni) e di Valentino Rossi nel motociclismo, rappresentano un punto di svolta che impiegheremo anni a metabolizzare. Stiamo parlando di autentiche star, personaggi a tutto tondo capaci di rendere il proprio sport popolare al di là dei suoi confini. In anni meno recenti, l’unico a riuscire in un’impresa del genere fu Alberto Tomba con lo sci.

Valentino Rossi e l'ARTE di uscire di scena

Nel 2009 Rossi vince 6 gare, mostrando tutto il suo repertorio che spazia dal fioretto alla sciabola, con la perla del sorpasso a Lorenzo in vista del traguardo a Barcellona. Sulla t-shirt per festeggiare il nono titolo si parla di “gallina vecchia”, ma Vale ha solo 30 anni...

Quando è il momento di dire basta?

Non dev’essere facile dire basta. Non deve esserlo soprattutto se sei un campione di livello assoluto. C’è la paura del domani, di quel momento in cui la tua vita non sarà più solo confinata al campo da gara, alla pista su cui corri, al campo dove giochi. C’è da fare i conti con un mondo in cui non hai più un pubblico che ti applaude o ti fischia, che tifa per te o ti odia, ma solo con una vita da reinventarsi. C’è sempre il dubbio irrisolto di aver mollato troppo presto, di essersi preclusi un ultimo colpo di coda, uno di quei ”gran finale” in cui il vecchio campione esce da vincente. E poi ci sono i rimpianti. Come quello di Valentino per il decimo Mondiale mai arrivato, il motore che lo ha spinto negli ultimi anni della carriera. 

In un’epoca in cui gli atleti possono essere competitivi ben oltre i 40 anni, trovare il momento giusto per smettere diventa sempre più difficile. Per alcuni la scelta di Rossi di mettere un punto alla sua fenomenale carriera agonistica è arrivata con qualche anno di ritardo. Sarà. Ma allora che dire di Roger Federer, reduce da un Wimbledon in cui è uscito ai quarti e da un’Olimpiade che lo doveva vedere protagonista e invece non lo ha visto nemmeno partecipare?

Il vero problema è la testa. Se sei stato un combattente, un competitivo per tutta la vita, non ti arrendi mai. Nemmeno all’evidenza dei risultati che non arrivano. 

Già, dire basta dev’essere proprio difficile, soprattutto se sei stato un atleta che ha segnato un’epoca. Ed è difficile anche per noi accettarlo. Perché in fondo è un segnale del tempo che passa. Invecchiano i miti. E invecchiamo anche noi.

Valentino Rossi dopo 26 anni di Motomondiale e 9 titoli, a fine stagione 2021 concluderà la sua avventura nel Motomondiale e si prepara ad aprire un nuovo capitolo della sua vita ... Ripercorriamo con le immagini la sua carriera

<div class='descrGalleryTitle'>1993 - GLI ESORDI</div><div class='descrGalleryText'><p>Dopo i successi sulle minimoto, Rossi sale sulle moto “vere”. Corre l’italiano 125 SP (Sport Production) e inizia a pensare alle gran premio. Eccolo, a 14 anni, a un test su una Honda 125 GP.</p>
</div>
1993 - GLI ESORDI

Dopo i successi sulle minimoto, Rossi sale sulle moto “vere”. Corre l’italiano 125 SP (Sport Production) e inizia a pensare alle gran premio. Eccolo, a 14 anni, a un test su una Honda 125 GP.

<div class='descrGalleryTitle'>1994 - IL TITOLO 125 SP</div><div class='descrGalleryText'><p>Con la Cagiva Mito 125 gestita da Claudio Lusuardi fa faville: Rossi conquista il titolo della SP, lo stesso anno fa il suo esordio anche nel campionato italiano 125 GP.<br>
</p>
</div>
1994 - IL TITOLO 125 SP

Con la Cagiva Mito 125 gestita da Claudio Lusuardi fa faville: Rossi conquista il titolo della SP, lo stesso anno fa il suo esordio anche nel campionato italiano 125 GP.

<div class='descrGalleryTitle'>1995 - CAMPIONE ITALIANO 125 GP</div><div class='descrGalleryText'><p>Rossi sale in sella a un’Aprilia e conquista il campionato italiano 125 GP. Nello stesso anno partecipa anche nell’Europeo e si classifica terzo.</p>
</div>
1995 - CAMPIONE ITALIANO 125 GP

Rossi sale in sella a un’Aprilia e conquista il campionato italiano 125 GP. Nello stesso anno partecipa anche nell’Europeo e si classifica terzo.

<div class='descrGalleryTitle'>1996 - L’ESORDIO NEL MONDIALE</div><div class='descrGalleryText'><p>Inizia l’avventura nel Motomondiale classe 125. Valentino ottiene la sua prima vittoria iridata: è in Repubblica Ceca, in cui centra anche la pole position.</p>
</div>
1996 - L’ESORDIO NEL MONDIALE

Inizia l’avventura nel Motomondiale classe 125. Valentino ottiene la sua prima vittoria iridata: è in Repubblica Ceca, in cui centra anche la pole position.

<div class='descrGalleryTitle'>1997 - IL PRIMO IRIDE</div><div class='descrGalleryText'><p>Alla seconda stagione nel Motomondiale, Rossi e l’Aprilia RS 125 diventano una coppia invincibile: in 15 gare arrivano ben 11 vittorie. Arriva il primo titolo mondiale.&nbsp;</p>
</div>
1997 - IL PRIMO IRIDE

Alla seconda stagione nel Motomondiale, Rossi e l’Aprilia RS 125 diventano una coppia invincibile: in 15 gare arrivano ben 11 vittorie. Arriva il primo titolo mondiale. 

<div class='descrGalleryTitle'>1997</div><div class='descrGalleryText'><p>Il 1997 è anche l’anno in cui Rossi inaugura la stagione dei festeggiamenti “creativi”</p>
</div>
1997

Il 1997 è anche l’anno in cui Rossi inaugura la stagione dei festeggiamenti “creativi”

<div class='descrGalleryTitle'>1998 - IL PASSAGGIO IN 250</div><div class='descrGalleryText'><p>Al suo primo anno nella classe di mezzo prende subito le misure, cogliendo 5 vittorie. Valentino chiude la stagione al secondo posto, alle spalle di Loris Capirossi.</p>
</div>
1998 - IL PASSAGGIO IN 250

Al suo primo anno nella classe di mezzo prende subito le misure, cogliendo 5 vittorie. Valentino chiude la stagione al secondo posto, alle spalle di Loris Capirossi.

<div class='descrGalleryTitle'>1999 - È CAMPIONE 250</div><div class='descrGalleryText'><p>Una marcia trionfale, questa la sintesi della seconda stagione in 250, dove Rossi sull’Aprilia ottiene 9 vittorie e si laurea campione, regolando le Honda di Ukawa e Capirossi.</p>
</div>
1999 - È CAMPIONE 250

Una marcia trionfale, questa la sintesi della seconda stagione in 250, dove Rossi sull’Aprilia ottiene 9 vittorie e si laurea campione, regolando le Honda di Ukawa e Capirossi.

<div class='descrGalleryTitle'>2000 - TEMPO DI REGINA</div><div class='descrGalleryText'><p>Dopo i successi in 125 e 250, arrivare in 500 è il sogno che si avvera. La sfida lo esalta e Vale coglie la prima vittoria a Donington, sotto al diluvio. Successo che ripeterà in Brasile.</p>
</div>
2000 - TEMPO DI REGINA

Dopo i successi in 125 e 250, arrivare in 500 è il sogno che si avvera. La sfida lo esalta e Vale coglie la prima vittoria a Donington, sotto al diluvio. Successo che ripeterà in Brasile.

<div class='descrGalleryTitle'>2001 - CAMPIONE 500</div><div class='descrGalleryText'><p>Rossi entra nella storia: dopo i titoli di 125 e 250, centra quello della 500. Guida la Honda NSR 500 (sopra, al Mugello in livrea speciale). Chiude l’era del due tempi da campione.</p>
</div>
2001 - CAMPIONE 500

Rossi entra nella storia: dopo i titoli di 125 e 250, centra quello della 500. Guida la Honda NSR 500 (sopra, al Mugello in livrea speciale). Chiude l’era del due tempi da campione.

<div class='descrGalleryTitle'>2002 - L’ERA DELLA MOTOGP</div><div class='descrGalleryText'><p>Irrompe il boato delle quattro tempi e Rossi sulla Honda prosegue la sua serie positiva. A fine anno saranno 11 successi su 16 gare, uno strapotere che vale il primo titolo della MotoGP.</p>
</div>
2002 - L’ERA DELLA MOTOGP

Irrompe il boato delle quattro tempi e Rossi sulla Honda prosegue la sua serie positiva. A fine anno saranno 11 successi su 16 gare, uno strapotere che vale il primo titolo della MotoGP.

MotoGP: Valentino Rossi, dagli esordi al 2021
MotoGP: Valentino Rossi, dagli esordi al 2021
<div class='descrGalleryTitle'>2003 - CONDANNATO A VINCERE</div><div class='descrGalleryText'><p>La sua egemonia continua anche in questa stagione. Rossi ormai può solo vincere, come ironizza con una sua celebre gag dopo la conquista del quinto Mondiale.</p>
</div>
2003 - CONDANNATO A VINCERE

La sua egemonia continua anche in questa stagione. Rossi ormai può solo vincere, come ironizza con una sua celebre gag dopo la conquista del quinto Mondiale.

<div class='descrGalleryTitle'>2004 - TUTTO CAMBIA, NULLA CAMBIA</div><div class='descrGalleryText'><p>Rossi passa dalla Honda alla Yamaha e al debutto a Welkom ottiene una vittoria storica dopo un duello con Biaggi: una gara leggendaria. A fine anno è campione.</p>
</div>
2004 - TUTTO CAMBIA, NULLA CAMBIA

Rossi passa dalla Honda alla Yamaha e al debutto a Welkom ottiene una vittoria storica dopo un duello con Biaggi: una gara leggendaria. A fine anno è campione.

<div class='descrGalleryTitle'>2005 - IL SETTIMO SIGILLO</div><div class='descrGalleryText'><p>11 vittorie, 3 secondi posti e 2 terzi consegnano a Rossi il settimo titolo della MotoGP. Valentino festeggia alla sua maniera con i sette nani... uno per ogni Mondiale.</p>
</div>
2005 - IL SETTIMO SIGILLO

11 vittorie, 3 secondi posti e 2 terzi consegnano a Rossi il settimo titolo della MotoGP. Valentino festeggia alla sua maniera con i sette nani... uno per ogni Mondiale.

<div class='descrGalleryTitle'>2006 - KO A VALENCIA</div><div class='descrGalleryText'><p>Quando era a un passo dall’ennesimo titolo, all’ultima gara in Spagna, a Valencia, Rossi cade e perde il Mondiale, che va a Nicky Hayden sulla Honda. Quello che non sembrava possibile accade, ma la sconfitta rafforza Rossi. Si chiude così l’era delle 1000</p>
</div>
2006 - KO A VALENCIA

Quando era a un passo dall’ennesimo titolo, all’ultima gara in Spagna, a Valencia, Rossi cade e perde il Mondiale, che va a Nicky Hayden sulla Honda. Quello che non sembrava possibile accade, ma la sconfitta rafforza Rossi. Si chiude così l’era delle 1000

<div class='descrGalleryTitle'>2007- ARRIVA LA 800</div><div class='descrGalleryText'><p>Stoner con la Ducati è un martello (inatteso): domina il Mondiale con un ruolino di marcia incredibile. Rossi riesce a cogliere 4 successi e chiude la stagione al terzo posto.</p>
</div>
2007- ARRIVA LA 800

Stoner con la Ducati è un martello (inatteso): domina il Mondiale con un ruolino di marcia incredibile. Rossi riesce a cogliere 4 successi e chiude la stagione al terzo posto.

<div class='descrGalleryTitle'>2008 - SCUSATE IL RITARDO</div><div class='descrGalleryText'><p>Rossi torna alla carica e a Laguna Seca infligge proprio a Stoner il famoso sorpasso che segnerà l’esito della stagione. Valentino è di nuovo campione del Mondo della MotoGP.</p>
</div>
2008 - SCUSATE IL RITARDO

Rossi torna alla carica e a Laguna Seca infligge proprio a Stoner il famoso sorpasso che segnerà l’esito della stagione. Valentino è di nuovo campione del Mondo della MotoGP.

<div class='descrGalleryTitle'>2009 - NOVE VOLTE RE</div><div class='descrGalleryText'><p>In questa stagione Rossi vince 6 gare, mostrando tutto il suo repertorio che spazia dal fioretto alla sciabola, con la perla del sorpasso a Lorenzo in vista del traguardo a Barcellona. Sulla t-shirt per festeggiare il nono titolo si parla di “gallina vecchia”, ma Vale ha solo 30 anni...</p>
</div>
2009 - NOVE VOLTE RE

In questa stagione Rossi vince 6 gare, mostrando tutto il suo repertorio che spazia dal fioretto alla sciabola, con la perla del sorpasso a Lorenzo in vista del traguardo a Barcellona. Sulla t-shirt per festeggiare il nono titolo si parla di “gallina vecchia”, ma Vale ha solo 30 anni...

<div class='descrGalleryTitle'>2010 - KO AL MUGELLLO</div><div class='descrGalleryText'><p>La stagione parte bene, ma la frattura di tibia e perone della gamba destra al Mugello lo mette fuori. Rientra in Germania dopo 4 GP, ma ormai il sogno del Mondiale è sfumato.</p>
</div>
2010 - KO AL MUGELLLO

La stagione parte bene, ma la frattura di tibia e perone della gamba destra al Mugello lo mette fuori. Rientra in Germania dopo 4 GP, ma ormai il sogno del Mondiale è sfumato.

<div class='descrGalleryTitle'>2011- L’ERA DUCATI</div><div class='descrGalleryText'><p>Un italiano su una moto italiana: c’è tanta attesa, ma quella che nasce per essere la coppia più bella del mondo non trova il feeling giusto. Un solo podio in questa stagione.</p>
</div>
2011- L’ERA DUCATI

Un italiano su una moto italiana: c’è tanta attesa, ma quella che nasce per essere la coppia più bella del mondo non trova il feeling giusto. Un solo podio in questa stagione.

<div class='descrGalleryTitle'>2012 - SENZA VITTORIE</div><div class='descrGalleryText'><p>È dura, ma Vale non molla: a Le Mans la pioggia da un po’ di respiro a Rossi che va sul podio, risultato che ripete a Misano. la storia fra Valentino e la Ducati finisce senza vittorie.</p>
</div>
2012 - SENZA VITTORIE

È dura, ma Vale non molla: a Le Mans la pioggia da un po’ di respiro a Rossi che va sul podio, risultato che ripete a Misano. la storia fra Valentino e la Ducati finisce senza vittorie.

<div class='descrGalleryTitle'>2013 - RITORNO A IWATA</div><div class='descrGalleryText'><p>Rossi, che non vinceva da Sepang 2010, torna sulla Yamaha. E ad Assen ritrova il sorriso e il gusto per la vittoria, nella stagione 2013 che laurea campione della MotoGP Marc Marquez.</p>
</div>
2013 - RITORNO A IWATA

Rossi, che non vinceva da Sepang 2010, torna sulla Yamaha. E ad Assen ritrova il sorriso e il gusto per la vittoria, nella stagione 2013 che laurea campione della MotoGP Marc Marquez.

<div class='descrGalleryTitle'>2014 - 300 GRAN PREMI</div><div class='descrGalleryText'><p>A Misano ritorna sul gradino più alto del podio in una gara italiana. Erano cinque anni che non succedeva. In questa stagione taglia il traguardo dei 300 Gran Premi</p>
</div>
2014 - 300 GRAN PREMI

A Misano ritorna sul gradino più alto del podio in una gara italiana. Erano cinque anni che non succedeva. In questa stagione taglia il traguardo dei 300 Gran Premi

<div class='descrGalleryTitle'>2015 - OCCASIONE SFUMATA</div><div class='descrGalleryText'><p>La stagione inizia con il successo in Qatar, la strada per il Mondiale sembra presa, le 4 vittorie ne sono la conferma, ma la storia consacrerà Lorenzo. In mezzo le scintille fra Rossi e Marquez...</p>
</div>
2015 - OCCASIONE SFUMATA

La stagione inizia con il successo in Qatar, la strada per il Mondiale sembra presa, le 4 vittorie ne sono la conferma, ma la storia consacrerà Lorenzo. In mezzo le scintille fra Rossi e Marquez...

<div class='descrGalleryTitle'>2016 - MAI E POI MAI DOMO</div><div class='descrGalleryText'><p>Smaltita la delusione, l’obiettivo è sempre il titolo. La stagione lo vede protagonista e due volte vincitore, ma Marquez è un martello e conquista il titolo. Rossi è secondo, per il terzo anno di fila.</p>
</div>
2016 - MAI E POI MAI DOMO

Smaltita la delusione, l’obiettivo è sempre il titolo. La stagione lo vede protagonista e due volte vincitore, ma Marquez è un martello e conquista il titolo. Rossi è secondo, per il terzo anno di fila.

<div class='descrGalleryTitle'>2017 - SUCCESSO AD ASSEN</div><div class='descrGalleryText'><p>In Yamaha arriva Viñales che con la M1 vince subito, ma Rossi torna all’attacco. Ad Assen conquista la sua 115a vittoria nel Mondiale, a 21 anni dal suo primo successo.</p>
</div>
2017 - SUCCESSO AD ASSEN

In Yamaha arriva Viñales che con la M1 vince subito, ma Rossi torna all’attacco. Ad Assen conquista la sua 115a vittoria nel Mondiale, a 21 anni dal suo primo successo.

<div class='descrGalleryTitle'>2018 - 5 VOLTE SUL PODIO</div><div class='descrGalleryText'><p>La Yamaha inizia la stagione in difficoltà e nel corso di tutto il campionato i suoi piloti soffrono. Il bottino è sotto le aspettative: Rossi sale 5 volte sul podio, ma senza mai vincere una gara. Nel mondiale è terzo dietro a Marquez campione e Dovizioso</p>
</div>
2018 - 5 VOLTE SUL PODIO

La Yamaha inizia la stagione in difficoltà e nel corso di tutto il campionato i suoi piloti soffrono. Il bottino è sotto le aspettative: Rossi sale 5 volte sul podio, ma senza mai vincere una gara. Nel mondiale è terzo dietro a Marquez campione e Dovizioso

<div class='descrGalleryTitle'>2019 - Ancora sul podio</div><div class='descrGalleryText'><p>Nel 2019 all'età di 40 anni, è in grado di salire sul podio e lo fa il 31 marzo nel Gran Premio d'Argentina, arrivando secondo alle spalle di Marc Marquez. Podio che il Dottore conferma anche nel GP successivo, quello di Austin (Texas), dove arriva secondo, questa volta alle spalle di Alex Rins...Correndo il GP d'Australia raggiunge quota 400 GP, l’ennesimo record di una carriera leggendaria,&nbsp;<span style="font-size: 0.8125rem; background-color: transparent;">a fine stagione sarà settimo.</span></p>
</div>
2019 - Ancora sul podio

Nel 2019 all'età di 40 anni, è in grado di salire sul podio e lo fa il 31 marzo nel Gran Premio d'Argentina, arrivando secondo alle spalle di Marc Marquez. Podio che il Dottore conferma anche nel GP successivo, quello di Austin (Texas), dove arriva secondo, questa volta alle spalle di Alex Rins...Correndo il GP d'Australia raggiunge quota 400 GP, l’ennesimo record di una carriera leggendaria, a fine stagione sarà settimo.

<div class='descrGalleryTitle'>2020 - Una stagione in salita</div><div class='descrGalleryText'><p>Il suo Mondiale parte con un podio a Jerez, Rossi sale sul podio da 25 stagioni consecutive! Ma il resto della stagione è in salita e pesa anche tanto l'assenza per essere risultato positivo al Covid. A fine stagione si conclude la sua avventura nel team ufficiale Yamaha</p>
</div>
2020 - Una stagione in salita

Il suo Mondiale parte con un podio a Jerez, Rossi sale sul podio da 25 stagioni consecutive! Ma il resto della stagione è in salita e pesa anche tanto l'assenza per essere risultato positivo al Covid. A fine stagione si conclude la sua avventura nel team ufficiale Yamaha

<div class='descrGalleryTitle'>2021 - IL PRESENTE</div><div class='descrGalleryText'><p>La stagione parte bene con le qualifiche in Qatar, ma in gara Rossi fatica e nella prima parte della stagione, cade anche spesso... non si diverte più ma solo dopo la pausa deciderà il suo futuro</p>
</div>
2021 - IL PRESENTE

La stagione parte bene con le qualifiche in Qatar, ma in gara Rossi fatica e nella prima parte della stagione, cade anche spesso... non si diverte più ma solo dopo la pausa deciderà il suo futuro

<div class='descrGalleryTitle'>5 AGOSTO 2021</div><div class='descrGalleryText'><p>5 agosto 2021. Rossi in Austria con una conferenza stampa straordinaria ha&nbsp; annunciato&nbsp; che a fine stagione concluderà il suo lungo viaggio nella MotoGP</p>
</div>
5 AGOSTO 2021

5 agosto 2021. Rossi in Austria con una conferenza stampa straordinaria ha  annunciato  che a fine stagione concluderà il suo lungo viaggio nella MotoGP

MotoGP: Valentino Rossi, dagli esordi al 2021
MotoGP: Valentino Rossi, dagli esordi al 2021
MotoGP: Valentino Rossi, dagli esordi al 2021
MotoGP: Valentino Rossi, dagli esordi al 2021

Dalla Aprilia RS 125, fino alla Yamaha YZR-M1, passando per la Honda NSR 500 a due tempi e la RC-211V a cinque cilindri. Il campione di Tavullia ha sorvolato 26 anni di Motomondiale su queste icone

<div class='descrGalleryTitle'>1996 - Aprilia RS125 - IL DEBUTTO NEL MONDIALE</div><div class='descrGalleryText'><p>Valentino debutta a 17 anni nel Mondiale 125 con la Aprilia RS 125 del team AGV. La moto è simile a quella della squadra ufficiale e permette al pilota pesarese di mettersi subito in luce, grazie anche alla vittoria sul circuito di Brno, in Repubblica Ceca. Chiude il campionato al nono posto.</p>
</div>
1996 - Aprilia RS125 - IL DEBUTTO NEL MONDIALE

Valentino debutta a 17 anni nel Mondiale 125 con la Aprilia RS 125 del team AGV. La moto è simile a quella della squadra ufficiale e permette al pilota pesarese di mettersi subito in luce, grazie anche alla vittoria sul circuito di Brno, in Repubblica Ceca. Chiude il campionato al nono posto.

<div class='descrGalleryTitle'>1997 - Aprilia RS125 - È UN CAMPIONE, UFFICIALE</div><div class='descrGalleryText'><p>Rossi passa alla squadra Aprilia e guida la RS 125 ufficiale, sponsorizzata dalla birra Nastro Azzurro. Con la monocilindrica di Noale è subito amore: 11 vittorie nella stagione, un secondo e un terzo posto e quattro pole position. Inizia la leggenda di Valentino: è il suo primo titolo mondiale.</p>
</div>
1997 - Aprilia RS125 - È UN CAMPIONE, UFFICIALE

Rossi passa alla squadra Aprilia e guida la RS 125 ufficiale, sponsorizzata dalla birra Nastro Azzurro. Con la monocilindrica di Noale è subito amore: 11 vittorie nella stagione, un secondo e un terzo posto e quattro pole position. Inizia la leggenda di Valentino: è il suo primo titolo mondiale.

<div class='descrGalleryTitle'>1998 - Aprilia RS250 PASSAGGIO OBBLIGATO</div><div class='descrGalleryText'><p>Sempre Aprilia, sempre RS, sempre Nastro Azzurro, ma questa volta il motore è un bicilindrico e la classe è la 250. È l’anno delle leggendarie battaglie con Capirossi. Dopo un inizio in salita, con due cadute nelle prime due gare, Rossi inanella una serie di ottimi risultati. Chiude secondo.</p>
</div>
1998 - Aprilia RS250 PASSAGGIO OBBLIGATO

Sempre Aprilia, sempre RS, sempre Nastro Azzurro, ma questa volta il motore è un bicilindrico e la classe è la 250. È l’anno delle leggendarie battaglie con Capirossi. Dopo un inizio in salita, con due cadute nelle prime due gare, Rossi inanella una serie di ottimi risultati. Chiude secondo.

<div class='descrGalleryTitle'>1999 - Aprilia RS250 SODALIZIO VINCENTE</div><div class='descrGalleryText'><p>Quello tra Valentino Rossi e Aprilia è vero amore. Nel 1999 è l’unico pilota ufficiale della Casa di Noale e riesce a portare nove volte la bicilindrica RS 250 sul gradino più alto del podio. Vale ha 20 anni, è Campione del Mondo ed è pronto a passare alla classe regina, con la Honda NSR 500.</p>
</div>
1999 - Aprilia RS250 SODALIZIO VINCENTE

Quello tra Valentino Rossi e Aprilia è vero amore. Nel 1999 è l’unico pilota ufficiale della Casa di Noale e riesce a portare nove volte la bicilindrica RS 250 sul gradino più alto del podio. Vale ha 20 anni, è Campione del Mondo ed è pronto a passare alla classe regina, con la Honda NSR 500.

<div class='descrGalleryTitle'>2000 - Honda NSR500 - DOMARE LA BESTIA</div><div class='descrGalleryText'><p>La Honda NSR 500 due tempi è una bella bestia da domare ma Valentino riesce a prendere subito confidenza con la moto, seguita dal tecnico Jeremy Burgess. La stagione del debutto nella classe regina si chiude con il secondo posto in campionato, dietro a Kenny Roberts JR.</p>
</div>
2000 - Honda NSR500 - DOMARE LA BESTIA

La Honda NSR 500 due tempi è una bella bestia da domare ma Valentino riesce a prendere subito confidenza con la moto, seguita dal tecnico Jeremy Burgess. La stagione del debutto nella classe regina si chiude con il secondo posto in campionato, dietro a Kenny Roberts JR.

<div class='descrGalleryTitle'>2001 - Honda NSR500 - A TUTTA BIRRA</div><div class='descrGalleryText'><p>Il main sponsor è ancora Nastro Azzurro, la moto è sempre la Honda NSR 500, con la quale Valentino ha instaurato uno splendido feeling: chiude la stagione con ben 11 vittorie e mettendosi in tasca il terzo titolo iridato, in tre differenti classi. Si chiude un’epoca: quella delle 500 2 tempi.<br />
</p>
</div>
2001 - Honda NSR500 - A TUTTA BIRRA

Il main sponsor è ancora Nastro Azzurro, la moto è sempre la Honda NSR 500, con la quale Valentino ha instaurato uno splendido feeling: chiude la stagione con ben 11 vittorie e mettendosi in tasca il terzo titolo iridato, in tre differenti classi. Si chiude un’epoca: quella delle 500 2 tempi.

<div class='descrGalleryTitle'>2002 - Honda RC211-V - ARRIVANO LE QUATTRO TEMPI</div><div class='descrGalleryText'><p>Motore 5 cilindri a V, 990 cc, oltre 200 cavalli di potenza e dimensioni lontane da quelle delle 500 utilizzate fino all’anno prima. Ma Valentino dimostra di essere un campione versatile. Domina il campionato con 11 vittorie e, a 23 anni, porta a casa il suo quarto titolo mondiale.</p>
</div>
2002 - Honda RC211-V - ARRIVANO LE QUATTRO TEMPI

Motore 5 cilindri a V, 990 cc, oltre 200 cavalli di potenza e dimensioni lontane da quelle delle 500 utilizzate fino all’anno prima. Ma Valentino dimostra di essere un campione versatile. Domina il campionato con 11 vittorie e, a 23 anni, porta a casa il suo quarto titolo mondiale.

<div class='descrGalleryTitle'>2003 - Honda RC211-V - SEMPRE PIÙ IN FORMA</div><div class='descrGalleryText'><p>La cinque cilindri Honda è la moto da battere nel mondiale MotoGP e Valentino riesce ad interpretarla meglio di chiunque altro. Nove vittorie in questa stagione, e quinto titolo Mondiale. È l’anno del divorzio da Honda, che vuole dimostrare come non sia tutto merito del pilota pesarese.</p>
</div>
2003 - Honda RC211-V - SEMPRE PIÙ IN FORMA

La cinque cilindri Honda è la moto da battere nel mondiale MotoGP e Valentino riesce ad interpretarla meglio di chiunque altro. Nove vittorie in questa stagione, e quinto titolo Mondiale. È l’anno del divorzio da Honda, che vuole dimostrare come non sia tutto merito del pilota pesarese.

<div class='descrGalleryTitle'>2004 - Yamaha YZR-M1 - INIZIO DI UN AMORE</div><div class='descrGalleryText'><p>Dal cinque cilindri a V della Honda, al quattro in linea della M1. Una moto nuova che, sulla carta, soffre di un notevole gap prestazionale rispetto alla Honda. Rossi riesce a colmarlo: nove vittorie e sesto titolo mondiale; è l’anno del celebre bacio sul cupolino, dopo la vittoria alla prima gara</p>
</div>
2004 - Yamaha YZR-M1 - INIZIO DI UN AMORE

Dal cinque cilindri a V della Honda, al quattro in linea della M1. Una moto nuova che, sulla carta, soffre di un notevole gap prestazionale rispetto alla Honda. Rossi riesce a colmarlo: nove vittorie e sesto titolo mondiale; è l’anno del celebre bacio sul cupolino, dopo la vittoria alla prima gara

<div class='descrGalleryTitle'>2005 - Yamaha YZR-M1 - È LA MOTO DA BATTERE</div><div class='descrGalleryText'><p>Dopo il successo dell’anno precedente, Valentino e la M1 sono il binomio da battere. Ancora una volta, riesce a mettersi dietro tutti gli avversari con una stagione da vero dominatore. La quattro cilindri giapponese è prima sul traguardo per ben 11 volte. Settimo titolo mondiale.</p>
</div>
2005 - Yamaha YZR-M1 - È LA MOTO DA BATTERE

Dopo il successo dell’anno precedente, Valentino e la M1 sono il binomio da battere. Ancora una volta, riesce a mettersi dietro tutti gli avversari con una stagione da vero dominatore. La quattro cilindri giapponese è prima sul traguardo per ben 11 volte. Settimo titolo mondiale.

<div class='descrGalleryTitle'>2006 - Yamaha YZR-M1 - PRIME DIFFICOLTÀ</div><div class='descrGalleryText'><p>Dopo due mondiali consecutivi, il sodalizio Rossi-Yamaha sembra imbattibile. Ma la stagione riserva qualche sorpresa, da subito: caduta alla prima gara, problemi al motore a Le Mans, feeling non sempre perfetto con i pneumatici. A fine anno Valentino è secondo, dietro a Hayden.<br>
</p>
</div>
2006 - Yamaha YZR-M1 - PRIME DIFFICOLTÀ

Dopo due mondiali consecutivi, il sodalizio Rossi-Yamaha sembra imbattibile. Ma la stagione riserva qualche sorpresa, da subito: caduta alla prima gara, problemi al motore a Le Mans, feeling non sempre perfetto con i pneumatici. A fine anno Valentino è secondo, dietro a Hayden.

<div class='descrGalleryTitle'>2007 - Yamaha YZF-M1 - DIETRO DUCATI E HONDA</div><div class='descrGalleryText'><p>&nbsp;La quattro cilindri Yamaha, portata a 800 cc per regolamento, sembra subire l’equilibrio Honda e la straripante potenza Ducati. Valentino vince quattro GP, ma è terzo in campionato dietro a Stoner e Pedrosa. Per Vale si chiude il capitolo Michelin e si apre quello Bridgestone.</p>
</div>
2007 - Yamaha YZF-M1 - DIETRO DUCATI E HONDA

 La quattro cilindri Yamaha, portata a 800 cc per regolamento, sembra subire l’equilibrio Honda e la straripante potenza Ducati. Valentino vince quattro GP, ma è terzo in campionato dietro a Stoner e Pedrosa. Per Vale si chiude il capitolo Michelin e si apre quello Bridgestone.

<div class='descrGalleryTitle'>2008 - Yamaha YZR-M1 - DI NUOVO IN VETTA</div><div class='descrGalleryText'><p>Il connubio Yamaha-Bridgestone dà i risultati sperati e Valentino riesce a contenere l’esuberanza del suo compagno di squadra Lorenzo (che corre con Michelin), Stoner e Pedrosa. Con una stagione ricca di vittorie, Valentino porta a casa il suo ottavo titolo iridato</p>
</div>
2008 - Yamaha YZR-M1 - DI NUOVO IN VETTA

Il connubio Yamaha-Bridgestone dà i risultati sperati e Valentino riesce a contenere l’esuberanza del suo compagno di squadra Lorenzo (che corre con Michelin), Stoner e Pedrosa. Con una stagione ricca di vittorie, Valentino porta a casa il suo ottavo titolo iridato

<div class='descrGalleryTitle'>2009 - Yamaha YZR-M1 - Il NONO SIGILLO</div><div class='descrGalleryText'><p>Scatta il regime del monogomma Bridgstone e i risultati arrivano anche per il compagno di squadra Lorenzo, mentre Stoner accusa i primi problemi fisici che lo porteranno al ritiro definitivo. Il feeling con la M1 è alto e Valentino è l’uomo da battere. A 30 anni è iridato per la nona volta.<br />
</p>
</div>
2009 - Yamaha YZR-M1 - Il NONO SIGILLO

Scatta il regime del monogomma Bridgstone e i risultati arrivano anche per il compagno di squadra Lorenzo, mentre Stoner accusa i primi problemi fisici che lo porteranno al ritiro definitivo. Il feeling con la M1 è alto e Valentino è l’uomo da battere. A 30 anni è iridato per la nona volta.

<div class='descrGalleryTitle'>2010 - Yamaha YFR-M1 - ANNUS HORRIBILIS</div><div class='descrGalleryText'><p>Il feeling con la M1 è alto e il campionato inizia in discesa, con la vittoria in Qatar. Alle prove del GP d’Italia, al Mugello, Rossi subisce un grave infortunio alla gamba che lo costringerà a restare lontano dalle gare per un mese. Chiude il campionato al terzo posto. Si chiude l’era Yamaha. Per ora.</p>
</div>
2010 - Yamaha YFR-M1 - ANNUS HORRIBILIS

Il feeling con la M1 è alto e il campionato inizia in discesa, con la vittoria in Qatar. Alle prove del GP d’Italia, al Mugello, Rossi subisce un grave infortunio alla gamba che lo costringerà a restare lontano dalle gare per un mese. Chiude il campionato al terzo posto. Si chiude l’era Yamaha. Per ora.

<div class='descrGalleryTitle'>2011 - Ducati Desmosedici GP11 - UN TRICOLORE CHE NON SVENTOLA</div><div class='descrGalleryText'><p>Le aspettative sono alte ma Valentino e la Desmosedici con propulsore 4 cilindri a V non vanno d’accordo. Il pilota lamenta un comportamento troppo nervoso dell’avantreno e nel corso della stagione i risultati tardano ad arrivare. È l’anno della morte di Simoncelli, al GP della Malesia.</p>
</div>
2011 - Ducati Desmosedici GP11 - UN TRICOLORE CHE NON SVENTOLA

Le aspettative sono alte ma Valentino e la Desmosedici con propulsore 4 cilindri a V non vanno d’accordo. Il pilota lamenta un comportamento troppo nervoso dell’avantreno e nel corso della stagione i risultati tardano ad arrivare. È l’anno della morte di Simoncelli, al GP della Malesia.

<div class='descrGalleryTitle'>2012 - Ducati Desmosedici GP12 - UN TELAIO TUTTO NUOVO</div><div class='descrGalleryText'><p>Si era già visto sul finale della stagione, ma con la GP12 il telaio a doppio trave in alluminio prende il posto della struttura in carbonio. Per regolamento, la cilindrata torna a 1.000 cc; per il binomio italiano i risultati non arrivano: sesto in campionato e divorzio a fine anno. Tornerà sulla Yamaha.</p>
</div>
2012 - Ducati Desmosedici GP12 - UN TELAIO TUTTO NUOVO

Si era già visto sul finale della stagione, ma con la GP12 il telaio a doppio trave in alluminio prende il posto della struttura in carbonio. Per regolamento, la cilindrata torna a 1.000 cc; per il binomio italiano i risultati non arrivano: sesto in campionato e divorzio a fine anno. Tornerà sulla Yamaha.

<div class='descrGalleryTitle'>2013 - Yamaha YZR-M1 - RITORNO DI FIAMMA</div><div class='descrGalleryText'><p>Dopo l’infelice biennio con Ducati, Valentino torna in sella alla YZR-M1 con cui stabilisce subito un buon feeling. Gli avversari sono più forti che mai, ma il Dottore riesce a combattere ad armi pari con il trio pestifero: Lorenzo, Màrquez e Pedrosa. Chiude però la stagione al quarto posto.</p>
</div>
2013 - Yamaha YZR-M1 - RITORNO DI FIAMMA

Dopo l’infelice biennio con Ducati, Valentino torna in sella alla YZR-M1 con cui stabilisce subito un buon feeling. Gli avversari sono più forti che mai, ma il Dottore riesce a combattere ad armi pari con il trio pestifero: Lorenzo, Màrquez e Pedrosa. Chiude però la stagione al quarto posto.

<div class='descrGalleryTitle'>2014 - Yamaha YZR-M1 - MÀRQUEZ NON PERDONA</div><div class='descrGalleryText'><p>La stagione comincia positivamente, grazie alla conquista del secondo posto in Qatar. Rossi c’è e la Yamaha YZR-M1 si conferma una delle moto più competitive. Il binomio Honda Màrquez, tuttavia, risulta imbattibile e il campionato si chiude con un secondo posto, dietro al fortissimo pilota catalano.</p>
</div>
2014 - Yamaha YZR-M1 - MÀRQUEZ NON PERDONA

La stagione comincia positivamente, grazie alla conquista del secondo posto in Qatar. Rossi c’è e la Yamaha YZR-M1 si conferma una delle moto più competitive. Il binomio Honda Màrquez, tuttavia, risulta imbattibile e il campionato si chiude con un secondo posto, dietro al fortissimo pilota catalano.

<div class='descrGalleryTitle'>2015 - Yamaha YZR-M1 - PER UN SOFFIO</div><div class='descrGalleryText'><p>Rossi e la Yamaha sono in forma ma la stagione è una delle più controverse della carriera del pilota che, all’ultima gara, si gioca il tutto per tutto con il compagno Lorenzo. Parte ultimo, recupera 22 posizioni, giunge secondo in gara e in campionato. Una sconfitta dove c’è lo zampino di Marquez.</p>
</div>
2015 - Yamaha YZR-M1 - PER UN SOFFIO

Rossi e la Yamaha sono in forma ma la stagione è una delle più controverse della carriera del pilota che, all’ultima gara, si gioca il tutto per tutto con il compagno Lorenzo. Parte ultimo, recupera 22 posizioni, giunge secondo in gara e in campionato. Una sconfitta dove c’è lo zampino di Marquez.

<div class='descrGalleryTitle'>2016 - Yamaha YZR-M1 - ACCESA RIVALITÀ</div><div class='descrGalleryText'><p>Arriva il software unico di gestione del motore e tornano i pneumatici Michelin, fornitore unico per la MotoGP. La stagione 2016 è ricca di buoni risultati, ma si conclude con un secondo posto in classifica, dietro al fortissimo binomio Honda-Màrquez e davanti a Lorenzo.</p>
</div>
2016 - Yamaha YZR-M1 - ACCESA RIVALITÀ

Arriva il software unico di gestione del motore e tornano i pneumatici Michelin, fornitore unico per la MotoGP. La stagione 2016 è ricca di buoni risultati, ma si conclude con un secondo posto in classifica, dietro al fortissimo binomio Honda-Màrquez e davanti a Lorenzo.

46_05.jpg
46_05.jpg
<div class='descrGalleryTitle'>2017 - Yamaha YZR-M1- TRA SFORTUNA E INFORTUNI</div><div class='descrGalleryText'><p>I risultati di Rossi in stagione sono altalenanti anche per un problema di consumo eccessivo dei pneumatici.A fermare Valentino pensa poi un infortunio in allenamento con la moto da enduro, che lo tiene lontano dalle gare per quasi un mese. Chiude il campionato al quinto posto.</p>
</div>
2017 - Yamaha YZR-M1- TRA SFORTUNA E INFORTUNI

I risultati di Rossi in stagione sono altalenanti anche per un problema di consumo eccessivo dei pneumatici.A fermare Valentino pensa poi un infortunio in allenamento con la moto da enduro, che lo tiene lontano dalle gare per quasi un mese. Chiude il campionato al quinto posto.

<div class='descrGalleryTitle'>2018 - Yamaha YZR - M1 - UN ANNO IN SORDINA</div><div class='descrGalleryText'><p>La Yamaha YZR-M1 del 2018 sembra molto competitiva e pare che il problema di consumo eccessivo dei pneumatici e il conseguente calo di grip sia stato risolto. Anche per quest’anno, però, i risultati sono inferiori alle aspettative e Rossi chiude la stagione al quinto posto, senza vittorie.</p>
</div>
2018 - Yamaha YZR - M1 - UN ANNO IN SORDINA

La Yamaha YZR-M1 del 2018 sembra molto competitiva e pare che il problema di consumo eccessivo dei pneumatici e il conseguente calo di grip sia stato risolto. Anche per quest’anno, però, i risultati sono inferiori alle aspettative e Rossi chiude la stagione al quinto posto, senza vittorie.

<div class='descrGalleryTitle'>2019 - Yamaha YZR-M1 - UN CAMPIONE SENZA TEMPO</div><div class='descrGalleryText'><p>Ancora sulla Yamaha, ancora in campo alla ricerca del decimo titolo mondiale. Dopo 23 stagioni nel mondiale e a due anni dall’ultima vittoria (Assen 2017), Valentino è di nuovo pronto a lottare. Il 16 febbraio ha compiuto 40 anni, ma i suoi giovani avversari non hanno smesso di temerlo.<br>
</p>
</div>
2019 - Yamaha YZR-M1 - UN CAMPIONE SENZA TEMPO

Ancora sulla Yamaha, ancora in campo alla ricerca del decimo titolo mondiale. Dopo 23 stagioni nel mondiale e a due anni dall’ultima vittoria (Assen 2017), Valentino è di nuovo pronto a lottare. Il 16 febbraio ha compiuto 40 anni, ma i suoi giovani avversari non hanno smesso di temerlo.

<div class='descrGalleryTitle'>2020 - Yamaha YZR-M1 - L'ULTIMO ANNO NEL TEAM UFFICIALE</div><div class='descrGalleryText'><p>Il 2020 è l'ultima stagione in cui Valentino Rossi corre nel team ufficiale Yamaha. Dopo il podio di Jerez, alla ripresa delle gare dopo lo stop imposto dalle conseguenze della pandemia, per Valentino sarà un campionato difficile sotto tutti i punti di vista, ma la motivazione a continuare resta alta anche alla fine del campionato. Rossi non molla mai!</p>
</div>
2020 - Yamaha YZR-M1 - L'ULTIMO ANNO NEL TEAM UFFICIALE

Il 2020 è l'ultima stagione in cui Valentino Rossi corre nel team ufficiale Yamaha. Dopo il podio di Jerez, alla ripresa delle gare dopo lo stop imposto dalle conseguenze della pandemia, per Valentino sarà un campionato difficile sotto tutti i punti di vista, ma la motivazione a continuare resta alta anche alla fine del campionato. Rossi non molla mai!

<div class='descrGalleryTitle'>2021 - YZR-M1 - NEL TEAM PETRONAS</div><div class='descrGalleryText'><p>Nel 2021 Rossi è al via della sua ventiseiesima stagione nel Motomondiale sulla Yamaha del team Petronas al fianco di Franco Morbidelli. Per il campione di Tavullia dopo l'exploit nelle qualifiche in Qatar, la prima parte della stagione è al di sotto delle sue aspettative. Rossi però continua a lavorare per risolvere i suoi problemi e nel frattempo annuncia l'ingresso del suo team nella MotoGP con Ducati dal 2022. E lui cosa farà il prossimo anno? In piena estate al rientro dalla lunga pausa estiva, la risposta: annuncia che a fine stagione si concluderà la sua avventura nel Motomondiale... ma fino alla fine del campionato sarà al via determinato come sempre pronto a dare il massimo. Anche questo è Valentino Rossi!</p>
</div>
2021 - YZR-M1 - NEL TEAM PETRONAS

Nel 2021 Rossi è al via della sua ventiseiesima stagione nel Motomondiale sulla Yamaha del team Petronas al fianco di Franco Morbidelli. Per il campione di Tavullia dopo l'exploit nelle qualifiche in Qatar, la prima parte della stagione è al di sotto delle sue aspettative. Rossi però continua a lavorare per risolvere i suoi problemi e nel frattempo annuncia l'ingresso del suo team nella MotoGP con Ducati dal 2022. E lui cosa farà il prossimo anno? In piena estate al rientro dalla lunga pausa estiva, la risposta: annuncia che a fine stagione si concluderà la sua avventura nel Motomondiale... ma fino alla fine del campionato sarà al via determinato come sempre pronto a dare il massimo. Anche questo è Valentino Rossi!

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.