Honda VFR 1200 F ABS DCT



  • Prova di sax6471
  • Uomo, 53 anni
  • Voto: 2,5
  • Ci sono 0 commenti

Pagella

Media 3,8 |
    • In sella 2 |
    • Comfort 2 |
    • Dotazioni 3 |
    • Qualità percepita 3 |
    • Capacità di carico 2 |
    • Motore 2 |
    • Trasmissione 3 |
    • Sospensioni 2 |
    • Freni 4 |
    • Su strada 3 |
    • Prezzo 1 |

    Ho acquistato questa moto seminuova nell'agosto 2015 (aveva fatto soli 9000 km) modello del 2011. Esteticamente mi era piaciuta per la sua originalità. Portata a casa sono venuti fuori i primi problemi: la sella originale... Durissima e degna di un fachiro! Ho comprato subito una Top Sellerie con inserti in gel (400 euro). Complessivamente l'ho tenuta per poco più di un anno (ceduta nel novembre 2016). Principali punti deboli: - l'abitabilità davvero scarsa, sono alto 1,85 e stavo con le ginocchia rannicchiate in modo scomodo. Dopo una mezz'oretta d'uso arrivavano i crampi alle gambe per cui dovevo fermarmi spesso per sgranchirmi. - l'erogazione del motore ai bassi regimi. Tra 2/3000 giri c'era un fastidioso buco di carburazione: a volte procedeva a strappi nonostante averla fatta controllare con attenzione in concessionaria Honda. - Il cambio DCT non era a punto. In Drive con un filo di gas inseriva le 6 marce in 20 metri, anche in salita: in questo modo mi trovavo sempre nella zona scorbutica del motore e sottocoppia. Per andare decentemente usavo il cambio in modalità manuale. Sono esperto di cambi doppia frizione (in auto) e devo dire che la gestione elettronica nella mia VFR era alquanto acerba. - Consumi. Andando con calma non c'erano problemi ma se volevi sfruttare un pò il motore beveva in maniera incredibile... Ripeto che l'avevo fatta controllare in officina autorizzata Honda quindi sulla carta doveva essere perfettamente a punto. Mi aspettavo di più da Honda

    Scheda tecnica e prezzi della moto
    Lascia un commento

    Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.