Cerca

Seguici con

Attualità

Area B: tutti i divieti per moto e scooter

Marco Gentili
di Marco Gentili il 05/02/2019 in Attualità
Area B: tutti i divieti per moto e scooter
Chiudi

Il 25 febbraio 2019 Milano inizia a stringere i cordoni sui livelli di inquinamento, diventando una vasta area vietata ai mezzi inquinanti. E i divieti riguardano anche moto e scooter. Vediamoli nel dettaglio.

Il 25 febbraio 2019 a Milano debutterà l’Area B, una zona a traffico limitato (che di fatto coincide quasi interamente col territorio comunale) con divieto di accesso e circolazione per alcune tipologie di veicoli. Tra il 2019 e il 2026, l’Area B (nata sull’esperienza dell’Area C) consente di ridurre le emissioni atmosferiche da traffico complessivamente di circa 25 tonnellate di PM10 allo scarico e di 900-1.500 tonnellate di ossidi di azoto. E, a differenza dell’Area C, molti divieti riguarderanno anche le due ruote a motore. Vediamoli nel dettaglio.

 

Chi può entrare in Area B

Entreranno senza limiti in Area B in ciclomotori e i motoveicoli a due tempi di classe Euro 5, a benzina 4 tempi di classe Euro 4 e Euro 5, oltre a ciclomotori e motoveicoli alimentati a GPL, metano, bifuel, ibridi ed elettrici​.

 

Chi non può entrare in Area B

Dal 25 febbraio 2019 l’ingresso è vietato per i motoveicoli a due tempi di classe Euro 0, 1 e ai ciclomotori a due tempi di classe Euro 0, 1. Dal 1 ottobre 2019 saranno banditi i (pochissimi) motoveicoli a gasolio di classe Euro0, 1 e i ciclomotori a gasolio di classe Euro0, 1. Poi per un lungo tempo tutte le altre moto e scooter potranno circolare. Almeno fino al 1 ottobre 2024, quando resteranno fuori i motoveicoli e i ciclomotori a due tempi di classe Euro2, motoveicoli e ciclomotori a gasolio di classe Euro2, motoveicoli e ciclomotori benzina 4T di classe Euro0, 1. Dal 1 ottobre 2025, poi, il divieto di accesso sarà esteso a motoveicoli e ciclomotori 2T di classe Euro3, motoveicoli e ciclomotori a gasolio di classe Euro3, motoveicoli e ciclomotori benzina 4T di classe Euro2. Dal 1 ottobre 2028 restano fuori motoveicoli e ciclomotori benzina 4T di classe Euro 3. Infine l’1 ottobre 2030 scatterà il divieto d’accesso di motoveicoli e ciclomotori 2T di classe Euro4, oltre che di motoveicoli e ciclomotori a gasolio di classe Euro4, 5.

 

I mezzi storici

A ogni veicolo d’interesse storico con più di 30 anni e dotato di Certificato di Rilevanza Storica (C.R.S.) rilasciato dagli enti preposti, sono riconosciuti 25 giorni di accesso e circolazione dinamica all’anno, anche non consecutivi previa registrazione e preventiva richiesta di deroga. La concessione di 25 giorni di circolazione dinamica è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 1° ottobre ed il 30 settembre dell’anno successivo. Faranno eccezione i veicoli soggetti al divieto di accesso al momento di entrata in vigore della disciplina Area B, per i quali la concessione dei 25 giorni è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 25 febbraio 2019 ed il 24 febbraio 2020. Ne consegue che, per questi, la concessione dei 25 giorni di circolazione sarà riconosciuta, solo per la prima volta, alla scadenza del termine e sino alla data del 30 settembre successivo.

 

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • dasca88
    demenziale ma fa niente...quindi per la mia collezione storica niente circolazione? o meglio, circolano solo le iscritte a registro per 25 giorni? vabbè..8x25 siamo a 200 giorni, distribuiti sulle varie moto..domanda, abitando in centro e quindi di fatto potendo circolare con quelle moto solo 25 giorni l´anno (fuori dal box sono in area b quindi gli altri giorni non le posso muovere) per moto, dall´entrata in vigore posso pagare 25/365 di bollo e assicurazione? no? e allora sapete cosa vi dico cari politicanti nostrani? non li pago del tutto. Avendo per lavoro domicilio all´estero dall´entrata in vigore metterò la targa estera, poi voglio vedere se mi contestano qualcosa. (Preciso, qua la classe euro quel che è viene MISURATA a livello emissioni, e non data dalla carta, è probabile che moto a benzina degli anni 60/70 rientrino nell´euro 3 pur non essendolo perchè la normativa euro 3 non esisteva all´epoca)