Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Scuola Guida

Inversione di marcia: come si fa e che cosa evitare

Fabio Fagnani il 09/12/2020 in Scuola Guida
Inversione di marcia: come si fa e che cosa evitare
Chiudi

Manovra importantissima, ma a cui bisogna porre molta attenzione onde evitare di sbagliare e ostacolare altri conducenti e incorrere in multe salatissime

Capita spesso di sbagliare strada, di perdersi, di non ricordarsi quale fosse l’uscita corretta o la direzione giusta. È per questo che è importantissimo conoscere come e quando effettuare un’inversione di marcia, ossia un cambio di direzione che vi permette di tornare sui vostri passi e riprendere la corretta navigazione con la vostra moto o scooter.
 

QUANDO E COME SI EFFETTUA?

Il Codice della strada dice chiaramente che il conducente che intende effettuare l'inversione di marcia deve verificare di non trovarsi in condizioni che possono impedire di iniziare e completare la manovra e quindi evitando di essere di intralcio ad altri mezzi. Per cominciare l’inversione bisogna necessariamente accostare il mezzo sulla destra della carreggiata attivando l’indicatore di direzione. Successivamente, una volta controllato attraverso lo specchietto o semplicemente voltandosi per analizzare se vi è la possibilità di immettersi in strada, attivando l’indicatore di direzione - nella direzione in cui si vuole invertire la marcia, ovviamente - e cambiando corsia bisognerà stare attenti alla linea di mezzeria: nel caso fosse continua non è concesso invertire la marcia, se fosse tratteggiata allora l’inversione è concessa. Una volta che la moto o lo scooter entrano nella corsia adiacente a quella nel quale ha avuto inizio la manovra è doveroso togliere l’indicatore di direzione e proseguire la navigazione.

COSA EVITARE DURANTE UN'INVERSIONE DI MARCIA?

Mentre si effettua un’inversione di marcia è consigliato evitare alcune manovre che possano mettere in pericolo voi, il vostro mezzo e anche gli altri. Effettuare l’inversione di marcia senza spostarsi sulla destra o senza usare l’indicatore di marcia per avvisare i guidatori che provengono alle spalle del conducente è un grave errore che, in fase di esame della patente, vi potrebbe compromettere il buon esito dello stesso. Come abbiamo detto qui sopra, un’altra delle cose da evitare è quella di attraversare la corsia divisa dalla linea continua. La linea continua è come se fosse un muro invalicabile ed è vietato oltrepassarla. Da evitare, oltre quanto finora segnalato, è l’inversione di marcia in prossimità o in corrispondenza delle intersezioni, delle curve e dei dossi. Oltre che pericoloso, è proprio vietato dal Codice della strada.

MULTE SALATE

L'inversione di marcia in autostrada o sulle strade extraurbane principali (art. 176, comma 19 Cds) prevede una multa da 1.988 euro a 7.953 euro; revoca della patente di guida e decurtazione di 10 punti patente. Fermo amministrativo del veicolo per tre mesi e confisca in caso di recidiva in un biennio. Inversione di marcia in corrispondenza di intersezioni, curve o dossi è soggetto: multa da 84 a 335 euro e decurtazione di 8 punti patente. Inversione in situazione di scarsa visibilità, in prossimità di curve o raccordi convessi: multa da 318 euro a 1.272 euro, sospensione della patente da uno a tre mesi (da due a sei mesi in caso di recidività entro due anni). 
 

Inversione di marcia: come si fa e che cosa evitare
Inversione di marcia: come si fa e che cosa evitare
Inversione di marcia: come si fa e che cosa evitare
Inversione di marcia: come si fa e che cosa evitare

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.