SBK Qatar: Rea è campione. Davies domina gara1. Guintoli sul podio


di Matt Cape sabato, 29 ottobre 2016
Jonathan chiude secondo e centra l'obiettivo del titolo, ma la vittoria finisce ancora nelle mani della Ducati! Grande ritorno sul podio di Guintoli, che spodesta Sykes, solo quarto...


Era dai tempi di "King" Carl Fogarty (1998-1999) che un pilota non centrava un bis-iridato consecutivo! Misura significativa, che mostra l'importanza del secondo titolo mondiale conquistato da Jonathan Rea (2015-2016). Un successo meritato e certamente più sudato del precedente. Arrivato dopo un grande avvio di stagione, corso da gladiatore implacabile. Celebrato, però, dopo una seconda parte più sofferta e in salita, e chiuso solo in volata alla penultima corsa stagionale. Tra l'altro con manifesta inferiorità tecnica sugli avversari... Costringendo Jonathan ad accontentarsi anche del secondo posto in questa gara1, senza dargli la possibilità di poter spingere come avrebbe voluto, per vincere trionfando come si addice ai grandi campioni. Ma sì sa, il mondo delle corse è bastardo...
SBK Qatar: Rea è campione. Davies domina gara1. Guintoli sul podio

 
Certo, poi c'è ancora gara2 in cui sognare di sfogarsi, ma intanto Rea può già festeggiare! Con l'orgoglio e la consapevolezza di aver difeso con grinta e saggezza la corona. Anche se è stata una lotta più complessa del previsto, proprio a causa dell'uomo che ancora una volta è salito sul primo gradino del podio... per la quinta volta di fila! Ovvero Chaz Davies, il red-man-show, nuovo eroe in sella alla Panigale che ha trovato il modo di battere stabilmente il dream team Kawasaki. Sgretolando la costanza di Rea e ogni velleità di successo di Sykes. Tom che in questa manche in Qatar non ha certo brillato, lasciando le luci della ribalta tutte per il compagno di box. Mossa di cavalleria o rassegnazione? Di fatto, un via libera arrivato con la consapevolezza che ormai era tutto già scritto nelle regole della matematica e del punteggio. Dunque con 482 punti Rea si laurea, o meglio, prende il dottorato in 'Superbikeologia', lasciando Tom a 427 punti marcato stretto-stretto da Chaz con 420. Proprio loro, che in gara2 si giocheranno il titolo di vice-champion...

Degno di nota il podio del Qatar, che ci ha regalato anche il ritorno di Guintoli, stoico nel riprendersi dall'infortunio e bravo a portare per la prima volta la nuova R1 in zona vip, sul terzo gradino! Una bella doccia di Prosecco per celebrare gli sforzi enormi che Sylvain e Lowes (7°) hanno fatto quest'anno per fare crescere la Yamaha. Mentre ci si aspettava forse qualcosa di più da Hayden, di ritorno dalla MotoGP dove aveva sostituito Pedrosa a Phillip Island, ma dopo una bella qualifica l'americano non è andato oltre il quinto posto, davanti a Fores. Per Torres è arrivato invece un buon ottavo posto, dopo la lotta con Van Der Mark. In casa Aprilia Savadori ha chiuso la top ten e De Angelis 13°, appena dietro a De Rosa 12° su BMW. Infine, ancora un ritiro per Giugliano, con la matura consapevolezza che, dopo la gara2 di domenica, questa sfortunata collaborazione priva di risultati soddisfacenti sarà finita. Così Davide sarà libero di voltare pagina e correre veloce verso nuovi traguardi.


La griglia di partenza SBK

I risultati di gara1



Articoli correlati