Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Veneto

L'altopiano di Asiago

di Tiziana Crimella, foto di Roberto Mele il 03/10/2013 in Veneto

Malghe e curve, vaste praterie e sapori doc, sentieri tracciati dalla Grande Guerra e fili di fumo che profumano di speck. Ma anche insoliti musei che illustrano fischietti e cave popolate da serbatoi con sembianze umane...

L'altopiano di Asiago
Chiudi
La nostra gita, di 190 chilometri, ci porta da Breganze ad Asiago e poi, attraverso il Passo di Vézzena e il Passo del Sommo, di nuovo ad Asiago incontrando i famosi tornanti di Cogollo.
L'Altopiano di Asiago sulla carta stradale è un incrocio di strade bianche, cioè quelle secondarie, tutte segnate come panoramiche.
Tre le rampe di accesso: da Bassano, da Cogollo e da Breganze. Da qualsiasi parte la si affronti, la salita è una sequenza infinita di tornanti ripidi che cancellano in fretta rumori e traffico dei centri vicentini.
Salendo dalla città della storica Laverda, si entra adagio in sintonia con l'ambiente che assume, man mano che si pennellano le curve, una connotazione sempre più alpina...
Il racconto completo del viaggio è stato pubblicato nel numero di Giugno 2013 di Dueruote. Qui però, oltre alle informazioni essenziali e alle località da non perdere, potete sfogliare la bella gallery fotografica che comprende molti scatti inediti.
L'altopiano di Asiago
LA CAVA DIPINTA
Nata da una sfida dell'artista Toni Zarpellon per combattere il degrado della cava abbandonata di Rubbio. I massi di pietra grigia sono dipinti e colorati così da assumere sembianze antropomorfe o ricreare la suggestione di un bestiario immaginario. La Cava Abitata ospita, come "inquilini", 150 serbatoi cui sono state date sembianze di volti umani. www.cavedirubbio.com.

LA GRANDE GUERRA
È uno dei filoni di visita dell'Altopiano, segnato dalle testimonianze del primo conflitto mondiale. Tra i luoghi che fanno parte dell'itinerario della Grande Guerra: il Sacrario Militare di Asiago e il Museo Storico Militare Forte di Punta Corbin, in Località Treschè Conca, nel comune di Roana. Sul web, per approfondimenti: www.lagrandeguerra.net.

IL MUSEO DEI CUCHI
Si trova a Cesuna, questo insolito museo con teche zeppe di fischietti. Ce ne sono di svariati colori e fogge, provenienti da ogni parte del mondo, tutti con le loro storie e ragioni d'essere: per imitare il canto degli uccelli, per scacciare gli spiriti o come oggetti scaramantici. I cuchi sono in terracotta e possono essere acquistati durante la visita (orario: 10-12 e 15,30-19). Su www.museodeicuchi.it anche uno scritto di Mario Rigoni Stern.

FORMAGGI E SALUMI
Non si produce solo Asiago, ma anche Antico Maso Rosso ed Enego. Quanto ai salumi, imperdibile lo speck locale, più morbido e dolce del più famoso tirolese. Per degustare e acquistare: Tipicamente Asiago, Via Rendola 41, ad Asiago, tel. 0424 600598.
L'altopiano di Asiago
Mangiare
MONTE CORNO (VI)
Casello del Guardia

Località Monte Corno, tel. 0445 1925428, 340 3292818.
Punto ristoro con cucina casalinga e proposta di grigliate, capriolo e polenta, paste fatte in casa. Tra tavoli e panche panoramiche, possibile l'incontro con qualche mucca in cerca di coccole. Da 12-15 euro.

GRIGNO (TN)
Rifugio Barricata
Località Barricata, Altopiano di Marcesina, tel. 0461 765139; www.rifugiobarricata.it.
Raggiungibile su asfalto, propone piatti rustici locali: pasta con funghi, stracotti di selvaggina, ma anche solo taglieri di salumi e formaggi tipici. Aperto tutto l'anno, con camere. Pasto da 15-20 euro.

NELLE MALGHE
L'altopiano è disseminato di malghe dove, oltre ad acquistare cibi locali, si pranza con poca spesa in un ambiente semplice e accogliente. Si va dal piatto di polenta con soppressa ai taglieri di formaggi e salumi, vino e pane.

Dormire
ASIAGO (VI)
Albergo Garni Rendola

Via Rendola 41, tel. 0424 464148; www.albergorendola.it.
Residence con camere doppie o quadruple e mono e bilocali a ingresso indipendente. Dotato di ristorante, garage chiuso, noleggio gratuito mountain bike e convenzione con il noleggio quad, di fronte alla struttura. Doppia con colazione: da 70 euro.

ENEGO (VI)
Pensione Al Pino
Via Stoner 53, tel. 0424 490266; www.albergoalpinoenego.it.
A conduzione familiare, camere con bagno, semplici e confortevoli, luminose e panoramiche. A tavola piatti tipici della tradizione locale. Con garage coperto per le moto e wi-fi gratuito. Camera doppia con colazione: 50 euro.
L'altopiano di Asiago
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • flv34
    Bei ricordi e non solo - i Brividi mi percorrono la schiena solo al pensarci adesso. Si non me ne fregava di meno 30anni fa su quel vezzena era libidine. Vedre il Bilico in ingresso curva e' una bestemmia alla curva stessa e non solo quella. E poi da Enego ad Asiago. Era un Kavasaki 500 Mach 3H1D non so se quella famiglia che faceva PicNic sia stata intimorita dalle marmitte ad espansione o che cosa, ma la staccata era da.
  • teniax
    Sono di parte - Ciao a tutti, io sono un po' di parte perche' nell'altopiano ci vivo...ma ragazzi da girare in moto...e per il mangiare e' stupendo... Complimenti per foto e articolo, ben evidenziato quasi tutto, ma per chi volesse c'e' ancora molto altro da vedereeee.... ciao e buon viaggio a tutti!!
  • mguzzi04
    Un'altra alternativa - Da Arsiero, quando si arriva nella valdastico, si gira a sinistra e una volta arrivati a Pedescala, c'e' una stradina in salita che tra curve, tornanti e tornantini con una vista spettacolare sulla vallata sottostante, porta a Rotzo e da qui a Cesuna e Asiago. Mitica....
  • dinoprof
    salita alternativa - Consiglio di salire ad Asiago passando per Lusiana evitando la strada del Costo in quanto farcita di controlli e "piloti" o pirlotti! L'Asiago stagionato 3/4 anni del caseificio Pennar vale la strada.
  • GiorgioPie2009
    Bellissimo ricordo - Ci sono stato in campeggio nei gli anni 50 e di quei magnifici posti ho uno splendido ricordo. Ciao a tutti
  • Zipposauro
    Costo - Il "costo" come viene chiamata qui la salita di 10 tornanti che da cogollo porta a Tresche' Conca e' scenario di almeno un paio di incidenti mortali a finesettimana...occhio se vi ci trovate..sabato e domenica chi sopraggiunge da di fronte o da dietro non avra' alcun rispetto per voi e la vostra moto,persobe che vanno in moto non per passione ma pensando quella sia una pista.Lamps...
  • crazy paul
    Vero! - Sante parole! Panorami e cibo genuini! E poi non dovrebbe mancare una visita all'imponente Ossario, a commemorare tutti quei poveri ventenni che li' ci hanno lasciato le penne nella Grande Guerra (...che poi sia "grande" una guerra...)
  • gattostanco
    Splendido - Beh, l'Altipiano e' splendido. Punto e basta ;-) Un consiglio (per la prossima estate, visto che a ottobre le malghe sono gia' chiuse per l'inverno): portate con voi una borsa termica per acquistare burro, formaggio e ricotta affumicata in qualche malga sparsa sull'Altipiano... sono tutt'altra cosa rispetto ai prodotti industriali :-) Lamps