Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

Motociclisti: nel 2017 più morti sulle strade

il 23/07/2018 in Attualità

Il rapporto Aci-Istat sugli incidenti stradali sottolinea la crescita preoccupante dei morti in moto: sono stati 735, +11,9% sul 2016

Motociclisti: nel 2017 più morti sulle strade
Chiudi
Aumentano i morti (3.378 contro i 3.283 del 2016: +2,9%), diminuiscono gli incidenti (174.933 rispetto ai 175.791 dello scorso anno: - 0,5%) e i feriti (246.750 erano 249.175 nel 2016: -1%), stabili i feriti gravi (oltre 17.000: 5 ogni vittima, 68% uomini, 32% donne). Scende da 5,3 a 5,1 il rapporto feriti gravi/decessi, mentre i costi sociali sono stimati in 19,3 miliardi di euro (1,1% del PIL nazionale). Sembra un bollettino di guerra e invece è l’esito del rapporto Aci-Istat sugli incidenti stradali nel 2017. E purtroppo i motociclisti tornano a recitare un ruolo importante nelle statistiche.

Motociclisti, aumentano i morti

L’aumento dei morti ha riguardato in modo particolare i pedoni (600; +5,3%) e i motociclisti (735; +11,9%), che si confermano tra le categorie più a rischio. Gli utenti vulnerabili nel complesso rappresentano circa il 50% dei decessi (1.681 su 3.378). “Rispetto allo scorso anno registriamo, purtroppo, un aumento delle vittime sulle nostre strade - ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia - dopo la flessione del 2016, forse complice anche il positivo contesto economico associato alla crescita delle prime iscrizioni e delle percorrenze. La rete viaria nazionale è davvero vasta, in molti casi obsoleta, non aggiornata nei sistemi di sicurezza passiva quali guard-rail, asfalto e aree di sosta”.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • joannes
    Tragica contabilita' - I motociclisti, come anche i ciclisti ed i pedoni, sono le categorie piu' a rischio sulle strade, ma cio' nonostante spesso sembra che ai medesimi non interessi tale constatazione, in quanto, da motociclista anziano, osservo comportamenti di guida non rispettosi delle norme di circolazione: velocita' eccessiva, non mantenimento della distanza di sicurezza dai veicoli che precedono, sorpassi azzardati
  • gigi0123
    preoccupante: - Quanto commentato penso che ormai sia a conoscenza di tutti, politici e amministrazioni comunali. Le strade sono disastrate, LA SEGNALETICA, inesistente, le pattuglie sono solo impegnate con gli autovelox, i fuori di testa aumentano giorno per giorno e mancano i soldi. Morale per la tua sicurezza rivolgiti a un santo...
  • franna
    Io la penso cosi' - Attenzione, bisogna tolgliere dai verbali la parola ( non lo visto) al vaglio di 10 incidenti in moto, 9 non sono responsabili le moto, e non centra la velocita', ma pene piu' severe per i Colpevoli.
  • alehd1340
    Ci vuole piu' attenzione - Come dicevo nel titolo ci vuole piu' attenzione da parte degli automobilisti che spesso li si vede impegnati a leggere messaggi o comunque a trafficare con lo smartphone invece di guardare la strada. Poi ci sono anche motociclisti che fanno sorpassi azzardati, passano a destra (scooteristi) o altre cavolate del genere, poi le nostre strade fanno veramente pena negli ultimi anni. Ci vuole attenzione