CF Moto V5 250


dalla Redazione mercoledì, 13 settembre 2006
La moto automatica arriva dalla Cina, non colpisce per il look da custom asiatica ma per il fatto di montare un motore da scooter su di una ciclistica da vera moto. Le finiture non sono un granché, ma visto il prezzo sono accettabili


Di Andrea Figino, foto Marco Campelli, tester Fabio Cormio



Non nasconde le sue origini orientali, lo stile è quello delle custom che tanto vanno di moda nel paese dello Jing-Jang con tanto di sbarluccicanti cromature, una colorazione strana e una guida poco impegnativa anche nel traffico più caotico.
La V5 250 della CF Moto rientra perfettamente in questa tipologia di moto, anche se a ben vedere definirla una vera e propria moto potrebbe non essere corretto: difatti all’aspetto e alla ciclistica da moto si affiancano il motore a sbalzo e la trasmissione automatica da scooter che ne fanno un mezzo più vicino ad una vera moto automatica.



La cilindrata di soli 250 cc e la scarsa protezione dall’aria non ne fanno un mezzo adatto ad uno uso turistico, ma il quotidiano e i tragitti in tangenziale sono certamente alla sua portata.
Da guidare, poi, è facile ed immediata come uno scooter, basta agire sul gas e la V5 scatta con discreto brio grazie alla trasmissione ben tarata. Anche una volta lanciati, il motore rimane sempre pronto nella risposta al gas: a 90 km/h indicati si ha ancora una sufficiente scorta di potenza per affrontare eventuali sorpassi in tranquillità. Se poi ci si annoia si può azionare la radio di serie, che permette di memorizzare 9 stazioni radio AM/FM e di collegare il proprio lettore Mp3 alla presa USB nascosta sotto la sella.

Il passo lungo non infastidisce nella guida piuttosto stabile che, però, trova nelle pedane basse il vero limite fisico in curva: la V5 invoglia a piegare finché le gomme lo permettono, ma se non ci si vuol trovare senza scarpe, meglio affrontare le curve con un appiglio più tranquillo.
Convince la frenata, pronta e ben modulabile, mentre le sospensioni dalla breve escursione soffrono sul pavé.




TAGS scooter