MotoGP Argentina: chi fermerà Vinales?


Stefano Borzacchiello martedì, 4 aprile 2017
Il Motomondiale questo fine settimana riaccende i motori a Rio Hondo. Sulla pista che lo scorso anno ha visto trionfare Marquez… la domande delle domande è: Vinales sarà ancora l’uomo da battere? Domenica la risposta



Arriva l'Argentina. Questo fine settimana si corre a Termas de Rio Hondo. Circuito che lo scorso anno ha visto Marc Marquez passare per primo sotto la bandiera a scacchi davanti a Valentino Rossi e al compagno Dani Pedrosa. Maverick Vinales proprio in Argentina lo scorso anno stava per conquistare il suo primo podio in MotoGP, ma nelle fasi finali della gara una caduta gli ha rovinato tutto. Quest’anno lo spagnolo, campione della Moto3 nel 2013, caricato dalla vittoria nella prima gara in Qatar arriva in Sud America come il pilota da battere determinato a cancellare i ricordi dell’epilogo 2016. Su di lui saranno puntati tutti i riflettori perché nonostante l’ottimo avvio e le prestazioni superlative nei test ha ancora tutto da dimostrare.

Restando fra gli spagnoli, se Marc Marquez su questa pista potrebbe tornare a graffiare c’è molta attesa nel box Ducati per la seconda gara di Jorge Lorenzo. La prima in Qatar l’ha visto più in difficoltà del previsto e l’ex campione del mondo, può e deve dare una svolta, la Ducati velocissima nelle mani di Andrea Dovizioso ha dimostrato di avere i numeri per vincere e se è vero che il Dovi la conosce alla perfezione da Lorenzo nel box Ducati si aspettano di vederlo presto protagonista.

Chi invece ha dimostrato di essere già da podio è Andrea Iannone. L’abruzzese alla sua prima gara sulla Suzuki ha corso guidando all’attacco e solo un errore l’ha tolto dai giochi per il podio. Il binomio Iannone Suzuki funziona, quindi, occhio alla GSX-RR numero 29. Attesa anche per l’Aprilia. Con i passi avanti fatti dal Reparto corse di Noale e il talento di Aleix Espargarò la RS-GP può puntare in alto. Fra i debuttanti occhi puntati sulla coppia del team Yamaha Tech3… fra le tante incognite c’è anche quella del meteo: potrebbe piovere.