Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

Multe e motociclisti: le infrazioni più numerose

Marco Gentili il 21/08/2018 in Attualità

Nel rapporto ACI-Istat emerge che la categoria dei centauri è la più distratta. Le tre tipologie di infrazioni più contestate infatti riguardano i documenti, l'assicurazione e la revisione. L'eccesso di velocità è nelle retrovie

Multe e motociclisti: le infrazioni più numerose
Chiudi
Sono 53.426 le contravvenzioni elevate ai motociclisti italiani nel 2016. Che si dimostrano, almeno sulla base delle ultime elaborazioni ACI-Istat su dati provenienti dalla polizia stradale, piuttosto distratti sul fronte della burocrazia.

Motociclisti distratti

Infatti, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, la maggior parte di queste contravvenzioni (8.682) sono elevate per mancato possesso dei documenti della circolazione (quindi patente o libretto). Seconda infrazione per numero di contestazioni (7.973) invece è la violazione dell’obbligo di revisione, seguito dal mancato rinnovo dell’assicurazione (7.522). Solo quarta in ordine di importanza il superamento dei limiti di velocità (6.084).

Scorrendo la lista delle infrazioni punite con una multa, spiccano le 4.181 per guida senza patente o con patente revocata, le 3.007 per mancato uso del casco e le 2.598 per “velocità non moderata in relazione alle caratteristiche della strada, meteorologiche e del traffico”.

Le multe più bizzarre

I motociclisti beccati in stato di alterazione alcolica sono stati 495, mentre 174 quelli sotto effetto di stupefacenti. Ma nelle statistiche a fare più rumore sono le multe bizzarre. Come quei 337 multati per “mancato uso di lenti o uso di radiotelefoni o cuffie”, i 39 per “comportamento dei conducenti in caso di incidente” (articolo 189 del codice, ossia colleghi che hanno dato in escandescenze dopo un sinistro), i 94 multati per mancata “tutela delle strade, dei manufatti e della segnaletica” (in pratica, vandalismo stradale). Premio per la multa originale va ai due motociclisti multati per “pubblicità abusiva lungo le strade”, o i due beccati in flagranza di reato nel corso di gare clandestine.

Alla luce delle recenti, drammatiche condizioni che il coronavirus sta producendo in Italia e nel mondo, Domus sente l’esigenza di dare un segnale di presenza, interpretazione e sostegno a tutte le attività creative e produttive, italiane e straniere

Cristian Lancellotti

Vai a #BackOnTrack

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • matteo2191
    Le multe piu' assurde direi - "i 39 per comportamento dei conducenti in caso di incidente (articolo 189 del codice, ossia colleghi che hanno dato in escandescenze dopo un sinistro)" - in pratica se mi investono non posso neanche arrabbiarmi con chi mi ha investito altrimenti prendo una multa?! il mondo va a rotoli. se facessero una multa del genere dovrebbero farmi anche quella per aggressione a pubblico ufficiale.
  • Mr.Mechano
    Non mi sono soccorso - No no parlando di multe bizzarre ai motociclisti. Io nel 2003 sono stato multato, segnalato in procura e processato per omissione di soccorso in un incidente con feriti dove l'unico ferito ero io. Solo perche' al P.S. ci andai il giorno dopo. Il giudice si e' messo a ridere e sono stato assolto perche' il reato non sussiste ed ha criticato i VV.UU. di Fermo (Marche) per la perdita di tempo.