Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Liguria

Liguria e Piemonte: da Savona ad Acqui Terme

Di Tiziana Crimella, foto di Roberto Mele. Adattamento web di MariaVittoria Bernasconi il 18/04/2014 in Liguria

Dal mare alla campagna passando il confine convenzionale tra Alpi e Appennini: una gita breve ma intensa, che attraversa quattro provincie e magnifici paesaggi

Liguria e Piemonte: da Savona ad Acqui Terme
Chiudi
Partenza e arrivo Savona - Acqui Terme
Lunghezza 103 km
Quando partire Da marzo a novembre
Ideale per Paesaggi, natura, enogastronomia
Moto adatte Tutte
Questo piccolo viaggio è un concentrato di paesaggi e spunti di ogni genere: la partenza è Savona, che merita una passeggiata tra la parte moderna del porto e la parte vecchia, dove i palazzi antichi si susseguono stretti e affrescati lungo i carruggi ombrosi. Lasciato il mare, gli aromi salmastri e la brezza frizzante accompagnano per un po' lungo la statale 29 verso la Bocchetta di Altare. Da qui l'atmosfera cambia completamente: iniziano gli Appennini e si è immersi in un paesaggio fatto di colline aspre che man mano si addolciscono seguendo il fiume Bormida.

La campagna contorna la nostra strada che attraversa Cairo Montenotte e s'insinua tra i calanchi del parco Naturale Regionale di Piana Crixia. Poi sono le colline delle Langhe a concludere il viaggio, tra formaggi dop e specialità create con la Nocciola Tonda Gentile, prodotto igp di questa zona.
In queste pagine trovate un estratto del servizio pubblicato sul numero 99 di Dueruote, uscito nel mese di luglio 2013, le informazioni da non perdere e, soprattutto, il perché intraprendere questo splendido viaggio in moto!
Se volete leggere l'itinerario completo potete trovare Dueruote di luglio 2013 anche nella Digital Edition, clicca qui!
Liguria e Piemonte: da Savona ad Acqui Terme
Questa è una gita eclettica, che offre spunti naturalistici ed enogastronomici. Sono due i punti più suggestivi: il primo è la piccola strada sul colle di Cadibona, da raggiungere lungo la vecchia via del passo che inizia nel paese di Altare (in zona ci sono lavori stradale temporanei: attenzione al transito alternato).
Una via dimenticata che fa scoprire perle come un'antica vetreria abbandonata. E poi Piana Crixia coi suoi calanchi e il tratto che segue l'omonimo Parco: la strada si arriccia in numerosi tornanti che portano a un maestoso panorama. Infine, segnaliamo la bella strada che passa da Cortemilia, tra rigogliosi noccioleti che sfilano accanto alla moto.
Liguria e Piemonte: da Savona ad Acqui Terme
La vecchia fabbrica del vetro di Altare
Le terme di Acqui
I trattamenti del benessere sfruttano le acque salsobromoiodiche e sulfuree delle sorgenti di Acqui.
Info: www.termediacqui.it

Il Museo del Vetro di Altare
All'interno della cornice Liberty di Villa Rosa, dodici sale accolgono le collezioni di opere in vetro prodotte a partire dal XVII secolo: oggetti di uso comune e opere d'arte vetraria di Cimbro, Costantino e Dorino Bormioli, maestri del Novecento. Annessa la biblioteca specializzata del vetro. Aperto tutti i pomeriggi tranne il lunedì.
Info: www.museodelvetro.org

Il Mercato della Terra di Cairo Montenotte
Ogni secondo sabato del mese, quaranta produttori della Val Bormida, Basso Piemonte e Riviera di Ponente vendono olio extravergine, frutta, verdura, salumi, formaggi, oltre al pesce dei pescatori di Vado, secondo le regole e la filosofia di Slow Food.
Info: www.mercatidellaterra.it
Liguria e Piemonte: da Savona ad Acqui Terme
Km Città Descrizione
0 Savona In città, seguire le indicazioni per Conca Verde, quindi per Altare. Si segue così un tratto alternativo alla SS29
18 Altare Proseguire per Cairo Montenotte, Piana Crixia, sul vecchio tracciato fuori dalle gallerie.
44 Piana Crixia Svoltare a sinistra per Cortemilia e proseguire verso Vesime, Bubbio, quindi per Acqui Terme.
76 Vesime Possibile deviazione per Roccaverano (11 km), da cui si può continuare per Bubbio (altri 16 km).
103 Acqui Terme

Fine dell'itinerario. Si può rientrare a Savona sulle bellissime curve della SS334 del Sassello (60 km).







Liguria e Piemonte: da Savona ad Acqui Terme
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • asalm
    Si' bello ma... - ...solo da percorrere con un Enduro e con gomme belle intagliate... condizioni asfalto terrificanti... pericolosissimo, inoltre l'erba e gli alberi ai lati non sono ne' tagliati ne' potati, quindi scarsa visibilita', ormai e' tutto abbandonato e lasciato al suo destino, pessimo esempio di un'italia (scritto volutamente minuscolo) da dimenticare.