Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Liguria

Transappenninica Emiliano Ligure

Testi e foto: MariaVittoria Bernasconi il 03/06/2004 in Liguria

Da Fiorenzuola a Sestri Levante, un percorso che in 135 km porta dalle curve tortuose dei passi montani alle strade profumate di salsedine della costa. Da gustare senza fretta, pennellando curve perfette

Transappenninica Emiliano Ligure
Chiudi

Testi e foto: MariaVittoria Bernasconi


Le belle strade tra Bore e Bardi (sullo sfondo la Fortezza)

Eclettico
: ecco l'aspetto preponderante di questo itinerario, che percorre tornanti, tocca la cima di due passi montani e cade a picco nel dolce mar Ligure.
Un percorso da gustare sotto tutti i punti di vista: quello motociclistico per le strade ricche di curve e tornanti dall'asfalto mediamente intatto; quello paesaggistico per l'esplosione di colori dei boschi e dei corsi d'acqua; quello culturale per le comode deviazioni verso borghi che conservano lo spirito dell'epoca; infine quello eno-gastronomico, perché tra una "lasagna" ed uno "gnocco fritto", un piatto di "pansoti al sugo di noci" ed un bicchiere di "Sciacchetrà", si fa presto a completare la giornata!


L'ideale è intraprenderlo nei mesi più caldi così da non farsi cogliere da piogge e vento sui monti dell'Appennino emiliano-ligure (come purtroppo è successo a noi!) e per assistere al tramonto sul mare una volta arrivati a Sestri.

La partenza è democratica: Fiorenzuola d’Arda, a cui si arriva dalla comoda A1. La prima tappa è Castell’Arquato, a pochi chilometri di distanza, che merita una prima deviazione: si entra passando dalla porta Stradivari, posta sotto l’omonimo palazzo. Il piccolo borgo medievale è tagliato in due da una strada a ciottoli in salita che porta alla piazza principale dove si possono ammirare il Palazzo del Podestà e la Collegiata di Santa Maria Assunta.
Uscendo dal paese si passa sotto la porta del Sasso che immette direttamente sulla strada per Lugagnano. Da qui fino a Vernasca l’asfalto è piuttosto dissestato, ma una volta imboccata la Statale 359 la sinfonia cambia: i tornanti si infittiscono e ci si concentra su una guida che asseconda le numerose curve.


Si sale velocemente verso il passo Pellizzone (1029 mt.) dove, anche in primavera, ci si può immergere in un’atmosfera invernale e nebbiosa, macchiata di neve e spazzata dal vento. Ma in condizioni migliori il paesaggio vale davvero la pena: lo sguardo spazia sulle colline sottostanti, sui corsi d’acqua e sulla linea tortuosa della strada che scende verso Bardi.

Bardi è un’altra bella cittadina arroccata su uno sperone di pietra, su cui troneggia l’omonima Fortezza, risalente al IX secolo. La strada continua costeggiando la città e proseguendo in discesa in direzione Borgo Val di Taro, capitale del Fungo Porcino. Qui infatti ha sede il Consorzio del Fungo di Borgotaro, ne conseguono piatti da acquolina col pregiato “Boletus”.
Superato il paese si incontra al km. 7 un bivio: girate a sinistra verso il Passo di Cento Croci (1055 mt.). Una serie di tornanti portano verso la cima del passo, dove si trova una locanda-ristorante, il cui edificio era una vecchia Dogana del Ducato di Parma. La discesa inizia qui: solo una tappa a Varese Ligure interrompe un percorso che si trasforma in pochi km. Dai profumi e le temperature montane si passa ai colori ed al tepore marittimi. I primi accenni si osservano appunto nella cittadina di Varese Ligure, che vale una tappa ed un giro nella parte vecchia che comprende il celebre Borgo Rotondo ed il Castello dei Fieschi costruito verso la fine del ‘400.

Una volta superato Varese Ligure la strada si stringe ed attraversa i paesetti di Castiglione e Casarza, fino a tuffarsi nel mare delle baie di Sestri Levante.
Dopo parecchi chilometri di curve il clima mite della cittadina ligure è un toccasana ed una sosta è d’obbligo per vivere l’atmosfera vivace della sera sul lungomare.
Sestri Levante è chiamata anche città dei due mari per la caratteristica penisola, che delimita le due famose anse naturali: la Baia del Silenzio (così chiamata dal poeta De Scalzo) e la Baia delle Favole (nome attribuitole da Hans Christian Andersen). Sulla penisola c’è un parco con la tipica vegetazione della macchia mediterranea e magnifiche scogliere.

Le magnifiche curve tra Bore e Bardi: paesaggio dolce e asfalto perfetto!

Borgo Val di Taro
Assaggiare il fungo porcino “d.o.p.” proposto da molti ristoranti ed acquistabile direttamente nelle aziende agricole ed agrituristiche dei dintorni.

Varese Ligure
Il Borgo Rotondo, il centro strorico dalla caratteristica pianta circolare. Una volta entrati si attraversano microscopici caruggi tra le case multicolori. Il Borgo ha una storia antica, fu edificato dai conti Fieschi con funzione difensiva, proprio accanto al Castello, anch’esso di pianta circolare.

Sestri Levante
La mitica “fugassa” sfornata calda dai panettieri di Sestri.
La Chiesa dei Cappuccini, in una posizione che domina la Baia del Silenzio e Portobello, posto all’estremità della baia stessa. In questo angolo caratteristico si trovano Palazzo Negrotto Cambiaso e il Complesso dell'Annunziata (recentemente restaurati), sede di varie iniziative culturali. Un sentiero percorribile a piedi sovrasta le scogliere sulla costa orientale, raggiunge un antico torrione di avvistamento, da cui si gode un eccezionale panorama, e si collega alla frazione di Riva Trigoso.
La Chiesa di S. Nicolò dell'isola del 1151; il lungomare che si snoda dalle rocche di S. Anna fino al porto turistico e che abbraccia tutta la fascia costiera della zona di ponente.

Fiorenzuola d'Arda

Seguire le indicazioni per Castell'Arquato- strada Provinciale n°4

0

0

Castell'Arquato

Seguire la strada per Lugagnano Val d'Arda

10 

10'

Lugagnano Val d'Arda

Entrando in paese seguire a sx per Vernasca sulla statale 359

5

6'

Vernasca

Proseguire per Bardi con transito sul Passo del Pelizzone (1029 mt.)

2,5

6'

Bardi

Proseguire sulla Statale n°359

26

36'

Bivio per Borgo Val di Taro

Girare a sx per Borgo Val di Taro

2

2'

Borgo Val di Taro

Oltrepassare il paese e svoltare a dx per Passo di Cento Croci-Sestri Levante sulla Statale n°523

29

45'

Bivio per P.so di Cento Croci

Girare a sx al bivio per P.so di Cento Croci- Sestri Levante

6,2

8'

P.so di Cento Croci

Transito a 1055 mt. Proseguire per Varese Ligure

12,8

20'

Varese Ligure

Allo stop girare a sx per Sestri Levante. Proseguire sulla Statale n°523

12,3

13'

S.Pietro di Vara

Al bivio proseguire dritto per Sestri Levante

5,6

5'

Sestri Levante

 

24

27'

TOTALE

 

135,4

2h 58'

 

Castell’Arquato
Ristorante Stradivarius
– via Sforza Caolzio, 36 – Castell’Arquato Tel 0523.803381. Ristorante sito nell’omonimo palazzo. Cucina tipica e creativa.

Borgo Val di Taro
Good Night Taylor –
via Alcide De Gasperi- Borgo Val di Taro. Tel 0525.97892Pub rustico, si mangiano i piatti freschi di giornata, come le lasagne con sfoglia alle erbe.

Agriturismo Ca’ Bianca – Loc. Ostia Parmense – 43043 Borgo Val di Taro Tel.0525.98213. Ambiente rustico per una cucina stagionale. Da provare le specialità col Fungo Porcino e i Tortelli di Erbette, il Cinghiale, il Budino di Ricotta. Si può anche dormire.
Trattoria Mimosa – Loc. Baselica 153 – Borgo Val di Taro.Tel. 0525.98475. Funghi, trifolati, fritti, alla griglia, in zuppa.

Varese ligure
Azienda Agrituristica "BOSCHETTO"
- Chiesa, 141b - Scurtabò. In piena Valle del Biologico, tutti i piatti sono a base dei prodotti locali.
De Paoli Maria - Loc. Carbelletta, 48 - Codivara. 6 posti letto - ristorazione 15 coperti

Sestri Levante
Ristorante Rezzano – via Asilo Maria Teresa, 34 – Sestri Levante. Tel.0185.450909 Cucina tipica e vendita di vini ricercati. Elegante.
Trattoria Mainolla - via XXV Aprile, 187 – Sestri Levante.Tel.0185.42556. Cucina tipica di pesce. Buon rapporto qualità/prezzo.
Azienda Agricola Monte Pù- via 16030 Castiglione Chiavarese, Sestri Levante. Tel. 0185.408027. Per chi desidera allontanarsi dalla folla e dal centro: si può sia mangiare sia soggiornare.
Camping Mare Monti – via Aurelia km. 469, Sestri Levante. Tel. 018544348. A cento metri dal mare, c'è anche una piscina.
Hotel Due Mari – vico Coro 18, 16039 Sestri Levante. Tel. 0185.42695


Lo shopping è tutto gastronomico. In Emilia sono i prodotti della terra a farla da padrone: un percorso che alla fine del viaggio riempirà il paniere di prelibatezze.
Da Castell’Arquato, dove si possono trovare i vini Malvasia e Gutturnio all’Azienda Agricola Ca’ Suardi in Loc. Case Suardi al 4 (0523.803673), si passa a Borgo Val di Taro, capitale del Fungo Porcino. Da cercare dunque le gastronomie e le aziende agricole che offrono il Porcino d.o.p., come la Bottega del Fungo in via Nazionale al 10 (0525.96898) o Bruschi Borgotaro in via Caduti del Lavoro 5 (0525.96430), che tratta il prezioso Boletus da fine ‘800.

Addentrandosi in territorio ligure si attraversa la Valle del Biologico, ovvero una vallata che ha fatto propria la filosofia del “naturale” e che propone i prodotti direttamente dalle aziende. Ad esempio i formaggi della Cooperativa Casearia Val di Vara Loc. Perazza (0187.842108) sono prodotti solo con il latte dei soci, tutti contadini della Val di Vara, secondo le antiche ricette di caseificazione. Come l’Apicoltura Dafne Loc. Gumo - Varese Ligure ( 0187.842282), che produce secondo dettame biologico miele, polline, propoli e pappa reale.
Scendendo sul mare si possono comprare le focacce tipiche da Menini, uno dei più buoni panifici di Sestri, in via Nazionale. Sempre in tema ma specializzata in dolci la Pasticceria Rossignotti, che propone i tipici amaretti di Sestri in via XXV Aprile 3; mentre per il salato ci sono due indirizzi fondamentali: Matra, una gastronomia dove trovare un po’ tutti i prodotti tipici di ottima qualità. Ci sono i vini liguri come lo Sciacchetrà ed il Passito, la torta di pinoli, il polpettone ligure, l’olio e le olive taggiasche. Poco più avanti la tappa di rito è il Pastificio Moderno: pansoti, pesto, salsa di noci e ravioli di pesce. In più è gestito da uno sfegatato motociclista che potrà darvi qualche consiglio anche sulle curve del Bracco!

Fiorenzuola d’Arda
Cattoni Luciano
– via Romagna, 24 – Tel. 0523.941133. Officina auto/moto.
Officine Fiornzuolane – via Buozzi, 6/8 – Tel. 0523.943030. Officina auto/moto

Lugagnano Val’Arda
Pozzi Piero
– Loc. Zona Artigiana – 0523.891551. Officina auto/moto

Borgo Val di Taro
Bazzani Luigi
– via Abazia 3 – 0525.96241. Officina auto/moto

Sestri Levante
Autofficina Caccamo
– V.le Mazzini, 158/b – Tel. 0185.458119. Officina auto/moto
Malaguti – Arbasetti - VIALE ROMA,50 - Tel. 0185.41283
Centro revisioni Maggi – via C. Raffo, 7 – Tel. 0185.41160. Officina auto/moto

Transappenninica Emiliano Ligure
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • paolabi
    Avete ragione ma... - Cari lettori, sulla mappa avete ragione ma e' un errore che dipende da problemi tecni'ci derivati dalle passate trasmigrazioni del sito. L'articolo e' del 2004 e ha risentito di questi disservizi. Ce ne scusiamo. Lamps a tutti. Paola di Dueruote.it
  • mr.bond
    e' uno scherzo? - ..SPERO VIVAMENTE CHE L'ERRORE "COLOSSALE" VENGA RAPIDAMENTE RISOLTO..NON SI VEDE LA MAPPA HA RAGIONE BLUKIR!!
  • blukir
    ma che razza di informazioni - la cartina e' sfuocata ed incompleta in quanto si vede solo il primo tratto, km e tempi sono coperti da pubblicita' ed altre informazioni e non si riesce a toglierli. Credevo che almeno Voi foste un sito perfetto ahime' non e' cosi' !!!
  • Trukbiker
    Peccato - PECCATO NON SI LEGGA I KM E I TEMPI...COMUNQUE COMPLIMENTI,OTTIMA IDEA..
  • atalanta2008
    rilassante - volendo tornare all'Abetone a trovare imiei amici sono passato per la prima volta da quelle strade e mi sono veramente divertito con la mia vespa 25ogts anche se non pensavo fossero così isolate poi il borgo di Bardi con il suo castello è molto bello a Borgotaro ho proseguito x Pontremoli in mezzo ai boschi e sebbene ho fatto parecchi km la natura che attraversavo mi rilassava