SBK: arriva una nuova classe, la WorldSSP 300


dalla Redazione martedì, 27 settembre 2016
Dal 2017 sarà introdotta una nuova classe, la WorldSSP 300, categoria in cui correranno moto strettamente derivate di serie. Ad oggi risultano ammesse la Honda CBR500R, la Kawasaki Ninja 300, la Yamaha YZF-R3 e la KTM RC390, opportunamente "bilanciate" per evitare eccessive disparità fra un modello e l'altro


SBK: arriva una nuova classe, la WorldSSP 300

 
Alla vigilia dell’undicesima prova del Mondiale SBK, è stata annunciata l’introduzione di una nuova categoria: la WorldSSP 300. Si tratta di una classe a cui prenderanno parte moto derivate di serie di piccola cilindrata, come oggi accade nel CIV nella neonata Sport4T. Ad oggi risultano ammesse (il regolamento tecnico le cita esplicitamente) la Honda CBR500R, la Kawasaki Ninja 300 (EX300ADF), la Yamaha YZF-R3 e la KTM RC390, opportunamente "bilanciate" per evitare eccessive disparità fra un modello e l'altro. 

Il regolamento lascia le porte aperte ad altre aziende che vogliano presentare modelli idonei, ma lega le mani ai concorrenti dal punto di vista della preparazione della moto: il motore deve restare quello di serie, il cambio può essere dotato di quickshift (ma non di blipper) e c'è sostanzialmente libertà per quanto riguarda radiatori, scarico, elettronica e sospensioni... ma solo se si ricorre al kit FIM.

 

L'obiettivo è naturalmente quello di contenere drasticamente i costi, cosa praticamente mai riuscita finora, oltre che di creare nuovi vivai di piloti anche in Paesi emergenti, dove queste mini-sportive sono molto popolari. L’età minima per correre sarà 15 anni. Per il regolamento completo clicca qui!


“Questa nuova piattaforma sarà l'ambiente ideale per lo sviluppo di talenti futuri”, ha dichiarato Vito Ippolito, Presidente della FIM. “L'intenzione del WorldSSP 300 è quella che i Campionati Nazionali seguano questo punto di riferiment,o che offre una base nella quale i futuri talenti possano crescere in un ambiente con delle regole e relativamente uguale e dove i produttori possono accompagnare i giovani piloti che fanno i loro primi passi verso la celebrità”.

“L'obiettivo è quello di avere una serie a prezzi accessibili per i giovani concorrenti", ha detto Javier Alonso, direttore esecutivo WorldSBK. “C'è stato un grande interesse per le moto a bassa cilindrata in questo sport e la nuova classe WorldSSP 300 offrirà questo. Sarà promosso ai costruttori come un campionato di facile accesso, la migliore piattaforma possibile perché emergano future stelle, dove i produttori possono accompagnare i piloti fin dalla tenera età e mentre progrediscono nel corso della loro carriera".




Articoli correlati