SBK Magny Cours: doppietta di Davies. La Ducati beffa il duo Kawasaki


di Matt Cape domenica, 2 ottobre 2016
Chaz vince gara2 battendo nel finale Rea e Sykes. Appena sotto il podio Camier e la MV Agusta, che si mettono dietro con agio la Honda di Van Der Mark e Savadori con l'Aprilia...


SBK Magny Cours: doppietta di Davies. La Ducati beffa il duo Kawasaki

 
Tra i due litiganti... Chaz Davies gode. E come se gode! Il sorpasso, che a 5 giri dal termine consegna la vittoria al ducatista, è di quelli che danno tanta soddisfazione. Con il pennellone inglese che approfitta con astuzia delle scaramucce tra Sykes e Rea. Una bagarre tra le Ninja - andata avanti fin dal via - conclusa con un'ingresso teso e troppo abbondante al rampino di destra. Punto dove, "stacca tu che stacco io", il duo Kawasaki pasticcia e apre il varco in cui la Panigale s'infila pronta e decisa; preparata attentamente per spremere il gas e scappare via. Con tanto di "sbuffo" dallo scarico per celebrare lo sforzo del bicilindrico. Spunto buono per sparare la Rossa numero 7 lontano dalle predatrici verdi...
Galoppata che ha portato Davies e la Ducati a tagliare il traguardo con +2" su Rea e +2.5 su Sykes. Una nuova bella doppietta per Chaz, che così ricuce ancora lo svantaggio in classifica: portandosi a -33 punti da Tom e mettendo benzina nella lotta per il secondo posto nel mondiale. Al sicuro invece la leadership di Rea, in vetta con 426 punti. Anche se ancora una volta va constatata la grande crescita della Ducati, che adesso sembra avere tutte le carte in regola per vincere stabilmente... Ovvero un grande potenziale per dare parecchio filo da torcere alle Kawasaki!

Crescita importante e certificata in pista anche per la MV Agusta, che tra le mani di Camier non delude le attese e si piazza alle spalle dei migliori, firmando un bel 4° con un gap contenuto entro il +9.1. Quanto basta per dare "paga" alla Honda di Van Der Mark (+11") e all'Aprilia di Savadori (+16"), che si sono comunque dati gran battaglia per tutti i 21 giri. La sfida per la settima piazza finisce invece in favore di Torres che con la BMW si mette nuovamente dietro Guintoli e Hayden, mentre Fores chiude la top ten con la Panigale R gestita dal team Barni.

Tra 15 giorni il penultimo round stagionale a Jerez, dove Rea e Sykes sono attesi ad una prova d'appello, nonché una pronta risposta all'efficacia Ducati... Anche per portarsi finalmente a casa quel titolo costruttori che ormai sembra comunque nelle loro mani. Mentre con 48 punti tra i due ragazzi in verde, vedremo se Jonathan continuerà a correre in modalità "amministratore" o troverà lo slancio per tornare a vincere. Davies permettendo...


I risultati di gara2



Articoli correlati