CIV Mugello: sfide all’ultima staccata


da civ.tv giovedì, 8 ottobre 2015
Il Campionato italiano questo fine settimana fa tappa al Mugello per l’ultima prova della stagione. Titolo da assegnare in tutte le classi




L’ultima staccata del Campionato italiano. Quella decisiva, quella che decreterà i campioni 2015 si avvicina. Sarà il Mugello ad ospitare questo weekend il round finale del CIV, e se Celestino Vietti Ramus, trionfatore anche in una gara di Campionato Spagnolo, si presenterà già come Campione 250 4t, la battaglia è aperta nelle altre classi, a cominciare dalla SBK.
Molti si aspettavano il campione SBK già a Imola, ma il circuito del Santerno ha ridotto il vantaggio di Michele Pirro. Il pilota Ducati Barni Racing è pronto a rifarsi su una pista “amica”, dove quest’anno ha già dimostrato tutto il suo valore, facendo doppietta nelle gare di giugno. Gli sfidanti però sono vicini, a cominciare da quel Roberto Tamburini che fu l’unico a contendere la vittoria fino all’ultimo a Pirro al Mugello. Il pilota Moto X Racing su BMW, reduce dal 2° posto nel Mondiale STK1000 alle spalle di Savadori, è ora terzo in classifica a 23 punti da Pirro. In seconda posizione c’è invece l’Aprilia di Alessandro Andreozzi, che ha ottenuto un 7° posto a Magny Cours in STK1000.
 
La Moto3 resta la classe più avvincente del campionato. Il duello è tra Fabio Di Giannantonio e Marco Bezzecchi. Un testa a testa che dura dal primo round di Misano, e che sta premiando la costanza del pilota romano, vittorioso a Imola e sempre a punti in tutte le gare. Di Giannantonio che nel frattempo ha chiuso al 2° posto nella Red Bull Rookies Cup, e che dovrà fare molta attenzione a Bezzecchi. Il pilota Mahindra Peugeot ha vinto più del rivale quest’anno, ma sulla sua stagione pesano alcuni “zeri”. Proprio le gare del Mugello di giugno sintetizzano bene l’annata di Marco: vittoria al sabato in volta su Di Giannantonio e caduta la domenica. Quando resta in piedi, stando ai numeri, il più forte è lui. Ma la costanza di Di Giannantonio potrebbe fare la differenza. Più distanti in classifica Spiranelli e Groppi, con quest’ultimo che proprio sul circuito toscano ha conquistato a giugno la sua prima vittoria.

In Supersport il favorito è ancora Massimo Roccoli. Il pilota MV Agusta si presenta al Mugello come leader nella classe più numerosa del CIV. Distanziati di circa una trentina di punti in classifica troviamo un trio di piloti composto da Mercandelli, Bussolotti e Cruciani. Sulla pista toscana quest’anno però non c’è stata storia Roccoli ha fatto doppietta, con alcuni dei suoi avversari (vedi Cruciani) che hanno pagato in quell’occasione anche un po’ di sfortuna. Roccoli è quindi il grande favorito, ma la storia è ancora da scrivere.

Nella Premoto3 4t, con il titolo già conquistato da Vietti Ramus, resta da vedere chi tra Nepa e Spinelli otterrà la seconda posizione, con Zannoni più attardato rispetto ai due. Nella 125 2t l’attesa è tutta per Leonardo Taccini. Il pilota del VL Team, dopo un inizio difficile, ha messo insieme una serie di vittorie e piazzamenti che lo hanno portato ad essere in testa nella categoria, dimostrando una crescita costante nell’arco della stagione. I punti di vantaggi sugli inseguitori Triglia e Bernardi sono rispettivamente 22 e 34. Al Mugello però Taccini quest’anno ha fatto 1° e 2°. Il favorito per la volata finale è lui.

Nella Sport 4T Nicola Di Rago si presenta al Mugello come leader. Il pilota su Kawasaki ha ottenuto 2 vittorie su 4 gare ma gli avversari sono vicini, a cominciare da Mario Iovino, distante solo 9 punti e che ha già vinto quest’anno al Mugello, battendo proprio Di Rago, secondo in quell’occasione. Vedremo se stavolta la pista toscana sorriderà al capoclassifica, il quale dovrà guardarsi anche dall’esperto Ritucci, più distante in classifica (21 punti) ma ancora non escluso dalla matematica. Nella 2T invece il testa a testa è tra Federico Drago e il campione in carica Daniele Scagnetti. Il primo comanda la classifica grazie a due vittorie e due secondi posti, ma il secondo è distante 18 punti e nessuno dei due quest’anno ha vinto al Mugello.



Articoli correlati