Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

Euro5, il nodo rumore e la deroga all'off-road

Marco Gentili il 15/02/2018 in Attualità

ESCLUSIVO: L'iter legistativo della nuova normativa antinquinamento sta per prendere il via a Bruxelles, ma ci sono alcune questioni sul tavolo che potrebbero cambiarne alcuni aspetti fondamentali. Ecco tutte le anticipazioni e le anteprime

Euro5, il nodo rumore e la deroga all'off-road
Chiudi
Il dossier che porterà a stabilire i parametri delle nuove regole omologative Euro5 ha iniziato il suo iter a Bruxelles, dove sta per essere promulgata la proposta. La sostanza era stata già raccontata in anteprima da Dueruote, ma non è detto che nell’iter legistativo (che culminerà con la codecisione di Parlamento e Consiglio europeo) potranno esserci delle modifiche.

Enduro e Trial

Di certo, sappiamo già che sarà concessa una deroga ai produttori di moto da Enduro e Trial, che sin da subito hanno denunciato la difficoltà di adeguarsi alle nuove normative già a partire dal 2020, anno in cui l’introduzione dell’Euro5 è stato fissato sulla timeline della Comunità europea. La richiesta iniziale di differimento era stata chiesta per il 2024, ma la direzione generale ambiente ha detto che tale data era troppo lontana nel tempo. A questo punto le parti potrebbero accordarsi per differire l’Euro5 per l’offroad al 2022.

Il nodo rumore

La questione più spinosa sul tavolo è relativa alle emissioni sonore. Nella proposta iniziale della normativa Euro5 si demandava alla Comunità la presentazione di una proposta in cui venissero fissati i nuovi limiti per le emissioni sonore delle moto. L’Euro5 quindi prenderà il via in due distinti passaggi: sarà introdotto nel 2020 mentre il cosiddetto “Euro5-rumore” entrerà in vigore non prima del 2022-2023. La questione è di vitale importanza per i produttori: abbassare anche di 1-2 decibel le emissioni sonore delle moto significa riprogettare da zero gli attuali motori e gli impianti di scarico, con un impegno economico ingente. Che inevitabilmente si rifletterà sui consumatori finali, che compreranno moto più costose.

La richiesta dei costruttori

In sede europea le associazioni nazionali dei costruttori (che per l’Italia sono rappresentate da Ancma) suggeriranno di aumentare la sorveglianza del mercato sui silenziatori illegali, che proliferano sulle strade europee. Intervenire a monte della filiera – è questo il pensiero dei costruttori di moto – significa non eliminare il problema. È inutile infatti che l’industria si sforzi nella produzione di mezzi più silenziosi quando basta sostituire collettori e scarichi per vanificarne gli sforzi.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • kealro666
    rumore - beh,andare in moto,anche il rumore ha il suo perche'...tutti abbiamo cambiato gli scarichi,forse la differenza e' come lo si fa'e dove il rumore....poi oggi mi pare non controllino piu'nulla.certe categorie fanno fracasso,ma ormai le ultime moto sono"educate"...."cazzieranno"solo chi ha l'euro 5...e a breve arrivera' l'elettrico.....
  • teocode
    siamo tutti ragazzini - leggo i commenti e noto che chi scrive supera di un bel pezzo gli "anta". un circolo di signori attempati, me compreso s'intende. scarico o non scarico rumore o non rumore se non stiamo attenti e rendiamo intrigante il mondo a due ruote per i giovani le moto verranno guidate da persone a cui rinnovano la patente di anno in anno
  • valtervarotto
    la marmitta e' come il bu.o del cu.o - chi usa la marmitta taroccata ha anche il bu.o del cu.o taroccato. firmato: er mago der cardano
  • mzec58
    rumorosita' scarichi - devo dire che anche la maggior parte dei costruttori di marmitte cerca di rispettare le regole, il problema e' strettamente del motociclista, se toglie il db killer inserito dai costeuttori per poter avere una rumorosita' per molti fastidiosa, i costruttori non hanno moltissima responsabilita' e se proprio dobbiamo dirla tutta, la maggior parte delle hd e customizzate sarebbero illegali!
  • goffredo.ghezzi
    teste vuote per marmitte vuote - Io lo facevo a diciassette anni, di provare a fare un giro con lo scarico svuotato. C'e' pieno di cinquantenni che fanno i co....ni di ritorno montando scarichi vuoti su motozappe americane, con listini da orefice. Mi domando perche' i vigili non li mandino al collaudo. Passione e' passione ma dopo i quaranta dovresti aver capito dove iniziano le altrui liberta'
  • erressesteq
    Marmitte da sparo - Io vivo a Milano e ci sono certe moto/scooter e chi piu' ne ha piu' ne metta che fanno un fracasso infernale, questo vuol dire che non c'e' controllo visto che li incrocio quotidianamente mentre vado a lavorare. Ci fossero controlli giusti e severi qualcosa cambierebbe.