Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Francia

Tutta la Corsica in moto, da Bastia a Porto vecchio

di Riccardo Matesic, foto di Chiara Valentini il 25/06/2009 in Francia

Per i greci era Kallìste, "la più bella", ma anche oggi la Corsica offre una gran varietà di paesaggi mozzafiato. Noi l'abbiamo girata in lungo e in largo, percorrendo nel nostro itinerario 1000 chilometri fra mare e montagna

Tutta la Corsica in moto, da Bastia a Porto vecchio
Chiudi
"Non fate il giro della Corsica in senso antiorario. Le strade sono strette e inclinate verso il burrone, non ci sono guard rail e guidano tutti come matti". Mamma e suocera erano, incredibilmente, concordi prima della nostra partenza.
Il nostro programma prevede di fare tutta la costa, da Bastia a Porto Vecchio, quindi di fare una puntata di due giorni all'interno, per fare escursioni e canyoning.

Il senso? Rigorosamente antiorario. Mica per altro, in questa direzione si vedono meglio i panorami, proprio per il fatto che si è vicini al bordo della strada, così anche Chiara può divertirsi di più a scattare foto.
E poi, anche le strade corse non sono più quelle di una volta. Intendiamoci, sono sempre strette, ma spesso sono asfaltate meglio delle nostre. E, anzi, sono moltissimi i chilometri dotati di guard rail "salvamotociclisti": in questo sono molto francesi.

Quanto alla guida dei corsi, è vero che a volte sono un po' "scioltini"; in compenso sono meno isterici di noi cittadini. Anzi, la cosa che ci ha colpito di più è proprio l'atmosfera rilassata.

Si parte
Eccoci qui, sul filo dei 40 km/h, verso la punta del dito, Cap Corse. C'è foschia, altrimenti dalla strada vedremmo l'Elba, Capraia e Gorgona.
Appena 20 chilometri e raggiungiamo il golfo di Pietracorbara, dove facciamo la prima sosta "tecnica". Tavoli in muratura sotto una pergola d'uva, ai margini della spiaggia, con il primo cane che viene a salutarci. I corsi amano i cani, praticamente ogni locale ha un quadrupede adottato, che si prende il compito di gironzolare per i tavoli, salutando i clienti disposti a un paio di carezze (e a cedere due bocconcini…).
Si riparte, vorremmo ultimare il giro del dito in giornata, ma a Ersa, sulla punta, la strada corre lontana dalla costa, e sul mare ci sono piccoli paesi che sembrano meritare, quindi deviamo.
Ci ritroviamo in un porticciolo minimale, con poche case intorno, due ristorantini e un hotel sulla punta. Andiamo a fare qualche foto, incontriamo un vecchio signore di cui si parla anche nel forum "Appunti di viaggio". A Chiara la situazione piace tanto che decide la nostra prima sosta: "al diavolo il programma di viaggio, qui un pomeriggio allo svacco ci sta tutto".
Il proprietario dell'hotel ci mette del suo, invitandoci a fare una – lunga - camminata sul Sentiero del Doganiere, per arrivare alla torre genovese che si vede all'orizzonte. E ci scappa il primo bagno in una caletta da incanto. Anzi, visto che siamo soli, via i costumi.
Per gli appassionati di trekking: questo sentiero percorre tutta la punta del dito, collegando Macinaggio e Centuri. Ad avere il tempo…
Centuri è veramente bella da vedere, soprattutto di sera (ne trovate uno scorcio del porto in foto). Ed è lì che ci manda il nostro albergatore, a cena da un suo amico che fa sia il pescatore sia il ristoratore: ottimo connubio e ottimo inizio di vacanza, anche se il conto di 97 euro ci riporta alla realtà e al ben noto caro vita corso.

Tutta la Corsica in moto, da Bastia a Porto vecchio
Si comincia a scendere lungo la costa occidentale del "dito". Bellissima, perché più alta e frastagliata di quella orientale. Nonza merita una visita, mentre a Saint Florent tiriamo dritti: il suo aspetto troppo turistico non ci ha convinto.
Del resto, basta fare pochi chilometri per ritrovarsi nel deserto dell'Agriate, una delle tante zone dichiarate parco - un terzo del territorio corso è parco naturale - e dunque vincolate: questa ha la caratteristica di essere assolutamente desertica, brulla a tratti. Affascinante.
Ci sono un paio di sterrati percorribili, e la mia navigatrice ha già scelto quello di Saleccia, 12 chilometri di buche profonde, sabbia e un piccolo guado, dove laviamo la BMW R 1200 GS, la nostra "mukka". Quando arriviamo alla spiaggia il colpo d'occhio è da film: una lunghissima spianata di sabbia bianchissima e l'acqua del mare trasparente.
Si riparte. Passiamo per Ile-Rousse e Calvi, entrambe molto belle. All'imbrunire ci ritroviamo senza soldi - abbiamo dimenticato entrambi di passare al bancomat - su una strada secondaria che percorre la costa, a sud di Calvi. Siamo soli, e l'emozione dei paesaggi al tramonto e del silenzio non ha prezzo. Vale il rischio del bivacco notturno, vietato come sulle spiagge nostrane. E deve pensarla così anche il cicloturista, che passa sbuffando nel silenzio con la sua bici stracarica e ci fa un cenno con la mano.
Troviamo invece fortunosamente un ristorantino isolato su una spiaggia e, molto più tardi, un hotel dove dormire - ferayola.com - quando ormai pensavamo che saremmo stati costretti veramente a dormire sotto le stelle. La fortuna aiuta gli audaci.

Da Porto a Bonifacio
Il giorno dopo, riposati e rifocillati, alla luce del sole il mondo ha un aspetto più amichevole. Si ricomincia a scendere, fra paesaggi ormai abitualmente mozzafiato.
A Porto ci fermiamo a fare un bagno e una volta di più abbiamo la conferma che i motociclisti preferiscono parcheggiare tutti insieme nella piazza centrale della città, per cercare di proteggersi dai furti, di cui tanto si parla qui in Corsica.
Il tempo peggiora, e fa anche due gocce d'acqua, proprio mentre attraversiamo una delle zone più spettacolari dell'Isola: le Calanches, un promontorio di enormi rocce rosse a strapiombo sul mare.
La strada è strettissima e piena di curve. Gli ingorghi sono continui e la moto è il mezzo ideale per percorrerla. Prendetevi tempo, trovate una piazzola e fermatevi a rimirare il paesaggio. Merita. Purtroppo a causa della pioggia abbiamo poche foto buone di questa zona.
Infine la ricerca della camera per dormire e l'ennesima botta di fortuna. Un cartello in legno sulla strada: hotel a 8 km, sul promontorio. Imbocchiamo la stradina stretta e scoscesa, con l'idea di andare incontro a una nuova avventura, e ci ritroviamo in un paradiso.
L'importanza del fattore "c" tradotta in un residence isolato sul mare, a 50 euro a notte, perché siamo fuori stagione. Ecco dove poterlo trovare e avere informazioni utili: http://www.e-domizil.it/appartamento-di-vacanza/113122/residence-punta-paliagi-tuc160-tiuccia-corsica-sud-corsica-francia/.
Il giorno dopo passiamo per Ajaccio, città natale di Napoleone. Ma abbiamo un roadbook impietoso, facciamo un rapido giro in moto, e via. Il tempo lo dedichiamo invece alla visita del promontorio davanti alle Isole Sanguinarie, rese ancora più affascinanti dal mare mosso e dal vento forte.
Gustatevi questo paradiso naturale, percorrete i - facili - sentieri, ma non fermatevi al bar-ristorante che si trova sulla punta: sono maleducati e inefficienti. Meglio un gelato in centro.
Proseguendo abbiamo visitato il sito preistorico di Filitosa, vicino alla città di Propriano. Affascinante per me, un po' noioso per Chiara, che non riesce a immaginare la vita degli uomini primitivi nelle rocce scavate a mano.
E poi dritti verso Bonifacio, dove arriviamo nel tardo pomeriggio, e ci permettiamo il lusso di un hotel proprio sulla punta, in alto, vicinissimo al paese vecchio. Così almeno siamo tranquilli per la moto chiusa nel parcheggio, e possiamo uscire a piedi per mangiare nel centro storico.
Il panorama dalla finestra è spettacolare: dà sulla punta, il mare e… il cimitero. Già, i corsi hanno un rapporto particolare con le tombe, sempre molto in bella vista, senza essere fastidiose neanche per noi italiani, che di solito rifuggiamo l'idea della morte.
Questa di Bonifacio è l'ultima puntata al mare, da domani montagna. Non prima però di una lunga visita alle scogliere, l'unica zona calcarea di un'isola altrimenti costituita da rocce e graniti. Le falesie di Bonifacio sono visitabili a piedi, scendendo dalla lunga scalinata posta all'uscita del paese vecchio. Più che le nostre parole, il paesaggio è descritto dalle foto. Inutile aggiungere altro.
Tutta la Corsica in moto, da Bastia a Porto vecchio
Si riparte. Passiamo per Porto Vecchio e iniziamo a salire verso l'interno. Le montagne ci danno il benvenuto con un temporale gigantesco.
Indossiamo gli antipioggia completi e andiamo avanti, perché la "mukka" si diverte anche così. Temperatura 10 gradi, acqua da tutte le parti, forte odore di bosco bagnato di montagna. La natura sa essere tremendamente affascinante.
Purtroppo, a causa di questo temporale, decidiamo di saltare il fiume Purcaraccia, dove si può fare canyoning, e puntiamo dritti verso Corte. Ci fermeremo 20 chilometri prima, in un alberghetto grazioso, ma tremendamente puzzolente di fumo di sigaretta. Già, qui fumano tutti senza porsi il problema che a qualcuno può anche arrecare fastidio.
In compenso i panorami che abbiamo visto nei passi valicati sono eccezionali. Mare e montagna insieme. Ci vuole molta calma per andare a spasso nell'interno della Corsica, lontani adesso dall'idea del viaggio a tappe forzate. Scegliete le piccole strade che uniscono le direttrici principali valicando passi che sono intorno ai 1200-1300 metri. E fermatevi quando passate sopra uno dei tantissimi fiumi che scendono dalle montagne ancora innevate. Troverete natura incontaminata, cascatelle e posti dove fare un bagno… gelato.
L'ultimo giorno di questa nostra breve permanenza lo dedichiamo a entrare il più possibile in contatto con questa natura. Saliamo verso i campi da sci, poi visitiamo - e risaliamo a piedi - un paio di cascate. La più bella in assoluto è la cascata degli inglesi, a Vizzavona - la trovate seguendo le indicazioni per il parco avventura, sul valico fra Vizzavona e Vivario -, una successione di cascate e pozze d'acqua dove si può anche fare il bagno.
Davvero spettacolare. Ci si arriva dopo una camminata a piedi di venti minuti e, per i più sportivi, le si può anceh risalire per un tratto lunghissimo. Noi ci abbiamo fatto notte, con Chiara che quando vede fiumi e cascate salta da una roccia all'altra fino a… caderci dentro. Mi deve ringraziar, l'ho graziata da questa foto imbarazzante.
Per la serata, piuttosto che a Corte, ci fermiamo 15 chilometri prima, a San Pietro di Venaco, e per pochi soldi ceniamo e dormiamo in un hotel carinissimo (lettorent.com).
Il giorno dopo torniamo mestamente verso Bastia. Giusto il tempo di fermarci a fare qualche foto al fiume che costeggia la strada principale. E poi la città di Ponte nuovo, con il vecchio ponte distrutto e rimasto come monumento, con i cartelli che ricordano la storia della Corsica, passata cruentamente dai genovesi ai francesi, senza aver mai avuto quell'autonomia che tanto avrebbe voluto.
Ultima ora per un giro dentro Bastia, carina, ma niente di più. Il traghetto parte. Per questa volta abbiamo finito.
Avremmo voluto scrivere molto di più, ma per maggiori informazioni potete cercare su alcuni portali:
www.corsica.net, www.all-corsica.com, www.andareincorsica.com.
Tutta la Corsica in moto, da Bastia a Porto vecchio
Per mangiare
I ristoranti costano tutti cari, indistintamente. Se mangiate in campagna, in una bettola, potete risparmiare qualcosa, ma non fatevi troppe illusioni.

"A Macciotta", a Centuri, sulla punta del dito

Le Tamaris, a Calcatoggio, sulla spiaggia di Orcino, subito sotto Calvi (20 Km circa).

Lan'k, a Bonifacio. Si mangia solo carne, ma i tavolini fuori sotto i vecchi archi, con la chiesa davanti sono deliziosi - li trovate nella galleria fotografica -, e i due ragazzi che gestiscono il locale sono ancora più simpatici.

U Pontu, a circa 30 da Vizzavona (Ajaccio)

Annotazione: la compagnia di navigazione Moby offre a chi compra il biglietto la possibilità di pernottare in nave in porto. Può essere utile ed economico per chi arriva da lontano e magari si trova costretto a partire il giorno precedente alla partenza del traghetto.

Per dormire

Hotel La Giraglia, a Ersa (Spiaggia di Barcaggio) – 0033.495.35.60.54 (costo camera doppia 86 euro)

Hotel Ferayola, in località Argentella, vicino Calvi (ferayola.com). Carino, ma evitate la prima colazione perché è cara, come in quasi tutti gli hotel corsi.

Residence Punta Paliagi, Ajaccio. Spettacolare la strada che ci arriva, letto un po' scomodo, ma si passa sopra a tutto.

Hotel Santa Teresa, a Bonifacio.
Da Maria, a Vivario (Corte). Carino, letto troppo piccolo, ideale per fumatori che non sanno staccarsi dalla sigaretta. Si mangia bene e si spende poco anche alla pizzeria di fianco, gestita dalla stessa famiglia.

Hotel Le Torrent, bellissimo il posto, si mangia alla grande con menu fisso a costo bloccato. Attenzione al vino perché lo vendono carissimo.

Tutta la Corsica in moto, da Bastia a Porto vecchio
3000 km con la BMW R 1200 GS Adventure, duemila dei quali a pieno carico, con le borse strazeppe, e altri mille in un paio di weekend che ci siamo presi prima del viaggio.
Avevo già provato più volte la GS, apprezzandola molto. La versione Adventure è un po' diversa, soprattutto per i suoi 4 centimetri in più d'altezza di sella, che costituiscono obiettivamente una barriera per i più bassi.
All'inizio, appena presa, non mi è piaciuta un granché. Nel traffico ero impacciato e anche io che sono molto alto, in alcune situazioni ho sottovalutato la distanza della sella da terra, finendo per trovarmi in difficoltà: se poggi il piede sul brecciolino e ti scivola, difficilmente la riprendi.
Per capire l'Adventure bisogna farle fare il suo mestiere. Vale a dire bisogna caricare le enormi valigie e partire. Allora si scopre una moto che vi consente lunghe tirate in autostrada, in assoluto relax, cullati da un comfort d'eccezione, tranne per la sella un po' dura che sulle lunghe distanze si fa sentire.
Una volta giunti a destinazione, impossibile non divertirsi per le strade tutte curve, accompagnati dal frullare delicato del motore e una ciclistica molto comunicativa: l'avantreno infonde fiducia ed è omogenea nello scendere in piega; nei cambi di direzione invece paga dimensioni importanti e richiede un po' di forza per voltare.
Se poi trovate un tratto di strada veloce, beh, niente paura, si può piegare molto potendo contare sulla buona tenuta dei pneumatici di serie e sulla sua stabilità di marcia.
Quanto al motore, il boxer ormai è diventato veloce anche lui, senza contare che ha sempre una buona riserva di potenza. Ha cambiato voce, nel senso che se si dà gas, lo scarico non è più così discreto. Chiara dice che da dietro fa il rumore di un traghetto, apparentemente non sembra un complimento, ma a fine viaggio anche lei si è convinta che l'Adventure è una delle moto migliori per viaggiare.
Quanto ai consumi, la media del viaggio è stata pari a 5,8 l/100 km, circa 17 km/l: non male se si pensa che eravamo carichi come muli e che davanti a una manciata di curve non ci siamo certo risparmiati.
Ultima annotazione: anche con bagagli, l'Adventure non si ferma davanti a uno sterrato e vi porta dappertutto, a patto di non essere un novizio nel fuoristrada. Ecco perché, dice Chiara, in Corsica ne abbiamo incontrate come se le regalassero nelle uova di Pasqua: una dopo l'altra.
Un vero peccato, a fine viaggio abbiamo dovuto riconsegnarla.
Bastia – Barcaggio (Ersa, 86 Km)
Tappe intermedie: Tollare, Centuri
Strade percorse: D80, D253, D153

Ersa – Argentella (182 Km)
Tappe intermedie: Pino, Nonza, St. Florent, Spiaggia di Saleccia, l'Ile Russ, Baia di Nichiareto
Strade percorse: D153, D80, D81, sterrato (12 km), N1197, N197, D81B

Argentella - Punta Paliagi (145 Km)
Tappe intermedie: Galeria, Porto, Capo Frassetu, Cargese
Strade Percorse: D81B, D81, strada non numerata

Punta Paliagi - Bonifacio (175 Km)
Tappe intermedie: Ajaccio, Isole Sanguinarie, Stazione preistorica di Filotosa, Propriano, Sartene
Strade percorse: strada non numerata, D81, N193, N196, D55, D155, D157, D57, N196

Bonifacio - Vivario (170 Km)
Tappe intermedie: Porto–Vecchio, l'Ospedale, Zonza, Aullene, Ghisoni
Strade percorse: N198, D368, D420, D69

Vivario – San Pietro di Venaco (160 Km)
Tappe intermedie: Bocognano, Bastelica, Tolla
Strade percorse: N193, D27, D3, D29, D229, N193

San Pietro di Venaco – Bastia (75 Km)
Tappe intermedie: Corte, Ponte Novu
Strade percorse: N193

TOTALE CHILOMETRI PERCORSI: 993
Tutta la Corsica in moto, da Bastia a Porto vecchio
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • Pisky_84
    Corsica cost to cost - Ciao ragazzi ci stiamo provando con un paio di amici a fare una rimpatriata e volevamo fare il giro della Corsica antiorario facendo tutta la costa per il pernottamento come funziona?ti permette di trovare posto un po giorni x giorno o bisogna avere un itinerario preciso? E i prezzi x una cosa non troppo lussuosa? Si parla cmq di luglio! Grazie a chi avra' voglia di darmi qualche dritta!
  • 0032323002
    Consiglio - Ok grazie a tutti ma per una due giorni o poco piu', 10 amici ognuno con la sua moto dove consigliate di andare? Grazie
  • themagichecco
    interessantissimo lo faro a pasqua 2013 - grazie a mario 47. qualche consiglio in piu rispetto al giro da fare??
  • mario 47
    Corsica per tutti - meta raggiunta da me circa 2 volte all'anno in 4 giorni, essendo organizzatore di gite con motociclisti, la percorriamo sia in un senso che nell'altro. Per contenere il costo si va in periodi (febbraio - maggio) (1/2 settembre - novembre) traffico inesistente o quasi, tempo quasi sempre bello, natura strepitosa. Direi che e' una gita per tutti e che ai neofiti crea un grande impatto. Grazie
  • marigio5775
    Ferie in Corsica - Ciao a tutti,queste estate vado una settimana in corsica con lo scooter per me e la prima volta che vado in ferie con due ruote,se mi potete dare dei consigli.E vero che rubano moto e scooter che accorgimenti devo trendere.grazie Non so se e' la sezione giusta
  • tizada
    consiglio sulle strade - ciao sto andando in corsica per un gita di qualche giorno con la moto una yamaha 900 diversion vecchia ma bella le strade sono piu o meno accessibili con un tipo di moto cosi seguendo l itinerario antiorario da bastia
  • liviaclaudia
    DESERT DES AGRIATES - stiamo per partire per la corsica, e vorremmo girare un po'...in particolare gli agrites, ecc...leggendo le varie opinioni, non siamo ancora riusciti a capire quali siano le reali condizioni delle piste in quella zona. Ci date una mano??
  • ledoge
    Viaggio in Corsica - Ciao a tutti, ho intenzione di fare un viaggio in moto nella settimana del 2 giugno in Corsica. Mi potete consigliare siti o libri per l'itinerario da fare , e dove dormire per non spendere molto? Un lampeggio a tutti. Ciao
  • slayer88
    Fz6 - ho una FZ6 e mi piacerebbe fare questo itinerario , cosa ne ditte ???
  • maurobaretta_1956
    Bella e affascinante - Ci sono andato in maggio con mia moglie dal lunedi al sabato. itinerario da bastia ad ajaccio per l'inerno e ritorno lungo la costa ovest soste ad Ajaccio, Calvi,e S. Florent con giro del "dito" in senso antiorario.Abbiamo rimpianto di non avere preso con noi i costumi,quindio'ci siamo dedicati a visitare i posti.E' stato il nostro primo viaggio in moto dopo tantissimi anni MERAVIGLIOSO Lo rifaro'.
  • rikyps
    Un paradiso ! - E' lo stesso giro che ho fatto due anni fa, la Corsica secondo me e' un concentrato di quasi tutti i panorami italiani con in piu' il profumo del mare sempre presente, strade al 90% ottime ed evitando se possibile i periodi di alta stagione, il traffico e' pratcamente nullo. La Corsica e' un vero paradiso per i motard!!!
  • giaguaro1970
    voglia di partire - A TUTTI QUELLI CHE HANNO SCRITTO CHE LA CORSICA E' UN BELLISSIMO ITINERARIO MOTOCICLISTICO DOMANDO: HO UNA TDM 900 (MOTO MOLTO STRADALE) E MALGRADO LA MIA NON POCA ESPERIENZA NELLA GUIDA DI UNA MOTO DA FUORI STRADA TROVO ABBASTANZA DIFFICOLTA NEL GESTIRLA (NEI PERCORSI STERRATI) CHE DITE AVRO' PROBLEMI IN CORSICA.
  • pierlake
    Voglia di Corsica.... - Vorrei condividere il viaggio con qualcuno che ha una moto on/off,per poter vedere anche un po' di interno che dicono selvaggio e bellissimo. Io andrei fuori stagione,magari Sett/Ott.,pero' va bene tutto. Avviso che sono molto amante del mare e quindi non ditemi di non perdere tempo in un paio di bagni quotidiani. Andatura tranquilla,sistemazioni non lussuose ma decenti,2parole pre-partenza.
  • bmwgiesseforever
    Ponte del 2 giugno in corsica - Fatta tutta, tranne il dito. Bella, bella bella.
  • brunord07
    chissa'... - forse e' l'anno giusto per portare in vacanza la morosa sulla nostra mitica Africona750Twin, visto che anche una nostra coppia di amici e' passata all'enduro... vi faro' sapere..
  • Kawasaki1986
    Quanti giorni servono? - In quanti giorni e' bene fare questo itinerario per visitare bene le localit? e i paesaggi? Ad agosto e' comunque consigilabile, o e' bene evitare per via del turismo? Sarei molto tentato di fare questo itinerario che sembra molto bello.
  • dazzolini
    Saleccia - Hai rispolverato bellissimi passati ricordi! Mi sa che dovro' tornarci, ma questa volta un paio di giorni nel campeggio della saleccia non me li toglie nessuno! Bellissimo giro! Bravi!
  • leleone74@libero.it
    SPERIAMO!!!!! - IO ED IL MIO SOCIO MOLLIAMO TUTTO PER 3/4 GIORNI, FAMIGLIE ATTIVITA' ED ANDIAMO IN CORSICA(PER ME e' LA PRIMA VOLTA) CON UNA GRANDE HONDA VFR ED UN GS 1200 ADV!!! SPERIAMO NEL TEMPO E CHE NON CI MOLLINO LE FAMIGLIE AL NOSTRO RIENTRO. VIA DI ZINGARATA!!!! CIAO A TUTTI LELE
  • flush63
    vado in corsica - doppio lampeggio a tutti, il ponte del 2 giugno vado 5 gg in corsica, accetto tutti i consigli che scriverete. grazie
  • tony512009
    Bello bello bello - Ci sono stato 2 volte in macchina e due volte in moto. Che dire con la moto e' tutta un'altra storia. Condivido la scelta del giro antiorario e delle soste di vita vissuta con la gente del posto che parlando in dialetto sono comprensibili da noi italiani. Non ritengo la Corsica costosa in quanto offre soluzioni per ogni tasca. Mangiare aragoste " sul dito" ovviamente e' costoso. BRAVI
  • parkert
    informazioni.... - in corsica sono gia' andato diverse volte ma sempre in auto.....ho voglia di andare una settimana, a settembre, in moto ma tutti mi dicono che la Corsica e' pericolosissima per i furti delle moto...ma e' mai possibile? qualcuno sa darmi delle informazioni? grazie
  • pincke
    Corsica x sempre - ci sono stato 2 volte in moto bmwr45 piu' di 25 anni fa, bellissima, ci sono stato altre 2 volte in auto : come la prima volta; presto ci ritornero' con la mia Harley fat bob ancora piu' giovane della prima volta. Con prudenza da capo corso e giu' per la parte ovest, specie da calvi in giu', fino alla fiaba di bonifacio, ma l'interno di corte e il colle di bavella e' ancora piu' bello. CONSIGLIATA.
  • Mark050920
    Furti 2 ruote - ciao a tutti, qualcuno puo' dirmi qualcosa in piu' relativamente ai furti delle 2 ruote che qualcuno denuncia andando in Corsica...ho sentito diversi motociclisti delusi dai costi e dai furti...mi sto organizzando per andarci la prima sett di luglio e vorrei essere tranquillo... grazie
  • fabry.marghe
    viaggio in corsica - penso di andarci devessere fantastico posseggo una BMV 1150 RS dovrei farcela
  • bob070205
    Bella meta - ci sono stato 4 volte,due lunghe vacanze e due mordi-fuggi. La corsica merita di essere visitata,anche all'interno.Lo spettacolo e' veramente bello,il traffico e' inesistente a parte le grandi citta'.Vale la pena di prendersela comoda,magari a giugno e girarla in lungo e in largo. PS:Portate una buona crema solare.
  • biking71
    sogno - penso sempre alla Corsica chissa se un giorno portero' le mie due ruote!!!
  • TRIUMPH58
    Fantastica - Du volte in auto la prossima sicuramente in moto Corsica Arrivo
  • obelixings
    NELLA MENTE E NEL CUORE - A volte anche le parole sono insufficienti per descrivere cosa si prova in un tour in moto in Corsica. Credo si tratti di qualcosa di simile al mal d'africa, piu' ci pensi e piu' ti viene voglia di tornarci. Non ha importanza il mezzo, purche' sia a due ruote. Ci sono stato per vent'anni in campeggio in agosto (in auto) e una sola volta in moto con un amico e le rispettive mogli ma e' sempre nel cuore
  • insolim
    Una domanda ,Corsica in moto anche per neofiti ? - Salve a tutti , mi chiamo Maurizio e posseggo la moto da 2 anni ,una Suzuki V-Strom 650 , Km fatti 8000 , quindi un remigino di centauro . Ho letto le vostre impressioni sulla Corsica e mi e' venuta voglia di andarci a giugno 2010 con la mia moto e la moglie e amici , pero' mi frena un po' il discorso delle strade ( specie il famoso dito),e i costi abbastanza eleveti di vitto e alloggio , e' vero ?
  • gucla
    MotoLiberta'... - semplicemente.... http://www.youtube.com/watch?v=NA_42ZUNZMI unica....
  • lupetto51
    Le curve, in Corsica hanno una storia... - ... e affrontarle in moto e' un privilegio! Proprio cosi': 5 volte in auto e due in moto. Ho sempre voglia di tornarci. Io il giro l'ho fatto in senso antiorario per il Capo Corso, ma tutto il resto e' stato fatto in senso orario. E' bello lo stesso. Le strade sono buone; che differenza dalla prima volta, tantissimi anni fa! Il mio cuore di motociclista, e' rimasto la'!
  • dom0603
    bella sempre - ci sono stato per 12 volte ma mai in moto (i figli erano piccoli).Forse quest'anno e' la volta buona. E' un isola splendida niente a che vedere, per me, con la Sardegna (ci sono stato 3 volte ...ma quanti villaggi!).
  • MAXX0701
    veramente bellissima e ...... - Ho girato tutta l'isola da nord a sud, costa e centro a giugnio di quest'anno, percorrendo 1300 km con mia moglie,e devo dire che di ricordi ne abbiamo tantissimi di favolosi,ma quello che ci ha stupito sono :1?i corsi che come vodono una moto arrivare dietro di loro ti danno strada . 2? Le curve sembrano disegnate per farle in moto, con la mia nuova Suzuki V Strom 650 ho fatto il pelo ai bordi.
  • foxgelb
    come vi invidio... - Ho letto e guardato le foto... conosco molto bene quei posti... sono andato per anni, il mio cuore e' la'.... L'interno e' bellissimo, ma avete dimenticato molte spiagge, peccato! Un cosiglio che do' a tutti, prendetevi tempo, andate a primavera inoltrata, con una moto comoda che sopporti bene sconnesso e borse .. io ho una SBK.. e' impegnativa in qui posti, ma vale SEMPRE la pena CIAO
  • marco0642
    CORSICA ASPETTAMI - spero di andare anchio in Corsica: deve esssere bellissima......
  • joesimpson
    concordo - sempre in senso antiorario, in moto apprezzi molto di piu' i panorami e sei molto piu' facilitato a scattar foto. la corsica e' semplicemente stupenda e paesaggisticamente e motociclisticamente in primavera gli odori della macchia mediterranea vi lasceranno un ricordo perenne prima o poi postero' un report con foto
  • giubba2
    fate venire voglia di andarci - a me piacciono molto : mare pulito,bei panorami e curve mozzafiato ,da fare insieme alla mia zavorrina.e sentire i racconti qui non mancano.al prossimo appuntamento.
  • luca_ermeti
    Fantastica - Ci ho trascorso 10gg nell'Agosto'06, rigorosamente con le due ruote. Sono arrivato alla conclusione che non e' importante il mezzo con cui decidi di visitarla. Cio' che conta e' andaci. Sono rimasto veramente affascinato dalla sua bellezza paesagistica. Paradossalmente sono rimasto maggiormente colpito dal suo interno incontaminato, piuttosto che dalla costa ed il suo splendido mare.
  • mezmat
    uno spettacolo - agosto 2007 sono andato con la morosa e una coppia di amici a propriano,zona sud -ovest corsica.praticamente una attraversata totale dell'isola.la strada era inverosibilmente asfaltata a nuovo perfino nei paesi piu sperduti.nonostante carico fino alla testa(vedi foto in galleria)sono arrivato a piegare ad un millimetro dalla fine della gomma.io entusiasta,la morosa meno.consiglio a tutti un giro
  • paolabi
    Le altre pagine - Per vedere le altre pagine devi risalire con il cursore vicino al titolo. Vedrai che sotto la firma ci sono i capitoli dell'itinerario. Clicca su quelli in blu. Funziona così per tutti gli articoli a più pagine del sito. lamps dalla redazione di motonline.com
  • ovosodocomo
    io vedo solo la prima parte... - non riesco a leggere oltre la cena da 97 euro... come si fa a cambiare pagina?
  • pierlake
    Spiaggie - Io avevo fatto il giro antiorario anni fa' ,ma essendo patito di bagni e calette,sono rimasto un po' deluso. Quali sono le zone migliori per mare e calette? Esistono agriturismi tipo Sardegna da 30 eu dormire colazione e cena sarda? by by
  • paolabi
    Foto virate blu - Puo' accadere a chi utilizza l'ultima versione del browser di Microsoft, Windows Internet Explorer 8, di vedere alcune immagini colorate stranamente. Ciò dipende da un'errata interpretazione, eseguita dalla nuova versione di Internet Exporer, di alcune delle immagini caricate con nostri sistemi editoriali. Abbiamo risolto il problema ma i "vecchi" contenuti" rimangono difettosi. Ci scusiamo con tutti i lettori.
    Lamps
    Paola Baronio di motonline.com
  • tepi0606
    foto - qualcuno mi aiuta a capire perche' non riesco a vedere le foto con i loro colori originali ma con una specie di "viraggio" che inverte i colori con predominanza di blu?
  • fabriP4x4
    ...in Vespa, un classico... - è bello leggere delle vostre avventure in Corsica con BMW e quant'altro.. ;) io l'ho fatta tutta due volte in Vespa PX 125, ovviamente in due, con bagagli e chitarra... alla sera, distrutto, in camping vedevo arrivare gli R80GS con le loro valigette, tranquilli come appena tornati dalla gita della domenica... anni dopo mi sono comprato l'R80GS...ma non sono + andato in Corsica...
  • ciuo
    corsica - Che bello.. Sono stato innumerevoli volte in Corsica con le mie moto (anzi, in realtà è una specie di scaramanzia ogni volta che ho una nuova moto!) e ogni volta è un'emozione nuova, riesco a scoprire nuove perle o a ritrovare quelle passate. In ogni caso merita. Sempre.
  • Mastic
    Dove...? - Grazie per i vostri commenti, sempre graditissimi! Viper17, a Saleccia puoi andarci anche con il CBF, ma a moto scarica e facendo attenzione. Noi con la Mukka abbiamo dato forti "toccate" sui dossi, e senza la protezione sottocoppa si rischiano danni veri. Scherzando (ma non troppo) quali itinerari vorreste leggere? Insomma, dove ci mandereste per i prossimi viaggi? (escluso "a quel paese")! :-
  • angelo1957
    con moto e motoscafo - il giro della Corsica in senso orario con un VF750S ed alcuni giorni fermi a Porto Vecchio per gustarci la costa della Palombaggia dal mare prendendo a nolo un motoscafo. Che goduria!
  • Bep Karson
    Complimenti - L'ho fatto qualche anno fa e ricordo ancora i posti fantastici, compreso il parco nazionale all'interno dell'isola. Unico accorgimento era quello di viaggiare sempre con il pieno per evitare di fare diversi chilometri con l'angoscia di rimanere a piedi. Non hanno investito molto nei distributori fuori dai grossi centri. Chissà quando riuscirò a tornare ??? Spero presto.
  • andrea.7
    Che spettacolo - 10 giorni per fare tutto il giro, rigorosamente in senso antiorario, solo io, la mia ragazza, la mia hornettina e una tenda!!! un tuffo al cuore ogni volta che ci penso e una gran voglia di tornare!!! Quest'anno tocca a Zante in Grecia..speriamo sia all'altezza:)
  • Mr.Naiss
    Bella - Stesso percorso, tantissime emozioni..il primo viaggio in moto...uno spettacolo...da rifare!! Molto belle le foto, complimenti! Enjoy the road Sam
  • president0701
    bei ricordi - lo stesso giro l'ho fatto 23 anni fà,avevo il mitico kanguro 350. non sono mai più tornato,ache se me lo sono riproposto molte volte,chissà che non ci torni con la mia morini nuova.
  • fabbrimarco2
    corsica - in lungo e largo e' sempre una cosa bellissima posti meravigliosi e con la moto strade da piega
  • leffe
    ricordi fantastici - io, mia moglie con il Burgam 400 ci abbiano scorrazzato per 2 settimane e le 2 ruote sono il mezzo ideale per girarla. Ci torneremo sicuramente!!!!!
  • grecoditufo
    bellissima - bellissimi ricordi....ci sono stato nel 2007 e posso solo confermare un paese mozzafiato per motociclisti
  • oretta55
    Bella....Ma!!!! - Ho fatto lo stesso percorso, con in più la litoranea DX paesaggi ottimi ma personalmente è stata una delusione forse sono andato oltre con le aspettative. Cose negative: Cara, servizi mediocri, strade che lasciano il tempo che trovano, i corsi corrono come pazzi. Positivo Si va dalla neve al mare con un colpo d'occhio. Concludendo se si va in sardegna si spende meno ed è molto piu bella stradal
  • viper17
    Ragazzi,che tuffo al cuore.... - Sono stato l'estate scorsa con la mia bimba(CBF600) e rigorosamente senso antiorario!!Una settimana spettacolo...Utili le vs info,ci tornerò ad agosto,e sempre con la bimba...psDici che con lei riesco a passare la saleccia???