Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

Velox: controllate la regolarità del verbale!

di Riccardo Matesic il 23/02/2017 in Attualità

Una sentenza della Corte di Cassazione rischia di rendere irregolari -e quindi contestabili- molti verbali per eccesso di velocità. Il nodo è la mancata indicazione degli estremi del decreto del prefetto. Ma vale solo su alcune strade, come spieghiamo nel nostro articolo

Avete ricevuto a casa una multa per eccesso di velocità, presa su una strada urbana o extraurbana secondaria? Il verbale potrebbe essere nullo.
Velox: controllate la regolarità del verbale!
La Corte di Cassazione (sentenza 26441 del 20 dicembre 2016) ha ribadito infatti che sul verbale, nei casi in cui l'infrazione sia stata commessa su una delle due tipologie di strade citate, va sempre indicato il decreto del prefetto. Quello che per legge autorizza le forze dell'ordine a effettuare controlli di velocità senza contestazione immediata su quella strada, e a quel preciso chilometraggio.

Ricordiamo che in caso di eccesso di velocità la contestazione può essere differita (cioè con verbale inviato a casa), solo se la violazione è avvenuta su autostrade o strade extraurbane principali. Per le strade extraurbane secondarie o urbane ad alto scorrimento è invece possibile solo a patto che il prefetto indichi con apposito decreto i tratti dove per specifiche ragioni di sicurezza le forze dell'ordine possono procedere a tali controlli senza contestazione immediata.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.