Guida autonoma, TomTom e Bosch insieme per le mappe in alta definizione


dalla Redazione lunedì, 12 giugno 2017
Collaborazione tra le due aziende per creare le mappe in alta definizione, più accurate e precise anche con il buio o la scarsa visibilità. Un'innovazione che va in direzione della guida autonoma ma aiuta anche i motociclisti. Vediamo perché



TomTom e Bosch annunciano la creazione di una mappa ad alta definizione che integra il layer Radar Road Signature per la localizzazione di veicoli a guida autonoma. Radar Road Signature permetterà ai veicoli a guida autonoma di determinare con un’approssimazione di pochissimi centimetri la loro esatta posizione sulla strada, lavorando insieme a TomTom HD Map.

Il vantaggio della mappa con Radar Road Signature di Bosch è l’affidabilità: rispetto alle mappe che si basano per la localizzazione dei veicoli esclusivamente sui dati video, Radar Road Signature può essere utilizzato e generato in modo affidabile anche di notte e in condizioni di scarsa visibilità. Radar Road Signature di Bosch ha bisogno di trasmettere solo cinque kilobyte di dati nel cloud per chilometro, che rappresentano la metà della larghezza di banda necessaria per le mappe basate sui video.

Harold Goddijn, CEO di TomTom, ha affermato: “Stiamo lavorando con grande impegno per creare la mappa ad alta definizione necessaria per la guida autonoma, comprese le caratteristiche di localizzazione come TomTom RoadDNA. È entusiasmante lanciare questo ulteriore livello di localizzazione con Bosch, sotto forma del Radar Road Signature – che aumenta notevolmente l’accuratezza della localizzazione in tutte le circostanze”. “Radar Road Signature è una tappa fondamentale nel percorso verso la guida autonoma. Permetterà ai veicoli di determinare la loro posizione in ogni momento”, ha dichiarato Dirk Hoheisel, membro del board of management di Bosch.

Bosch vuole lanciare Radar Road Signature nei mercati europeo e statunitense al massimo entro il 2020.