MotoGP: Valentino Rossi proverà l'impresa?


dalla Redazione mercoledì, 20 settembre 2017
Rossi ha un sogno: correre ad Aragon. Dopo due giorni di test a Misano con la Yamaha R1 le speranze di tornare in gara sono più concrete. Oggi il pilota della Yamaha è stato sottoposto ad una visita medica che ha dato il via libera alla sua partenza per Alcaniz. Ora Valentino dovrà sottoporsi ad ulteriori controlli medici in circuito



Valentino Rossi, 38 anni, nove titoli mondiali, da oltre vent’anni nel Motomondiale costantemente in lotta per la vittoria. Una carriera costellata di record, un carisma che l’ha reso unico, l'ultimo giorno di agosto a pochi giorni dal GP di Misano è caduto mentre si stava allenando con la moto da enduro. Una caduta in cui ha rimediato la frattura di tibia e perone.

Prontamente operato Valentino Rossi non ha perso tempo e ha iniziato subito il percorso di riabilitazione con l’obiettivo di rientrare il prima possibile, per tornare nel suo mondo e non perdere ulteriore terreno in classifica da Andrea Dovizioso, Marc Marquez e Maverick Vinales.

IN PISTA A MISANO PER METTERSI ALLA PROVA
Aragon
sembrava solo un miraggio, il rientro a in Giappone a Motegi molto più probabile, ma dopo due giorni di test a Misano in cui Rossi ha guidato una Yamaha YZF-R1M, le speranze sono diventate molto più concrete. Il sogno potrebbe concretizzarsi. Valentino Rossi seppur ancora non ufficialmente, ha deciso di provarci. Ora Valentino dovrà affrontare ulteriori visite mediche per ottenere il nulla osta dei medici per correre ad Aragon. Certo poi nel caso gli venga dato il via libera, solo venerdì mattina dopo aver guidato la sua Yamaha YZR-M1 MotoGP avrà le idee chiare e Yamaha ha sempre pronto il sostituto, Michael van der Mark.

Aggiornamento
L'OK DEI MEDICI, ROSSI PARTE PER ARAGON

Poche ore fa Valentino Rossi è stato sottoposto ad una visita medica che ha dato il via libera alla sua partenza per Alcaniz. Giovedì sarà comunque sottoposto all'ultimo controllo medico ad Aragon. Quella sarà la visita che darà il definitivo via libera per poter salire sulla sua Yamaha nelle prove di venerdì. "Fortunatamente, ieri ho sostenuto un buon test a Misano, ha spiegato Rossi che ha poi aggiunto, Ho provato anche il giorno prima, ma la pioggia mi ha fermato dopo qualche giro. Ieri sono riuscito a completare 20 giri e trovare le risposte che stavo cercando. Alla fine il test è stato positivo e voglio ringraziare il dottor Lucidi e il suo staff, che mi hanno aiutato a trovare le soluzioni migliori per sentire il minimo dolore possibile alla gamba durante la guida".  

"Ovviamente alla fine della prova avevo un po' di dolore - ha aggiunto Rossi - ma questa mattina sono stato dal dottor Pascarella per un controllo medico che ha avuto esito positivo. Alla fine ho deciso di partire per Aragon e cercherò di guidare la mia M1 in questo weekend. Se sarò dichiarato idoneo a correre, avrò la mia vera risposta dopo la FP1, perché la guida della M1 sarà una sfida molto più grande. Vedremo. Ci vediamo ad Aragon!".