Keeway Outlook 150

di Stefano Borzacchiello, foto di Marco Zamponi mercoledì, 9 luglio 2008
Forte di un prezzo davvero concorrenziale di 2150 euro c.i.m. il ruote alte della Casa cinese è un rivale scomodo per molti concorrenti

Nell'agguerrito segmento degli scooter a ruote alte le nuove proposte ormai non si contano più, ma è difficile per una Casa – specie se meno conosciuta dal pubblico - proporre una concreta alternativa all'Honda SH, lo scooter leader delle vendite da diversi anni. La Keeway con l'Outlook ci ha provato puntando su un prezzo concorrenziale. Bastano infatti 2150 euro c.i.m. per andare a casa dal concessionario con la versione da 150cc.
Il Keeway Outlook è disponibile anche nella cilindrata 125 a 2050 euro c.i.m. Il Keeway Outlook è disponibile anche nella cilindrata 125 a 2050 euro c.i.m.
 
Un bel risparmio non c'è che dire, ma la domanda che tutti si fanno è se vale davvero la pena di spendere meno. Facendo alcune considerazioni ne vale la pena se ad esempio avete intenzione di tenere lo scooter per tutta la sua vita utile, oppure se dovete lasciarlo spesso parcheggiato in strada. Pur avendo una linea piacevole è un mezzo ancora poco diffuso e quindi meno ricercato dai ladri.
Detto questo vediamo passo, passo com'è fatto.
La dotazione del Keeway è allineata a quella di altri scooter di questo segmento: sottosella ampio ma poco profondo, vano nel retroscudo dalle dimensioni ridotte, pedana piatta su cui si riesce a sistemare uno zaino; mentre sulla piastra portapacchi si può montare un bauletto (disponibile tra gli optional).
 

Di serie l'Outlook ha anche il doppio cavalletto, mentre ad esempio sull'SH c'è solo quello centrale.
La qualità delle plastiche è discreta e anche gli accoppiamenti tra i vari pezzi delle carene sono poco curati.
La strumentazione è classica nel design, oltre al tachimetro c'è il contagiri analogico e l'orologio, ma di sera la retroilluminazione bassa la rende poco leggibile.



TAGS scooter

Articoli correlati