Suzuki GSF 650 Bandit



  • Prova di gus0507
  • Uomo, 58 anni
  • Voto: 4,4
  • Ci sono 1 commenti

Pagella

Media 3,8 |
    • In sella 5 |
    • Comfort 5 |
    • Dotazioni 4 |
    • Qualità percepita 4 |
    • Capacità di carico 3 |
    • Motore 5 |
    • Trasmissione 5 |
    • Sospensioni 4 |
    • Freni 4 |
    • Su strada 4 |
    • Prezzo 5 |

    Dopo aver avuto, in passato per 5 anni e 85.000 Km percorsi, la versione 600 del 2002, ho ricomprato, da poco la versione 650 K7 con il motore raffreddato ad acqua. Il feeling è lo stesso, se non migliore, qualche cavallo in più che non guasta e la possibilità di registrare manubrio, posizione in sella e sospensione anteriore. Divertente, anche se pesa più della media del segmento, con una potenza giusta e un buon range di utilizzo. Buona ma certamente migliorabile la frenata, magari con olio nuovo, tubi in treccia e pastiglie Carbon Lorraine. La frizione idraulica è un burro. A differenza della vecchia bandita, solo l'erogazione è diversa, con i carburatori mi piaceva di più senza quel piccolo on-off presente sulla versione a iniezione. Con le gomme mirate (io uso Metzeler M5) migliora l'agilità anche se , forse, a scapito della durata. Comoda da soli, con una triangolazione ottimale e comunque anche con la zavorrina l'abitabilità è ottima. Quest'ultima non vi pregherà mai per una fermata supplementare. Per percorrenze extraurbane e autostradali, prevedere il montaggio di un buon cupolino sopra al faro tradizionalmente tondo. I consumi sono buoni (se non smanettiamo troppo) e il costo per la manutenzione, anche usando pezzi commerciali migliori dell'originale, mai fuori misura. Inoltre, la reperibilità è ottima. Per gli esibizionisti forse non è la moto perfetta, tuttavia gli sguardi osservati sono comunque sempre positivi. Un classico esempio di moto intelligente.

    Scheda tecnica e prezzi della moto
    • joannes
      Uomo, 73 anni

      MOTO CLASSICA - La Suzuki Bandit e' una moto di sostanza, senza inutili fronzoli, con la quale si possono fare sia lunghi viaggi, sia brevi gite fuori porta, sempre divertente e con costi di manutenzione limitati; il consumo di carburante e' piu' che buono. Inoltre l'estetica e' quella di una moto classica, con un bel faro rotondo e il motore in vista.

    Lascia un commento

    Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.