Quotazioni moto&scooter

Cerca

Seguici con

Attualità

A Milano si sono ristretti i parcheggi per le moto

Marco Gentili
di Marco Gentili il 05/05/2020 in Attualità
A Milano si sono ristretti i parcheggi per le moto
Chiudi

La nuova segnaletica di corso Venezia, pensata per monopattini e biciclette, prevede stalli clamorosamente piccoli. Non è certo un bel modo di incentivare l’uso di moto e scooter (sempre che lo si voglia fare)

Questa foto dice tutto, anzi racconta alla perfezione lo stato delle due ruote a motore oggi in Italia. Ce l’ha inviata un nostro lettore attraverso Twitter. È stata scattata in corso Venezia a Milano, in una zona centrale della città. Una di quelle strade che in questi giorni è stata la vetrina della città, l’esempio tipico di come Milano è cambiata, entrando nella fase 2 dell’emergenza sanitaria Covid-19: più piste ciclabili, riduzione della velocità del traffico veicolare a 30 km/h, incentivazione senza se e senza ma alla mobilità sostenibile, vale a dire monopattini elettrici e biciclette.

Nella fase 2 del capoluogo lombardo (la seconda città in Italia per numero di motocicli immatricolati, pari a 175.647 unità a cui si aggiungono i ciclomotori), però, la considerazione che viene data a moto e scooter è questa.

 

PARCHEGGI MIGNON

Si notino infatti le dimensioni paurosamente ridotte degli stalli per il parcheggio. Già, perché si è pensato alle auto (del resto, a pochi metri dal luogo dove è stata scattata questa foto si trova la sede dell’ACI) e ai mezzi della mobilità alternativa. Per i veicoli a due ruote, invece, solo pochi stalli e del tutto fuori misura, come regalare un paio di scarpe numero 36 a chi porta il 45.

Appare chiaro agli occhi di tutti come tali spazi possano a malapena contenere uno scooter di piccole dimensioni, di certo non una moto. E spicca anche la loro infelice collocazione, visto che sono incastonati tra la sede stradale riservata alle auto e quella dedicata agli altri mezzi (monopattini e biciclette).

Al di là della cialtroneria di chi ha stabilito che in Italia le moto di medio-grandi dimensioni non siano degne di trovare parcheggio, questo è il sintomo lampante di come poco siano tenute presenti le esigenze della nostra categoria. Che, per quanto sia meno inquinante rispetto alle auto e occupi meno spazio, non è così sostenibile e ben vista dalle amministrazioni comunali.

 

A Milano si sono ristretti i parcheggi per le moto
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.