Harley-Davidson Road King C.V.O. FLHRSE Screamin' Eagle ABS


di Lorenzo Cascioli Da Dueruote di Settembre 2017
Harley-Davidson Road King C.V.O. FLHRSE Screamin' Eagle ABS Dall'archivio Prove
  1. 1.745 cc
  2. 66 kW (90 CV)
  3. 2 cilindri a V di 45°
  4. Euro4
  5. € 26.000 c.i.m.

Prendete una Road King, toglietele tutte le cromature e immergetela in un barile di vernice nera. Mettetele una ruota anteriore da 19’’, una posteriore da 18’’ e un paio di cerchi in alluminio. Il risultato? Lo leggete nelle prossime pagine

E' una moto da 372 kg che si guida come una da 250. Se e` vero che bisogna iniziare il pezzo con una notizia, la notizia della neonata Harley-Davidson Road King Special e` questa. Magia nera? No, modifiche alla ciclistica. A Milwaukee ci stanno prendendo gusto. Da quando hanno provato a innestare il 19" su alcuni modelli della famiglia Touring, sono arrivati numerosi consensi a livello di guida. E cosi` l'operazione si ripete oggi con la Road King Special, che va ad affiancare le Road King tradizionali con le loro gomme ciccione. Ma non basta, perche´ qui c'e` anche un posteriore da 18", al posto del consueto 16"! Naturalmente, geometrie e misure risultano differenti. La Special prende una strada tutta sua anche per lo stile: laddove sulle sorelle ci sono romantiche cromature, qui c'e` un bidone di vernice nera per silenziatori, forcella, motore, manubrio, faro, specchietti, cover serbatoio, copri filtro e altro ancora... fino a contaminare gli inediti cerchi a razze in alluminio pressofuso, chiamati "Turbine". E vogliamo parlare di quel manubrio rialzato mini-ape hanger? Tutto contribuisce a dare una inaudita cattiveria a quella che era una pacifica rappresentante della famiglia Touring. In comune con le sorelle c'e` ovviamente la base tecnica, con tutte le novita` che a suo tempo vi avevamo raccontato per i modelli 2017, a partire dal bicilindrico da 1.745 cc con 4 valvole (e 2 candele) per cilindro.

Diamoci del tu

Sono anni che parliamo bene dei telai delle Touring, perche´ se lo meritano. Semplici strutture in tubi di acciaio, ma con le geometrie giuste. Le grosse di Milwaukee sono moto che hanno un loro equilibrio, sono ben bilanciate. Scendono in curva naturali, pacate, rotonde. Sono mezzi dalla maneggevolezza insospettabile, ma che comunque, volendo alzare il ritmo, impongono una certa attenzione per la loro massa. La Road King Special invece no. E` una moto da 372 kg che, come dicevamo, si guida con la leggerezza d'animo di una da 250. Vuoi essere svelto in una esse? Lei ti viene dietro, senza dondolare. La si guida e basta, senza pensar troppo a quel che si sta facendo. E non e` da tutti, per una bestiona del genere. Le si puo` dare del tu. In tutto questo gran merito va anche alle sospensioni. Gia` negli ultimi anni riuscivano a gestire bene i grandi pesi di queste moto, ma le nuove sospensioni della gamma Touring (forcella Showa SDBV, coppia di ammortizzatori completamente riprogettati) lo fanno con ancor piu` naturalezza. Sulla Road King Special non danno mai l'idea di essere gommose, di lottare contro una massa importante. Incredibile, almeno fino a quando l'asfalto e` liscio. Sullo sconnesso, infatti, il retrotreno picchia un po', forse anche per il pneumatico piu` ribassato e la minor escursione al posteriore rispetto alle altre Road King. Volendo, si puo` trovare un compromesso lavorando con il manopolone del precarico. Parlando di guida spigliata, va detto che anche le pedanone giganti sono sistemate bene. A un certo punto strisciano sull'asfalto, ma a inclinazioni ragionevoli, senza castrare la guida.

107 pollici cubi

Bradicardico. Batte lento il bicilindrico da 1.745 cc. Un colpo qui, un colpo li`. Al minimo si dondola tra 870, 920, 880 giri al minuto. Numeri cosi`. Poi basta un filo di gas ed ecco la forza di un treno, una locomotiva che soffia e stantuffa. Spinge poderoso il 107 e fa accelerare la bestiona. Se invece si vuole andare a spasso, sa essere dolcissimo. Una rotonda in citta` si fa in terza a 1.100 giri e lui gira docile come un agnellino. In autostrada a 130 km/h il contagiri segna 2.400, come un diesel. E poi il sound: i due lunghissimi sigari emettono un soffio pieno e corposo, che pero` non ti fa maledire dai passanti. E poi il suo battito: probabilmente vibra e si scuote perche´ e` vivo, ma non te lo fa percepire perche´ e` attaccato al telaio con supporti elastici. Scalda un po' nella stagione estiva, certo, ma questo V2 con i cilindri con raffreddamento ad aria (le teste hanno quello a olio) non soffia addosso alle gambe il calore infernale di altre moto di oggi. A proposito, va segnalato come il collettore di scarico posteriore e il catalizzatore siano stati spostati, per allontanarli dal passeggero.

Il porcellino

Pregi, difetti. Motore, sospensioni, telaio. Maneggevolezza, erogazione, guidabilita`. Qualcosa vi abbiamo detto della moto. Quel che manca lo leggerete nella pagella e nelle didascalie. Ora tagliamo corto perche´ c'e` da fare un ragionamento. Fino qui abbiamo analizzato la Road King Special come se fosse una moto normale. Ma un'Harley-Davidson di queste grosse – e allarghiamo il discorso a tutta la famiglia Touring – non e` una moto normale. Sarebbe un delitto scrivere che e` una moto come tutte le altre. Perche´ quando ci monti sopra ti trasformi. Ti senti un re. Ti viene un innocente complesso di superiorita` misto a voglia di pavoneggiarti. Al semaforo sai che il vicino ti sta guardando e fai finta di niente. Ma sai bene che la tua Road King l'hai voluta anche perche´ fa figo. Fino a 20/25 anni fa un'Harley si comprava solo per questo: per il suo carisma, per la sua immagine glamour. Certo anche per il forte battito del suo bicilindrico (che ai tempi era "solo" un 1.340). Ma erano davvero tanti i difetti da mandar giu`. Bisognava essere uomini veri e accettare dei sacrifici per andarci in giro. Oggi sotto quell'immagine sempre fortissima le H-D sanno nascondere le migliori tecnologie, oggi alla loro faccia da schiaffi abbinano un indiscutibile piacere di guida. Come questa Road King Special che ti accoglie morbida: ci sali e ci fai tanta strada. E allora, messo tutto insieme, a chi scrive si scatena dentro un tormento interiore. "Quanti soldi ho nel porcellino? Manca tanto a 26.000 euro?".

Listino

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.