Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

Rumore moto: le novità in arrivo

Redazione
dalla Redazione il 19/04/2021 in Attualità
Rumore moto: le novità in arrivo
Chiudi

Un emendamento introduce l’adozione del test ASEP che entrerà a far parte dell’Euro5 dal settembre 2023

La 183a sessione del Forum mondiale per l'armonizzazione dei regolamenti sui veicoli (WP.29) ha adottato un importante emendamento al Regolamento ONU n. 41 relativo all'omologazione dei motocicli per quanto riguarda le emissioni sonore dei veicoli al fine di introdurre test più ampi e rigorosi. In aggiunta alla regolare prova del rumore in transito (il cosiddetto pass by noise, attualmente usato per le omologazioni, il quale però ha dei notevoli limiti, come avevamo spiegato qui), le disposizioni aggiuntive sulle emissioni sonore (ASEP) riviste rafforzano i criteri per l'omologazione dei motocicli.

"Le motociclette richiedono criteri di prova specificatamente dedicati alla loro categoria per considerare il loro comportamento su strada caratteristico", ha dichiarato Daniela Leveratto, Direttore Tecnico di IMMA (l’associazione mondiale dei produttori di moto e scooter), considerando anche che le motociclette normalmente non sono coperte da carrozzeria o carene e hanno, quindi, meno spazio per misure di smorzamento acustico rispetto alle auto.. A partire dal 1 settembre 2023, i nuovi motocicli dovranno essere sottoposte a una metodologia più rigorosa per testare le proprie emissioni sonore nei Paesi che applicano l'aggiornamento del Regolamento ONU n. 41, in condizioni che facciano riferimento al reale utilizzo su strada".

 

LE PROPOSTE DI IMMA

Lavorando in un gruppo di esperti di rumore sotto l'egida dell'UNECE, l'industria ha proposto di ampliare la gamma di condizioni operative dei veicoli per le disposizioni aggiuntive sulle emissioni sonore (ASEP), presentandole in una nuova forma chiamata RD-ASEP, in un'ottica di misurazione condizioni di guida reale miglioramenti nella procedura di test ASEP includono tra gli altri:

1. ampliare la gamma di operazioni del veicolo (velocità del veicolo, giri/min del motore);

2. introduzione di un approccio a velocità non costante nell'area di misurazione;

3. consentire qualsiasi posizione dell'acceleratore costante all'interno dell'area di misurazione;

4. coprendo qualsiasi marcia e qualsiasi accelerazione;

5. introduzione di una misurazione del suono estesa anche durante la decelerazione del veicolo;

6. aumentare il numero di punti di prova fino a 18 anziché 4 attualmente, durante la verifica dell'omologazione;

7. aggiornamento delle disposizioni in materia di conformità della produzione e vigilanza del mercato.

 

Rumore moto: le novità in arrivo
Rumore moto: le novità in arrivo
Rumore moto: le novità in arrivo
Rumore moto: le novità in arrivo
Rumore moto: le novità in arrivo
Rumore moto: le novità in arrivo
Rumore moto: le novità in arrivo
Rumore moto: le novità in arrivo
Rumore moto: le novità in arrivo
Rumore moto: le novità in arrivo

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.