Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"

Marco Gentili
di Marco Gentili il 14/02/2020 in Attualità
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Chiudi

Intervista all'amministratore delegato dell'azienda, che ci racconta come cambia il mercato e i suoi sviluppi futuri

Con 400mila caschi prodotti ogni anno il gruppo Nolan è ben lontano dai milioni di pezzi prodotti da LS2 e HJC (che però hanno una maggiore penetrazione in Asia), ma è comunque il maggior produttore europeo del settore. Un’identità forte che è rimasta anche dopo l’acquisizione, lo scorso anno, da parte di 2Ride Group (controllato dal fondo di investimento francese Eurazeo). Di questo e altro abbiamo parlato con l’amministratore delegato Enzo Panacci.

 

NOLAN SEMPRE PIÙ ITALIANA

Panacci, dopo l’acquisizione è cambiato qualcosa?

“L’azienda è e resta italiana. Sono italiani i manager, la ricerca e sviluppo e lo stabilimento, che è quello storico di Brembate (BG). Per noi è cambiato poco: il fatto di essere entrati in un gruppo dalle spalle solide, che possiede marchi concorrenti come Shark non ha toccato la nostra indipendenza, che resta totale. Certo, l’azionista vuole un’azienda che funzioni”.

E Nolan funziona?

“Stando ai margini di crescita, sì. Siamo leader in Europa, dove vendiamo il 70% dei nostri caschi. E puntiamo a espanderci nelle zone del mondo dove il mercato delle moto cresce, e siamo poco presenti. L’obiettivo per il 2024 è arrivare a 67 milioni di fatturato, dai 42 attuali”.

Come si farà a conseguire questo obiettivo?

“Facendo crescere la gamma, con una media di due nuovi prodotti all’anno. Una delle novità di quest’anno, lo sportivo top di gamma X-Lite X-803 RS, sta andando molto bene e ha già fatto registrare 7mila ordini”.

 

L'APRIBILE SUPERA L'INTEGRALE

A proposito di caschi, come va il mercato?

“Nel 2019-20 abbiamo registrato un fenomeno che oserei definire storico, come il sorpasso degli apribili (55.573) sugli integrali (53.370), mentre il mercato dei jet è in ripresa ma altalenante (33.971). Questo è il sintomo di come stia cambiando il motociclista. Oggi chi arriva alla moto lo fa in età più matura, acquista prodotti premium e ha esigenze differenti. Deve coniugare praticità e versatilità, tutte doti che si trovano in un casco apribile con doppia omologazione P/J”.

Il fatto di essere nella stessa famiglia di un concorrente come Shark sta portando cambiamenti a livello produttivo?

“Nolan ha la capacità, unico costruttore in Europa, di produrre tutto in casa. Col tempo diventeremo fornitori di Shark per quello che riguarda alcune componenti, penso alla visiera oppure ai sistemi di comunicazione”.

A proposito di comunicazione, quali sviluppi futuri si attendono dai sistemi di intercom e connettività?

“Noi con il marchio NCom siamo già leader nella connettività tra caschi e tra casco e sistemi Bluetooth. Questo marchio conterrà tutti gli sviluppi tecnologici futuri del casco, sia in termini di comunicazione tradizionale, sia in termini di maggiore integrazione con l’elettronica di bordo della moto. Pensiamo alla proiezione di segnali e indicazioni utili sulla visiera: si tratta di un’evoluzione molto vicina, che garantirà maggiore sicurezza al motociclista”.

Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"
Panacci (Nolan): "Presto i caschi con la visiera intelligente"

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.