SBK Magny Cours: Davies vince gara1. Van Der Mark e Sykes sul podio


di Matt Cape sabato, 1 ottobre 2016
Astuzia, velocità e azzardo, consentono a Chaz di imporsi dentro una corsa dove la scelta delle gomme ha fatto la differenza. Rea si perde, Savadori e Camier entusiasmano, ma il risultato non premia lo sforzo...


Quando piove è sempre una roulette. Quando l'asfalto è quello di Magny Cours, ed è pure umido, la situazione è anche più imprevedibile. Dunque un bel grattacapo per i piloti, ma un grande show per i fans della Superbike, che invece si sono potuti godere una bella corsa tutta in evoluzione. Dove l'astuzia e l'esperienza di Chaz Davies hanno giocato un ruolo fondamentale, buoni per centrare una vittoria strepitosa. Davies infatti è partito con le gomme intermedie, soffrendo all'inizio, ma spingendo sempre al limite, fino a ritrovare la testa della gara, consapevolmente aiutato dall'asfalto pronto ad asciugarsi. Zampatona che vale soprattutto la dimostrazione di uno stato di forma ottimo per la Ducati. Cosa che amplifica il "peccato" per "il fermo" forzato di Giugliano alle prese con nuovi guai fisici.
SBK Magny Cours: Davies vince gara1. Van Der Mark e Sykes sul podio

 
Sul podio quindi spazio a Van Der Mark e la sua Honda, che dopo essere partiti con le rain, cambiano presto e montano le slick per andare a prendersi un meritato 2° posto. Mossa uguale, ma meno tempestiva ed efficace, per Sykes, che dopo una corsa difficile si consola col 3° posto. Beffato invece Rea - forse troppo conservativo - che dopo le rain monta delle intermedie, gomme chiaramente meno azzeccate per la situazione della pista in quel momento. Il leader della classifica con 406 punti resta pur sempre lui, ma la corsa del campione in carica non è stata certo brillante... Mentre Sykes con 362 punti vede avvicinarsi Davies arrivato a 320.

Il sogno di Savadori, in vetta a metà gara, s'infrange invece con le rain che sul finale lo mollano, lasciandolo in quinta piazza. Sesto il francese Lagrive, che con la Kawasaki del team Pedercini si toglie una bella soddisfazione in casa. Le due rain sono invece causa del flop di Camier, poiché lo privano di una vittoria e un podio di portata storica, relegandolo a soli 2 giri dal termine giù fino alla settima piazza. Un "peccatone" dopo aver visto Leon a capo della corsa con un gran potenziale. Per questo va detto che Mv Agusta c'è e in gara2 è attesa ancora nei piani alti! Mentre nelle retrovie Fores, Guintoli e De Angelis chiudono la top ten, in attesa di giocarsela di nuovo, ma con condizioni meteo/asfalto che per la seconda manche dovrebbero essere migliori...


La griglia di partenza SBK

I risultati di gara1



Articoli correlati