Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

I sindacati tedeschi bloccano (per adesso) la vendita di Ducati

Marco Gentili il 01/08/2017 in Attualità

La decisione del consiglio di sorveglianza del gruppo Volkswagen: Ducati non si cede. Ma l'azienda non ha archiviato del tutto il progetto, mirato a fare cassa. Se ne potrebbe riparlare per la fine dell'anno

I sindacati tedeschi bloccano (per adesso) la vendita di Ducati
Chiudi
La bella dalle sette ciglia, tutti la vogliono e nessuno la piglia. La storia di Ducati potrebbe essere sintetizzata in questo adagio popolare. Le richieste di acquisto non sono mancate, dopo che Volkswagen aveva sondato il mercato per cedere il gioiello di Borgo Panigale, valutato 1,2-1,5 miliardi di euro. Però ieri il consiglio di sorveglianza di Volkswagen si è opposto alla cessione. Decisiva la presa di posizione dei sindacati tedeschi, che occupano 10 dei 20 posti nell’organo di controllo del colosso dell’automotive.

Tutto rientrato, quindi? Non proprio. Secondo alcune fonti citate dall’agenzia di stampa Reuters, Volkswagen avrebbe solo congelato i piani di vendita, per non irritare la componente sindacale, tenendo aperti i dossier fino a fine anno. Dopo l’estate infatti i potenziali acquirenti di Ducati (tra questi, Bajai, Harley-Davidson, Benetton e Polaris, oltre a quattro fondi d’investimento) potrebbero avere di nuovo accesso ai conti dell’azienda per valutarne l’acquisto. Che comunque non dovrebbe essere annunciato prima di Eicma, il Salone della moto in programma dal 7 al 12 novembre.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • Paolo Salvatore
    Istriano - Leggi meglio, sono miliardi non milioni, 1,5 miliardi di euro.
  • istriano
    1,5 milioni - Ha sto prezzo la prendo io :))))