Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?

Marco Gentili
di Marco Gentili il 08/10/2019 in Attualità
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Chiudi

Esclusivo: ecco cosa contiene il dossier di proposte concrete che l’associazione dei costruttori ha presentato ai Ministeri competenti

Nella lingua felpata dei comunicati stampa, spesso tra le righe si nascondono le vere notizie. Ed è così che, incuriositi dalla dichiarazione del commissario pro tempore di ANCMA Giannetto Marchettini (“Proprio in queste ore abbiamo infatti trasmesso al nuovo esecutivo un dossier di idee e proposte concrete”) a commento dei dati di vendita di settembre, siamo andati a indagare. Ma quali sono le proposte che ANCMA ha messo sul tavolo del Governo per le moto? Dueruote è in grado di dirvelo.

 

INCENTIVI (SENZA ROTTAMAZIONE) ANCHE PER IL 2020

La prima riguarda gli incentivi per l’elettrico. Nel 2019, purtroppo, non è arrivato dagli incentivi il boost atteso alle vendite di veicoli elettrici. I motivi sono molti. Innanzitutto gli incentivi per la rottamazione di ciclomotori e motocicli in cambio di un veicolo elettrico della stessa categoria sono arrivati in ritardo (di fatto i fondi per le due ruote sono stati erogati tra aprile e maggio) e il sistema con cui i concessionari potevano prenotarsi online per accedere al rimborso è stato inefficiente. Tale sistema, come abbiamo raccontato qui mesi fa, infatti, non riconosceva i documenti dei vecchi ciclomotori Euro0, rendendo così impossibile l’erogazione del contributo. Nei fatti, dei 10 milioni di euro disponibili, ne sono stati sfruttati appena 800mila.

Eppure ANCMA sostiene – a buon diritto - che tale formula possa funzionare. E ha pertanto chiesto al Ministero per lo Sviluppo Economico e al dicastero dei Trasporti di prolungare gli incentivi anche per il 2020, non legandoli alla rottamazione ma con l’obiettivo da un lato di diffondere la mobilità elettrica e dall’altro di rinnovare il parco circolante italiano (che, con 16 anni di media, è il più vecchio d’Europa). Tale provvedimento, però, deve essere inserito nella legge finanziaria che verrà approvata prima di Natale perché entri in vigore, visto che gli incentivi erano validi solo per il 2019.

 

INCENTIVI PER LE PROTEZIONI

La seconda invece riguarda la richiesta per la defiscalizzazione dei protettori, come il paraschiena. Si tratta dell’ennesima richiesta su questo fronte (il primo tentativo risale al 2016) che però alla fine si arena sempre nell’ultimo miglio: già lo scorso anno era dato per certo lo stanziamento per la copertura finanziaria del provvedimento, ma era saltato proprio alle battute finali di stesura del decreto.

 

Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?
Le mosse di ANCMA per il 2020: tornano gli incentivi?

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.