Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Scuola Guida

Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto

Redazione
dalla Redazione il 16/03/2022 in Scuola Guida
Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto
Chiudi

Dalla posizione in sella allo stile di frenata: ecco tutti i consigli per percorrere in sicurezza gli asfalti con bassa aderenza

La guida di un mezzo a due ruote in condizioni di scarsa aderenza è di certo una delle situazioni che mettono maggiormente in apprensione. Non bisogna però lasciarsi intimorire perché un temporale durante il nostro viaggio o, più banalmente, incappare in un asfalto particolarmente scivoloso sono solo alcune delle inevitabili situazioni difficili che possiamo incontrare durante la guida di una moto e noi non dobbiamo farci trovare impreparati.

Certo, la sensazione dei pneumatici che lottano per rimanere aggrappati all’asfalto e non farci fare un bello scivolone, toglie il sorriso anche al più appassionato dei motociclisti. Cominciamo però col dire che negli ultimi anni le tecnologia applicata proprio alle mescole delle gomme ha fatto in modo di accrescerne in maniera evidente il grip anche in situazioni difficili. E per situazioni difficili intendiamo anche le basse temperature senza pioggia, spesso le più pericolose perché i nostri occhi vedono un asfalto asciutto e siamo di conseguenza portati a guidare in maniera non sufficientemente conservativa.

Ecco perché una mescola del pneumatico che ha un tempo di warm up particolarmente veloce diventa il plus irrinunciabile che ormai tutti le gomme di uso stradale forniscono. Il miracolo però non è ancora arrivato e, rimanere in piedi in condizioni di strada sdrucciolevole dipende ancora moltissimo da un corretto stile di guida che, come sempre, va adeguato alle diverse condizioni della strada.

 

NIENTE PANICO

Regola numero uno: niente panico. Stare in sella in maniera rigida e guidare con poca fluidità rende di certo tutto più complicato e rischioso, oltreché meno piacevole. Quindi, un bel respiro profondo, morbidi di busto e braccia a bordo della nostra moto, manubrio non serrato come in una morsa mortale e già, sembrerà incredibile, tutto risulterà subito più facile e naturale. Ogni singolo comando va applicato alla nostra moto in maniera fluida, cercando di rendere ogni movimento del corpo il più armonico possibile.

 

COME FRENARE SULL'ASFALTO SCIVOLOSO

La presenza, nella stragrande maggioranza delle moto circolanti, del sistema anti bloccaggio delle ruote in frenata ABS non solleva il pilota dall’importanza di utilizzare i freni in condizioni di fondo scivoloso nella maniera più progressiva possibile. Diventa tassativo applicare una frenata quando più possibile lunga e poco aggressiva sopratutto nella primissima fase, incrementando la pressione nel circuito a mano a mano che la velocità diminuisce. Questo permette alla ruota anteriore di acquistare il giusto grip, passando da una fase di scarico ad una di carico conseguente alla frenata, nella maniera più graduale possibile.

 

COME AFFRONTARE LE CURVE

Una volta raggiunta la giusta velocità per affrontare la curva davanti a noi ci prepariamo, come sempre, puntando lo sguardo dove vogliamo che la nostra moto vada cercando di “leggere” nella maniera più precisa possibile il raggio complessivo della svolta. Nella fase di percorrenza diventa davvero fondamentale cercare di ridurre al minimo l’angolo di inclinazione della moto accentuando in maniera rilevante lo spostamento del busto e della testa verso l’interno della curva. Una minore inclinazione comporta una maggiore impronta a terra dei pneumatici con conseguente aumento del grip e, in caso di perdita repentina di aderenza, la possibilità di recuperare una potenziale perdita di aderenza in maniera più agevole. La pressione sul manubrio verso la parte interna della curva va applicata, anche in questo caso, in maniera graduale e poco aggressiva. Pressione che aiuterà a far scendere la moto in maniera morbida scongiurando pericolose perdite di grip dell’avantreno.

Una volta percorsa la curva bisogna iniziare a riprendere in mano il gas per riacquistare velocità. Anche in questo caso i molti ausili di assistenza alla guida alla guida concorrono ad aumentare in maniera significativa la sicurezza in condizioni di scarsa aderenza. Nel caso in cui la nostra moto ne sia però sprovvista dobbiamo ancora una volta appellarci alla guida “smooth”. Aprire il gas in maniera progressiva in proporzione alla diminuzione dell’angolo di piega. Più semplicemente acceleriamo a mano a mano che riallineiamo la nostra moto.

 

Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto
Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto
Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto
Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto
Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto
Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto
Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto
Strada scivolosa o sdrucciolevole: come affrontarla in moto

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.