Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Burocrazia

Vendita moto privati: come vendere una moto evitando rischi

Redazione
dalla Redazione il 12/12/2023 in Burocrazia
Vendita moto privati: come vendere una moto evitando rischi
Chiudi

La vendita della moto ad un privato espone a potenziali rischi: scopri su Dueruote come vendere una moto usata ad un privato e quali sono i metodi di pagamento più sicuri

Avete messo in vendita la vostra moto (o scooter) online, magari usando portali specializzati come il nostro Dueruote Annunci. E, dopo una trattativa con la persona interessata, avete trovato un accordo. A questo punto non resta che vedersi di persona per la consegna del mezzo e per il passaggio di danaro.

Ma come è meglio comportarsi per evitare brutte sorprese? In fondo, quando si vende una moto, lo si fa a un perfetto sconosciuto. Nel 99% dei casi si tratta di persone per bene e oneste. Ma il mondo, si sa, è pieno di furbi. E per non correre rischi, basta adottare alcuni piccoli accorgimenti al momento del pagamento.

 

TANTI MODI DIFFERENTI DI PAGARE

Iniziamo subito col dire che il metodo di pagamento più sicuro è e resta l'assegno circolare. L'assegno circolare è un tipo di assegno bancario che viene emesso da una persona fisica o giuridica e garantito dalla banca emittente. Questo significa che, se l'assegno viene presentato per il pagamento, la banca che l'ha emesso deve garantire il pagamento della somma indicata. Certo, il compratore deve recarsi in banca e farsi emettere un assegno, quindi questa procedura comporta un dispendio di tempo, ma in questo modo in venditore ha la certezza che l'assegno sia sicuro e coperto al 100%.

Ben differente e meno sicuro è il pagamento con un normale assegno bancario: il rischio è che questo possa rivelarsi scoperto (e quindi non incassabile). 

E farsi pagare in contanti? In questo caso, l'unico rischio (remoto) che potete correre è che vi imbattiate in un falsario, o in qualcuno che sta riciclando denaro di provenienza illecita. Inoltre c'è poi la gestione del denaro contante, che dovete tenere al sicuro in casa o versare successivamente in banca. Si tratta di una modalità di pagamento che in linea di massima ci sentiamo di sconsigliare, proprio per la difficoltà di gestione, soprattutto per gli importi più elevati.

Altro metodo sicuro è il bonifico bancario. Una volta trovato l'accordo, il compratore effettua un bonifico dell'importo pattuito sul vostro conto corrente. Sarà vostra cura consegnare il mezzo solo una volta che la somma sarà stata accreditata in banca, e non prima. Insomma, non fidatevi di chi vi manda una distinta di bonifico e un codice CRO: questo potrebbe essere revocato. 

Il pagamento con bonifico viene comunque poco utilizzato non tanto perché poco sicuro dal lato di chi vende, quanto perché a rischiare di più è il compratore. Si possono verificare casi limite nei quali il venditore "scappa" col malloppo incassato, e non si fa trovare al momento del passaggio di proprietà.

Altro modo sicuro per fare acquisti è il pagamento avvenuto tramite piattaforme specializzate, come ad esempio PayPal. Con gli account verificati non vi sono limiti particolari al trasferimento di denaro. Inoltre il trasferimento può essere fatto in diretta: il compratore accredita la somma sul conto del venditore, il quale riceve una notifica dell'avvenuto pagamento.

 

LE PIATTAFORME ONLINE: IL CASO OWNY

Per evitare ogni tipo di problemi, esiste anche una soluzione che garantisce a monte sia il venditore, sia il compratore da qualunque tipo di rischio. Si chiama Owny ed è una startup nata dall'idea di Giacomo Raimondi e Samuele Cavalleri. Dopo essersi registrati sulla piattaforma, l’acquirente effettua un bonifico a Owny pari al valore concordato per il veicolo; la piattaforma conserverà il pagamento su un conto corrente segregato, non attaccabile da terzi. 

Una volta effettuato il passaggio di proprietà, il compratore o il venditore caricheranno sulla piattaforma il codice da 22 cifre - oppure il relativo QR code - per la conferma dell’avvenuta operazione. Dopo aver avviato le opportune verifiche, entro 24 ore Owny rilascerà al venditore il denaro precedentemente depositato.

Il vantaggio principale del sistema sviluppato da Owny è legato alla gestione del denaro per la transazione. Il compratore viene tutelato poiché il pagamento effettuato, e depositato sul conto segregato di Owny, non viene movimentato in favore del venditore fino all’effettivo passaggio di proprietà. Allo stesso modo, il venditore può approfittare della certezza di ricevere il denaro, proprio poiché versato anticipatamente sul conto Owny e sbloccato solo al termine dell’intero processo.

Il costo di Owny è di 50 euro a operazione, a cui si aggiunge una commissione pari allo 0,8% del valore del veicolo. Tanto per fare un esempio, se compratore e venditore si sono accordati per il pagamento di 10.000 euro, 130 euro totali rimarranno a Owny. 

 

TUTTI I RICAMBI ORIGINALI E I DISEGNI TECNICI DEI MIGLIORI MARCHI SU MOTONLINE

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.