MotoGP test Phillip Island/2: Viñales vola!


di Riccardo Matesic giovedì, 16 febbraio 2017
Maverick Viñales ha sparato il tempone già al mattino, e nella seconda giornata di test ha staccato Marc Marquez di quasi mezzo secondo. Ottimo terzo Crutchlow, davanti a un sempre più convincente Barbera. Dovizioso 5°, Rossi 8°, Lorenzo 15°



Maverick Viñales è la stella della seconda giornata di test, sulla pista australiana di Phillip Island, in Australia. Lo dice la classifica dei tempi, che lo vede in testa con uno stratosferico 1'28”847, segnato al mattino. Non un semplice giro a vita persa, azzeccato fortunosamente, ma un'uscita che lo ha visto più volte scendere sotto il muro del 29, unico fra i piloti in pista.

Dietro di lui Marc Marquez, rimasto a quota 1'29”309, vale a dire a 462 millesimi da Viñales. Marc però oggi ha lavorato sul passo gara, senza concentrarsi sul giro secco. E ha messo in mostra un ritmo elevatissimo. Prima di giudicare il suo distacco dall'astro nascente della Yamaha, attendiamo la chiusura dei test di domani, quando anche lui metterà la gomma morbida e ci farà vedere fino a dove può arrivare.

I due “più a posto” dei test odierni sono loro. In casa Yamaha Valentino Rossi (oggi 38 anni, auguri!) per il momento è solo ottavo (a 827 millesimi da Viñales). Vale però di solito nei test si concentra più sulla moto che sul tempo. Domani anche lui sicuramente salirà. Anche se è facile pronosticare che continuerà ad avere qualcosa in meno sia sul giro secco che sul passo, rispetto ai due migliori. Dani Pedrosa invece è solo 16°, ma ha girato pochissimo, perché infuenzato. Comunque le Honda vanno bene: Cal Crutchlow è terzo, a un soffio da Marquez.

Giornata interlocutoria per le Ducati. La migliore è quella di un ottimo Alvaro Bautista, quarto con la GP16. Non è la prima volta che lo spagnolo nei test si affaccia nelle prime posizioni: sarà un brutto cliente per molti. Andrea Dovizioso è quinto (a 0.636 dal leader), mentre Jorge Lorenzo cerca ancora di capire la GP17, e per ora naviga in 15ª posizione, a 1”350 da Viñales. Rimanendo in casa Ducati, 13° tempo per Abraham, che ha messo dietro anche Petrucci (14°).

Chi ha camminato oltre ogni aspettativa è Aleix Espargaro, con l'Aprilia, oggi 6° (a 0.654, con un ottimo 1'29”501) segnato al mattino. Aleix, sempre veloce sul giro, oggi ha portato in pista anche la nuova carenatura con effetto deportante.

Già, c'è il tema delle carenature. Vista quella della Yamaha già nei test precedenti, qui a Phillip Island sono arrivate anche quella dell'Aprilia e, oggi, quella della Suzuki, con un cupolino allargato. Andrea Iannone però oggi non è stato velocissimo: 12° a 1”100. A precederlo anche il meno esperto -ma veloce- compagno di squadra, Alex Rins (9° a 0.955).

Chi manca? Jonas Folger, ancora 7° (davanti a Rossi) con la Yamaha Tech3, a quota 1'29”664. 817 millesimi di distacco da Viñales, per un debuttante della MotoGP in questi test precampionato. Va forte il ragazzo! Non male anche Jack Miller, decimo, e Johann Zarco, undicesimo.

Domani giornata conclusiva per questa tre giorni di test. E finalmente tireremo un po' le somme. Si comincia alle 23.45, ora italiana.


I tempi di oggi
1° Maverick Viñales Movistar Yamaha 1'28”847
2° Marc Marquez Repsol Honda 1'29”309 (0.462)
3° Cal Crutchlow LCR Honda 1'29”325 (0.478)
4° Alvaro Bautista Pull&Bear Aspar Team Ducati 1'29”411 (0.564)
5° Andrea Dovizioso Ducati Team 1'29”483 (0.636)
6° Aleix Espargaro Aprilia Racing Team Gresini 1'29”501 (0.654)
7° Jonas Folger Monster Yamaha Tech3 1'29”664 (0.817)
8° Valentino Rossi Movistar Yamaha 1'29”674 (0.827)
9° Alex Rins Suzuki Ecstar 1'29”802 (0.955)
10° Jack Miller Marc VDS Racing Team Honda 1'29”838 (0.991)
11° Johann Zarco Monster Yamaha Tech3 1'29”880 (1”033)
12° Andrea Iannone Suzuki Ecstar 1'29”947 (1”100)
13° Karel Abraham Pull&Bear Aspar Team Ducati 1'30”142 (1”295)
14° Danilo Petrucci Octo Pramac Ducati 1'30”150 (1”303)
15° Jorge Lorenzo Ducati Team 1'30”197 (1”350)
16° Dani Pedrosa Repsol Honda 1'30”245 (1”398)
17° Hector Barbera Reale Esponsorama Racing Ducati 1'30”352 (1”505)
18° Scott Redding Octo Pramac Ducati 1'30”435 (1”588)
19° Pol Espargaro Red Bull KTM 1'30”645 (1”798)
20° Loris Baz Reale Esponsorama Racing Ducati 1'30”852 (2”005)
21° Sam Lowes Aprilia Racing Team Gresini 1'30”895 (2”048)
22° Bradley Smith Red Bull KTM 1'31”704 (2”857)