Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Motogp

MotoGP Spielberg test: la legge delle Ducati

di Stefano Borzacchiello e Riccardo Matesic il 19/07/2016 in Motogp

Dovizioso e Iannone sono in testa nella prima giornata di prove sul tracciato austriaco. Quarto tempo per Stoner. Rossi chiude nono. Primo confronto diretto per KTM che con Kallio resta a più di due secondi dalla vetta

MotoGP Spielberg test: la legge delle Ducati
Chiudi
Dopo il Sachsenring, prima della pausa estiva, la MotoGP fa tappa a Spielberg in Austria per una due giorni di test in vista della gara del prossimo 14 agosto. Assenti i piloti del team HRC Marc Marquez e Dani Pedrosa, al termine della prima giornata sono stati Andrea Dovizioso (1’23”764) e Iannone (1’23”347) con la Ducati il riferimento. Anzi, per dirla tutta, sono proprio le Ducati, con 8 moto nei primi 10 ad aver stradominato la prima giornata!
Le varie versioni della Desmosedici sono state subito molto a loro agio sul rinnovato tracciato austriaco, come dimostrano il terzo tempo fatto segnare da Scott Redding (1’24”461), il quarto di Casey Stoner (1’24”502), il sesto di Hector Barberà (1’24”649) che precede Eugene Laverty (1’24”751) e Danilo Petrucci (1’24”992). Completa la top ten Yonny Hernandez, ancora con una D16 (1’25”171).

Dunque Casey Stoner, attesissimo perché sembra che sulla base di questi test deciderà se fare o meno una wild card ad agosto sul tracciato austriaco, ha segnato il 4° tempo, a oltre 7 decimi da Dovizioso. Ci aspettavamo di più? Forse si, forse no. Sicuramente ha meno confidenza dei piloti titolari con le regolazioni della moto ufficiale, e impiega più tempo per trovare il giusto setup. Poi, da buon collaudatore quale è, ha testato anche particolari differenti. Ad esempio la moto senza alettoni. Quindi, aspettiamo domani per capire il vero passo dell'australiano.

Rimanendo nella top ten, la Suzuki di Maverick Vinales si è infilata fra le Ducati, facendo segnare il quinto crono di giornata (1’24”595), mentre Valentino Rossi con la Yamaha non è andato oltre il nono tempo (1’25”054).

E Jorge Lorenzo? Il pilota più in crisi del momento (insieme a Pedrosa) ha segnato l’undicesimo crono : 1’25”175)
In chiusura, segnaliamo il primo confronto diretto della KTM in vista dell’esordio nel 2017. Per oggi il cronometro ha visto Mika Kallio a più due secondi dalla vetta (1'26"056) mentre Thomas Luthi è in fondo alla classifica. Domani si prosegue.

Alla luce delle recenti, drammatiche condizioni che il coronavirus sta producendo in Italia e nel mondo, Domus sente l’esigenza di dare un segnale di presenza, interpretazione e sostegno a tutte le attività creative e produttive, italiane e straniere

Cristian Lancellotti

Vai a #BackOnTrack

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

  • pkele155
    Forza Ducati - Grande casey