Cerca

Seguici con

Francia

Francia: alla scoperta del Perigord

Adattamento web di Maria Vittoria Bernasconi, foto di Stefano Casati il 30/06/2016 in Francia

Un itinerario di oltre 300 km nel Perigord, in Dordogna, seguendo corsi d'acqua e attraversando i borghi e i vigneti di questo territorio dolce e dedito alle tradizioni, tra casette dalle tinte pastello e i laboratori di produzione del rinomato Fois Gras. In queste pagine, oltre alle informazioni utili, ai luoghi da non perdere e al road book, vi proponiamo una ricca gallery fotografica

Francia: alla scoperta del Perigord
Chiudi
Partenza e arrivo Perigueux
Lunghezza 330 km
Quando partire da aprile a dicembre
Ideale per paesaggi, natura, spunti eno-gastronomici, folcloristici e storici
Moto adatte  tutte
Un viaggio di qualche giorno nella campagna placida e ordinata del Perigord, scoprendo la filosofia dei suoi abitanti che vivono in una dimensione rurale ma senza nostalgia del passato. La gente di qui, infatti, lascia spazio alla modernità senza sacrificare storia e tradizioni.

All’insegna del “meglio restaurare che ricostruire” i piccoli borghi che si attraversano in moto, dove la politica del recupero non permette di creare quartieri nuovi e poco armoniosi, ma aiuta e promuove il recupero di ciò che già esiste. La vitalità di questa campagna è tangibile: sono numerosi gli eventi e le manifestazioni sia di carattere storico, sia eno-gastronomico, volti a far riscoprire e mantenere tradizioni secolari.
La città da cui si parte e ritorna, Perigueux, è posta in una posizione strategica e richiede la visita della parte vecchia. Poi si esce dal contenuto traffico cittadino per imboccare le strade minori: subito si è avvolti da campi coltivati e vigneti, che si arrampicano sulle prime colline. Bergerac, la città del famoso dramma Cyrano di Edmond Rostrand, è deliziosa e vi sorgono il museo del vino e quello del tabacco.

Da qui la strada segue la via delle vigne, per poi tornare in pianura, seguendo le acque della Dordogna, tra pioppi e colori acquarellati. Abbandonata la Dordogna, si prosegue tra pareti di tufo e deviazioni per vedere le numerose grotte calcaree dei dintorni. Si devia poi verso Coly, per spingersi ancora più avanti fino a incontrare ancora il fiume Dordogna, che nei pressi di Montfort offre lo spettacolo delle sua anse e delle curve morbide del suo corso.

Vale la pena di programmare un giro in battello, per poi risalire in moto e godersi l’ultimo tratto che corre nella morbida campagna francese, passando Ruffignac e scollinando nella piana coperta di campi e frutteti che precede il ritorno a Perigueux, la chiusura del viaggio.

Per saperne di più, trovate il racconto di viaggio completo su Dueruote 120 di Aprile 2015. Disponibile fra gli arretrati e subito nella Digital Edition, cliccando qui!
Francia: alla scoperta del Perigord
La Roque Gageac, bellissimo e affacciato sul fiume. Da prevedere un giro in battello o in canoa
SALIGNAC
I giardini d'Eyrignac
Una sosta botanica e rilassante, quella che attende nei giardini d'Erygnac: il grande parco che ruota attorno al castellotto di Artaban è suddiviso in diversi ambienti, tra cui si riconoscono il giadino francese, l'area delle sculture versi e quella della pagoda cinese. Ci sono inoltre l'orto, il giardino dei fiori, il giardino bianco e quello primaverile. Un'esplosione di vegetazione, perfettamente curata dai giardinieri del parco, seguendo anche i cartelli botanici per conoscere le specie arboree del Perigord.
Per informazioniwww.eyrignac.com

LA ROQUE GAGEAC
Gita in battello
La gabarre è un'imbarcazione tradizionale in legno risalente al XVIII e al XIX secolo. Oggi è possibile imbarcarsi sulle repliche a motore delle antiche gabarres, per una gita lungo la Dordogna. La visita dura circa un'ora e permette di vedere la rocca e i dintorni attorno al borgo di partenza, da un'insolita prospettiva.
Il giro standard costa 9 euro a persona e le partenze quotidiane si effettuano alle 10 e alle 18.  
Per informazioniwww.norbert.fr

LE BUGUE
L'abisso di Proumeyssac
Lungo la strada si incontrano numerose grotte visitabili. Noi vi segnaliamo quelle di Proumeyssac (nella foto), che permettono la discesa con la navicella, come si faceva in origine: l'arrivo è in una grande sala completamente illuminata e in cui risuonano delicate melodie. All'esterno sono disponili un'area pic-nic, un bar, lo spazio geologico, dove scoprire l'evoluzione delle quattro grandi ere geologiche e la formazione delle caverne, oltre a un percorso nel bosco sovrastante la grotta, attrezzato con pannelli per la conoscenza dei diversi alberi del Perigord.
Discesa semplice 9,90 euro, in navicella 18,20 euro.
Per informazioni: www.gouffre-proumeyssac.com
Francia: alla scoperta del Perigord
kmLocalitàistruzioni
0PerigueuxUscire in direzione sud e imboccare la D8 per Notre Dame de Sanilhac. Prendere poi la D21 per Bergerac.
53BergeracUscire sulla N21 e poi deviare sulla D14 per Issigeac. Sulla D25 raggiungere Cadouin e sulla D28 Cales.
112CalesSeguendo la D31 e la D703 passare Saint Cyprien. Prendere la D48 per Tursac e poi la D706 per Montignac
178MontignacPrendere la D704 e poi la D62 per Coly, proseguire poi verso sud fino a Carlux.
228CarluxSeguire la D61 e all'incrocio con la D703 imboccarla girando a destra per La Roque Gageac.
250La Roque GageacUscire in direzione ovest per Vezac e all'altezza di Sarlat la Caneda prendere la D47 per Rouffignac.
299RouffignacPrendere la D6 e poi la D710 per Sainte Marie de Chignac. Da qui sulla D6089 raggiungere Perigueux.
330PerigueuxFine dell'itinerario.
Francia: alla scoperta del Perigord
La Honda CTX1300 ABS
La cruiser che abbiamo utilizzato è una Honda CTX1300 ABS: con il suo 4 cilindri a V di 90° posizionato trasversalmente abbiamo percorso le strade del Perigord in scioltezza, gustandoci la spinta dolce dei suoi 85 CV erogati a soli 6.000 giri. Dotata in questo caso di bauletto da 45 litri, optional, la CTX1300 con la sua posizione di guida e il suo ampio raggio di sterzo si è dimostrata un'ottima compagna di viaggio.
Per acquistarla occorrono 18.100 euro c.i.m.
Francia: alla scoperta del Perigord
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.