Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Manutenzione

Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali

Christian Cavaciuti
di Christian Cavaciuti il 11/12/2023 in Manutenzione
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Chiudi

Sono due innovazioni fondamentali, ma le riuniamo insieme: la tecnologia radiale e quella tubeless del pneumatico sono uno dei tasselli più importanti che hanno reso la guida della moto quel che conosciamo oggi

Per tutti gli Anni 70, le moto hanno la camera d’aria. Alla fine di quel decennio Metzeler introduce la tecnologia tubeless nel mondo moto, e nel corso degli Anni 80 e 90 questa soluzione diventa rapidamente prevalente. I motivi sono moltissimi, legati sia alle prestazioni che alla sicurezza.

La soluzione con camera d’aria è più antica e ovviamente più semplice: il pneumatico si occupa di gestire l’aderenza e la camera d’aria si occupa di calibrare la rigidezza dell'insieme, sostenere il peso e fornire il primo livello di ammortizzazione. Nel sistema tubeless, il pneumatico da solo deve fare tutto; e dato che il pneumatico è aperto sul lato del cerchio, quest’ultimo deve essere sigillato per garantire la tenuta all’aria.

Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali

Il radiale, dalla pista alla strada

Per questo motivo, la diffusione del sistema tubeless non ha che potuto andare di pari passo a quella delle ruote in lega, che nella moto hanno sostituito quelle a raggi molto più tardi rispetto al mondo auto e fondamentalmente, guarda un po’, a partire dalla fine degli Anni 70.

Come sempre succede, all’inizio le due tecnologie (tube e tubeless) hanno convissuto senza che una mostrasse vantaggi decisivi rispetto all’altra. Il sistema tubeless consentiva soprattutto di ridurre il peso (di un elemento non sospeso e in rotazione, che ha grande influenza sulla dinamica di marcia) e il calore prodotto dallo sfregamento tra copertone e camera d’aria, che limitava le prestazioni effettivamente sfruttabili.

Libero dai vincoli della camera d’aria la cui sezione è fondamentalmente circolare, il tubeless ha consentito di sviluppare pneumatici ribassati per seguire l’aumento delle prestazioni in curva e degli angoli di piega raggiunti dalle moto. È stato il tubeless a trainare lo sviluppo del radiale per moto, introdotto da Michelin nel 1987 dopo che Pirelli aveva realizzato nel 1983 una copertura specifica per la Honda VF1000R. Ma è stata Michelin a lavorare in modo più intenso e sistematico, anche nel Mondiale Velocità dove Freddie Spencer lo utilizzò (inizialmente solo al posteriore) già nel 1983 e definì l’introduzione di questa tecnologia “l’innovazione tecnica più importante in tutta la mia carriera”.

Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali

Tubeless+radiale, l'accoppiata imbattibile su asfalto

Il pneumatico radiale tubeless è un tassello assolutamente fondamentale della moto moderna, anche solo del suo aspetto. Le tecnologie costruttive negli anni sono cambiate e restano diverse (tele incrociate, cinture a 0° oppure no, fili di kevlar, rayon o acciaio…), così come sono cambiate le mescole, ma in generale quando si parla di alte prestazioni è l’unica soluzione in grado di garantire l’equilibrio termico e un sostanziale ribassamento.

Inoltre, il fatto di tenere la pressione sotto controllo direttamente con la carcassa e il cerchio ha consentito di installare con una certa facilità i sensori di pressione dei moderni TPMS, che costituiscono senz’altro un bell’elemento di sicurezza.

Il sistema tubeless è anche più tollerante in caso di foratura: tende a sgonfiarsi in modo progressivo e non repentino, ed è più facile da riparare, con un’ampia varietà di sistemi e quasi sempre senza dover smontare la ruota – un’altra faccenda che aveva sempre messo un muro tra i motociclisti hardcore e macho e il resto del mondo. Le camere d’aria, comunque, non sono scomparse: restano diffuse soprattutto nel mondo off-road (popolato in larga parte da specialisti con discrete capacità anche meccaniche, come i motociclisti di una volta) e in alcuni modelli entrofuoristrada.

Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
Le innovazioni che hanno fatto la moto moderna: pneumatici tubeless radiali
TUTTI I RICAMBI ORIGINALI E I DISEGNI TECNICI DEI MIGLIORI MARCHI SU MOTONLINE

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.