Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Spagna

A Natale: Barcellona in moto

Testo e foto di Daniele Massari il 22/12/2004 in Spagna

Ricca di vita di giorno e di notte, la città catalana regala emozioni speciali anche in questo periodo ai turisti e si rivela decisamente a misura di motociclista

A Natale: Barcellona in moto
Le case Batllò e Amatllèr: tra i primi posti da visitare

Le case Batllò e Amatllèr: tra i primi posti da visitare
Se amate i motori e vi piace il clima caldo e vitale delle città di mare, quella che vi proponiamo potrebbe essere una buona idea per le imminenti vacanze natalizie o di fine anno. Noi siamo stati a Barcellona una manciata di giorni or sono, per vedere che aria tira, ed abbiamo ritrovato una città viva a tutte le ore del giorno e della notte e particolarmente adatta ai motociclisti che qui incontrano un'accoglienza amichevole, infrastrutture adatte a soddisfarli e tanta genuina passione per il mondo dei motori.


Tanto per cominciare, il clima da queste parti costringe difficilmente a metter via la propria "due ruote", grazie ad una temperatura che anche in inverno si attesta attorno ai 10° di media ed a precipitazioni medie non devastanti (anche se quando ci siamo stati noi abbiamo dovuto fare i conti con un paio di giorni di pioggia). Se poi avete voglia di raggiungerla in moto, vi accorgerete che basta seguire un elementare itinerario che passa per la Liguria e la Costa Azzurra, seguendo il profilo del Mar Tirreno.


In città non è difficile orientarsi grazie ad un tessuto urbano che si sviluppa attorno alla Avinguda Diagonal, una secante che taglia da est a ovest la fitta trama urbana incontrando l'altra grande arteria, la Gran Via de Les Corts Catalanes, che giunge sino all'aeroporto.
Certo, noi abbiamo avuto la fortuna di andarcene a zonzo con una divertente Derbi GPR 125 Naked: un mezzo con il quale certamente non avremmo potuto giungere a Barcellona in due dall'Italia e tuttavia una preziosa cavalcatura nell'affollato traffico catalano.


Affollato, perché no, anche di moto, ché a Barcellona si registra la più alta concentrazione di motocicli di tutta la nazione, il che ha portato le autorità cittadine a favorire i motociclisti: i risultati più tangibili sono il gran numero di parcheggi per moto, presenti praticamente in ogni punto della città, ed una generale disponibilità dei "gendarmi" a chiudere un occhio quando, col posteggio gremito, si finisce per parcheggiare sugli ampi marciapiedi.

Indipendentemente dalla durata del vostro soggiorno a Barcellona, vi sembrerà una visita troppo breve, tanto è ricca di richiami di ogni genere questa città. Una buona guida turistica vi aiuterà comunque ad avere un’idea di massima delle attrazioni che più si avvicinano ai vostri interessi, e già quelle saranno sufficienti a riempire di colore e musica la vostra vacanza.
Al di là del fascino di una irrinunciabile passeggiata sulle Ramblas, dove giorno e notte si esibiscono artisti di strada e mimi, e dove al calar delle tenebre si può assistere alla trasformazione di alcune anonime botteghe in sexy shop, vi consigliamo di addentrarvi tra le suggestive strade del Barrì Gotìc, dove si può ammirare il miglior esempio del gotico catalano facendo una visita alla Cattedrale, dedicata a Santa Eulalia e posta accanto a Palazzo Reial Major.



E come rinunciare, specie nel periodo natalizio, a visitare uno dei monumenti di maggior fascino forse del mondo intero? Stiamo parlando della Sagrada Familia (sopra) , che sebbene sia ancora lungi dall’essere ultimata, desta stupore, meraviglia, ammirazione ed un senso di piccolezza che lascia storditi…


I nottambuli, però, scopriranno un angolo di paradiso andando ad esplorare la zona “marinara” della città, rimessa in sesto in occasione dei Giochi olimpici del 1992: parliamo, oltre che della Barceloneta che richiama tanto certi scorci suggestivi di Napoli e Marsiglia, del Porto Olimpico, un centro di recente realizzazione che si è rapidamente affermato come cuore della “Barcelona by night” grazie ai tantissimi locali che sorgono l’uno accanto all’altro lungo una serie di moli e frequentatissimi sia d’estate che d’inverno.
Infine, non rinunciate ad una passeggiata nello splendido Parco di Montjuic, che fu il centro delle Olimpiadi del ’92 (in occasione delle quali fu profondamente rivisitato dai migliori architetti del panorama spagnolo) e che, soprattutto, vanta uno storico e pericolosissimo circuito stradale risalente agli anni Trenta: qui si sono affrontati i maggiori campioni della storia delle due e delle quattro ruote dell'epoca.


Se volete provare a percorrere il tragitto della mitica 24 Ore di Montjuic, sappiate che partiva dalla fontana antistante il palazzo del Museo Nazionale, procedeva lungo l’Avinguda de l’Estadi alla volta del Museo Etnologico e tornava verso Plaza de Espanya.


L'esimio collega Luigi Rivola ci aveva caldamente consigliato in caso di trasferta a Barcellona "una gita a Sitges”: eccoci quindi sulla Strada Statale 31 (panoramica sul mare, in alternativa c'è l'autopista 32), in sella alla nostra GPR 125, alla volta del piccolo e soleggiato centro balneare a Sud di Barcellona.
Qui, su precise indicazioni dell’infallibile Luigi, ci siamo messi alla ricerca del Circuito di Sitges-Terramar, un ovale costruito nel 1922 e dotato, a detta di chi lo ricorda, di spaventose curve paraboliche in cemento. Luigi ci aveva parlato dello stato di abbandono in cui versava la pista all’epoca della sua ultima visita, risalente a qualche anno fa, ma il constatare che nemmeno gli abitanti di Sitges sapevano dove si trovasse è stato scoraggiante!


Alla fine, un barista avanti con gli anni ci ha consigliato di cercarlo sulla strada per Vilanova, circa tre km fuori dal centro abitato, sulla destra della C 246a. Una mezz’oretta di ricerca lungo strade sterrate che costeggiano un bosco, infine con l’aiuto di un corridore di corsa campestre lo abbiamo trovato: “è proprio qui, sulla destra, oltre questo dosso!”

Abbiamo lasciato la moto, ci siamo arrampicati lungo i fianchi di uno dei due rettilinei ed ecco che ci si è spalancato dinnanzi quella che all'epoca doveva essere un’autentica opera d’arte. Alla fine siamo riusciti anche a tirar dentro la moto, ma percorrere a motore l’interno delle ripidissime curve paraboliche, con la pavimentazione resa viscida dal muschio e dall’umidità, è un’impresa che ha dell’impossibile.
Qualche scatto, un paio di scivoloni (per fortuna senza conseguenze), e ci si ritrova di nuovo sulla strada, verso il lungomare di Sitges, alla ricerca dello , un altro posto imperdibile: tra le centinaia di cimeli provenienti dal mondo dello sport in genere, in questo locale di Passeig de la Ribera 48 si conserva anche una Cagiva Elefant che ha calcato i sentieri della Parigi-Dakar e la moto con cui Tarres vinse il Campionato Mondiale di Trial nel 1995.



Biker Bar El Resplandor - Vi abbiamo bevuto due birre medie con soli 3 Euro (!) Bel posto, accogliente, si respira aria di passione vera. E’ l’espressione del Custom Club El Resplandor. Ambiente caldo, bell’arredamento (c’è anche un bicilindrico Harley in bella mostra). C. Marc Aureli 38-40, 08006 Barcelona. www.elresplandorbikers.com.

El Trobador - In questa “Braseria Mediterranea” si gustano ottime Tapas, ed il servizio è cortese e rapido. Prezzi non pazzeschi (due birre, tre piatti, un caffè e un’acqua minerale li abbiamo pagati 16,50 Euro). Ce ne sono tre sedi: in C. Enric Granados 122, in C. Ferran 46 e sulla Rambla Catalunya, tutte a Barcellona.

Club House Tavern - Un Biker Bar a tutti gli effetti. Las Vegas Boulevard 4001, Barcelona.

Paddock Motard Bar - Luogo d’incontro di alcuni motoclub della città, punto di ritrovo e di passaggio obbligato per i motociclisti in visita, rivendita ufficiale dei prodotti del Joe Bar Team, è una birreria dall’atmosfera ospitale e calda, che purtroppo non offre cibi caldi. Alle pareti cimeli motociclistici di ogni tipo, qualche moto esposta (una anche in bagno) e nei bagni mosaici a tema (per non parlare delle porte, in cui “maschi” e “femmine” vengono indicati con un pistone e un cilindro). Aperto dal tutti i giorni dalle 18 alle 2 del mattino, si trova sull’Av.da Paral-lel 92, 08015 Barcelona. Tel. +39 933295142.

La Flauta - Due birre minuscole e due panini al prosciutto 25 Euro (!) ma il servizio è veloce e professionale, e la varietà di Tapas fa venire l’acquolina in bocca. Si trova in Caja Balmes.



Jabuco - “Jamoneria”, ossia luogo specializzato nella preparazione del Jamon (cioé il prosciutto). Sul Moll del Mestral, nella luccicante zona del Porto Olimpico. Vi abbamo mangiato ottima carne, con bevande, antipasto e caffè si spendono circa 50 Euro in due. Moll Mestral 8-9 (Port Olimpic), 08005 Barcelona.

N.R.G. - Di questo locale ci hanno parlato bene i n tanti. Vi si incontrano motociclisti e non solo. Noi, però, purtroppo l’abbiamo trovato chiuso. Si trova in Carrer de la Industria 70, Barcelona. Chissà che voi non siate più fortunati…

Certamente se capitate a Barcellona nel periodo natalizio non potete non dedicare la dovuta attenzione ai tanti mercatini a tema che sorgono nei luoghi di maggior interesse turistico.
Oltre a quelli fissi, come il pittoresco mercato che si apre sulle Ramblas, meritano una visita i mercatini natalizi che si trovano dinanzi alla Cattedrale, in Plaza de la Seu, nel cuore del Barrì Gotìc, e quello che sorge sulla Plaza de la Sagrada Famiglia, proprio ai piedi dello sconvolgente edificio. Ma i negozi curiosi, per chi va a spasso per la capitale catalana, sono tanti e di ogni genere…

Casa Colomina - Torroni, pasticcini, dolci e gelati. Il paradiso per chi, a spasso per il Barrì Gotìc, scopra delle carenze d’affetto da comare! Fondato nel 1908, si trova in Gran de Gracia 57.



Escriba - Splendida la facciata modernista di questa pasticceria, ubicata sulle Ramblas e fornita delle più preziose leccornie. Al numero 83 della Rambla!

Arlequi Mascares - Una boutique per maschere e marionette di cartapesta? A Barcellona si può anche questo! Si trova in Carter Princesa 7.



Subirà Cereria - Questo negozio di candele aprì nel 1761 e conserva molto del suo decoro originale, fatto di eleganza negli arredi e ricche decorazioni architettoniche. Un’idea brillante per un regalo originale: si trova anch’essa nel Barrì Gotìc, in Baixada de Llibreteria 7.



Ducati Barcelona - Carter de Mallorca 495, Barcelona.
Honda Taule - Concessionario Honda, Avinguda Diagonal 376, 08037 Barcelona

Maquina Motors - Grande concessionaria plurimarche. Carrer de Brusi 92, Barcelona.



Harley-Davidson Barcelona - Calvet 67-69, Bayos 08021 Barcelona. Tel. +34 934142058.

Motocard - Negozio molto ben fornito di abbigliamento ed accessori per il motociclista. Si trova in Caixa de Catalunya. www.motocard.com



Mundial Moto - Fornitissimo negozio di abbigliamento, è un Dainese Official Store. In Carter de Paris, Barcelona.

Tot Moto - Grande concessionaria plurimarche. Carrer de Corsega 380, Barcelona.

Hard-Bikes Industries - Preparazione special e tuning moto. C.Comarca 96, 08700 Igualada (BCN). Tel. +34 938066194. www.hard-bikes.com

A Natale: Barcellona in moto
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • baffobianco60
    barcellona in moto - preso nota dell itinerario e si fara' la prox estate...avrete notizie