Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Equipaggiamento

Borse da serbatoio SW-Motech: l’evoluzione della specie

Redazione
dalla Redazione il 15/10/2021 in Equipaggiamento
Borse da serbatoio SW-Motech: l’evoluzione della specie
Chiudi

Con l’aiuto dei prodotti della casa tedesca, vediamo di capire come sono fatte e come si sono trasformate nel tempo le borse da serbatoio

Le borse da serbatoio moto e la loro evoluzione: sembra un discorso semplice, ma a ben vedere è molto più complesso di quanto possa apparire. Le moto in commercio al giorno d’oggi hanno stili e forme diferenti. Si va dalle moto in stile vintage, con serbatoi di forma classica e regolare, alle sport tourer o alle adventure, con serbatoi dalla forma sempre più arcuata. E allora anche le borse hanno cambiato forma, per adattarsi alle nuove forme, in una sorta di evoluzione della specie.  

Per capire meglio la situazione, abbiamo analizzato 7 modelli di borse SW Motech, tutte della famiglia PRO, il top di gamma dell’azienda tedesca. Sette borse costruite con la stessa tecnologia, ma con forme e capacità diverse, per adattarsi alle diverse esigenze.

 

Borse da serbatoio SW-Motech: l’evoluzione della specie

PRO GS: IL TOP DI GAMMA

Partiamo dalla PRO GS che in questa nostra selezione è un po’ l’ammiraglia, quella nata per i grandi viaggi e che si adatta perfettamente alla BMW 1250 GS e ad altre moto con serbatoi molto discendenti. Si espande fino a 20 litri aprendo una cerniera lampo, ha due tasche esterne e dei comodi scomparti a rete all’interno.

Questa borsa è costruita in nylon balistico1680D, un materiale molto robusto, con alcune parti in plastica laminata e rigida per dare la giusta forma. Non manca una copertura antipioggia da usare quando piove. Nella parte superiore c’è una rete che serve per agganciare degli accessori opzionali, infilandoli nei passanti, oppure utilizzando uno sgancio rapido. Come la borsa aggiuntiva PRO Pocket, per esempio, oppure la custodia impermeabile Drybag per lo smartphone e dotata di feritoie per far passare eventuali cavi e cavetti dello smartphone. Tra gli optional c’è anche la custodia per il tablet.

Le borse della serie PRO si sganciano in un attimo, grazie ail sistema di aggancio Quick Lock, che sfrutta un anello che rimane sulla moto. Il suo segreto è una calamita, che attira la borsa e la tiene ben salda. Si può regolare, avanti e indietro, in modo da evitare interferenze con il manubrio o con il pulsante del clacson. Ovviamente gli anelli SW Motech Pro sono disponibili per tutte le moto dotate di tappo con la ghiera imbullonata. 

Giusto per tornare per un attimo alla storia dei serbatoi, va ricordato che questo tipo di tappo arrivò sulle moto di serie negli Anni 80. Era una novità clamorosa, simulava quelli delle moto da corsa e veniva pomposamente definito “bocchettone di tipo aeronautico”. Oggi è una cosa normale e viene sfruttato appunto per fissare gli anelli di supporto per le borse.

 

Borse da serbatoio SW-Motech: l’evoluzione della specie

LE ALTERNATIVE

Con la stessa tecnologia della GS, viene proposta anche la PRO TRIAL, anche lei dedicata ai viaggiatori e sempre adatta ai serbatoi arcuati, ma un po’ più compatta (va da 13 a 18 litri), e per questo potrebbe piacere di più a chi la usa in fuoristrada leggero.

Poi abbiamo la PRO CITY che si espande fino a 14 litri e la PRO ENGAGE che arriva a 10 litri e sono più affusolate, quindi si adattano meglio a moto sportive o naked. Il loro design, caratterizzato dagli angoli smussati si adatta bene anche a moto compatte, dove potrebbero esserci interferenze con lo sterzo.

La PRO DAYPACK va da 5 a 8 litri e può essere un’idea per chi fa un giro in giornata, ci metti la tuta antiacqua, la catena con il lucchetto e via.

La PRO MICRO, come si evince dal nome, è compattissima, da 3 a 5 litri ed è una borsa da usare tutti i giorni in città: ci metti i documenti della moto, lo smartphone, le chiavi. Tutte hanno la loro copertina antipioggia, le tasche interne a rete e il sistema MOLLE per gli accessori.

 

Borse da serbatoio SW-Motech: l’evoluzione della specie

Infine ecco la PRO YUKON WP, dove WP sta per Waterproof, impermeabile. Il materiale utilizzato è stagno, il coperchio forma uno strato con un bordino che si sovrappone, non c’è quindi necessità di usare la copertina antipioggia. L’acqua ma anche la polvere restano fuori, quindi si possono custodire macchine fotografiche, Go Pro e anche attrezzature specialistiche. La capacità è di 6 litri, lo sgancio sempre con l’anello calamitato.

I prezzi dellq borse SW Motech Pro vanno dai 100 euro della Micro ai 240 della GS, passando per i 155 della Yukon WP impermeabile:

Pro GS - 240 euro

Pro Trial – 220 euro

Pro City  - 200 euro

Pro Engage – 165 euro

Pro Daypack – 140 euro

Pro Micro – 100 euro

Pro Yukon WP – 155 euro

Borse da serbatoio SW-Motech: l’evoluzione della specie
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.