Slowriding Europe: tour 2012


di Anna e Alessandro Benini martedì, 25 giugno 2013
Un lungo viaggio alla scoperta delle bellezze dell'Europa Centrale. Ma con calma, perché Svizzera Francia Belgio e Germania vengono ammirate dalla sella di una LML Star 150. Moltissimi chilometri tra foreste e spettacolari panorami, sino al ritorno al piccolo paese in Brianza e al suo suggestivo ponte in ferro che attraversa il fiume Adda



Siamo una coppia "attempata" (52 anni ciascuno) con una grande passione per i viaggi su due ruote. La scorsa estate, per il terzo anno consecutivo, abbiamo scelto di trascorrere le vacanze a bordo della nostra piccola LML 150 Star, attraverso le più belle regioni d'Europa. In 15 giorni di viaggio, a una velocità media di 50 km orari, abbiamo percorso più di 3400 Km attraverso Svizzera, Francia, Belgio e Germania, guidati dal TomTom per strade di campagna e paesini sconosciuti, fra trattori e mietitrebbia, con una media di oltre 200 km al giorno. Nessun problema con il nostro piccolo scooter: un buon tagliando alla partenza e gomme nuove. Poi un minimo di manutenzione: un paio di rabbocchi di olio e un paio di ingrassature ai terminali dei cavi freno e frizione. Consumi irrisori: oltre 40 km con un litro di super, il che, coi costi attuali del carburante, è un bel sollievo! Come bagaglio due sacche water-proof: una da 30 litri sul portapacchi anteriore e una da 40 litri su quello posteriore, per un totale di circa 19 kg di peso, in due. Menzione d'onore alle tute antipioggia, leggere e comodissime, portate sotto una pioggia battente per due giorni interi senza alcun disagio o problema, senza un trafilo di acqua e senza alcun problema di traspirazione. Tutto questo dimostra, ancora una volta, che, per viaggiare, davvero non servono grandi mezzi, ma solo grande passione e determinazione.

1° giorno - Paderno d'Adda - Montreaux (CH) -339 km
Lunga tappa di trasferimento. Dopo una sosta a Cittiglio per colazione (ottime le paste della pasticceria Zanoni), attraversiamo il lago Maggiore con il traghetto da Laveno a Verbania, mentre nere nubi si addensano sulle Alpi. Un forte temporale ci ferma a Domodossola per indossare le antipioggia. Saliamo fino al Passo Sempione dove troviamo il sole. Il mezzo si comporta benissimo: sempre in terza e in quarta e solo poche volte la seconda nei tornanti. Il tempo è variabile, ma il paesaggio, quando si apre, è stupendo. Dopo la pausa pranzo scendiamo in Svizzera, per Briga. Lungo la strada attraversiamo una inattesa festa delle albicocche a Saxon, ma la tabella di marcia non ci consente altre soste e siamo costretti a correre (si fa per dire) fino a Montreaux. Il lago di Ginevra è bellissimo, ma la città è deserta. Ceniamo al Beijing Town, uno dei pochissimi ristoranti abbordabili e aperti. La cena è ottima e relativamente economica (40 CHF in due). Dopo cena si scatena una bufera di vento che ci costringe a nanna presto, cosa gradita, vista la stanchezza della lunga giornata di viaggio.