Cerca

Seguici con

Attualità

Autovelox: omologato o approvato?

Marco Gentili
di Marco Gentili il 10/06/2019 in Attualità
Autovelox: omologato o approvato?
Chiudi

Spesso i giudici di pace accolgono i ricorsi alle infrazioni per eccesso di velocità segnalate da apparecchi approvati. Servirebbe infatti l’omologazione. Ma non tutti ne sono dotati

Omologato o approvato? Un bel dilemma non da poco, soprattutto se di mezzo ci vanno i nostri soldi. La questione non è solo terminologica, ma può fare la differenza tra una multa per eccesso di velocità valida e una non valida.

Ma facciamo un passo indietro: il giudice di pace di Milano ha dichiarato nulli i verbali in cui vengono contestate infrazioni per eccesso di velocità segnalate da autovelox “approvati”. A loro modo di vedere però tali dispositivi necessitano di una “omologazione”, come stabilisce chiaramente l’articolo 142 del Codice della strada. La questione però è resa più complicata del previsto dal fatto che il legislatore spesso usa i termini “omologazione” e “approvazione” come sinonimi, generando quindi un corto circuito normativo.

 

Questione di termini

A ben vedere però l’articolo 192 del regolamento del codice della strada precisa che i due termini non sono la stessa cosa: per l’omologazione le apparecchiature devono presentare caratteristiche fondamentali o particolari prescrizioni indicate dal regolamento, in modo da essere legittimamente utilizzate; al contrario, per l’approvazione sono previsti requisiti meno stringenti per accertamenti che richiedono una minor precisione.

Secondo i giudici di pace, infatti, un autovelox deve essere omologato, mentre un dispositivo per le rilevazioni di altre tipologie (es. un semavelox, o una telecamera che registra gli ingressi in una Ztl) può essere solamente approvato.

 

Come viene omologato un autovelox?

Secondo un decreto del Mit del 13 giugno 2017, gli autovelox devono essere sottoposti a un processo di validazione che precede l'installazione sul campo. Tutti gli apparati prima dell’installazione devono infatti superare la verifica iniziale di taratura. Tale verifica viene fatta da una società certificata Accredia (l'Ente italiano di accreditamento, ndr) su pista o su strada non aperta al pubblico passaggio. Il velox viene testato in un range di velocità dai 30 fino ai 230 km/h.

 

Autovelox: omologato o approvato?
Autovelox: omologato o approvato?
Autovelox: omologato o approvato?
Autovelox: omologato o approvato?
Autovelox: omologato o approvato?
Autovelox: omologato o approvato?

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.