SBK Donington, è dominio Kawasaki


dalla Redazione lunedì, 29 maggio 2017
Nella sesta prova del Mondiale SBK Sykes fa la voce grossa in Gara1 cogliendo il nono successo consecutivo davanti alla wildcard Haslam e alla Yamaha di Lowes. In Gara2 Rea rimette tutti in riga. Sul podio salgono Sykes e un Davies autore di un’altra gara in rimonta. I piloti del Mondiale torneranno in pista a Misano per il settimo round del Campionato Mondiale Superbike 2017, in programma dal 16 al 18 giugno



A Donington un Mondiale delle derivate profondamente segnato dalla scomparsa di Nicky Hayden in cui ogni pilota ha esibito sul proprio casco il numero 69 e non sono mancati i momenti in cui ricordarlo nel corso del fine settimana, ha visto in Gara1 l’affermazione di Tom Sykes, mentre domenica in Gara2 è stato Jonathan Rea a passare per primo sotto la bandiera a scacchi.

Kawasaki dominatrice quindi che lascia il tracciato inglese con la consapevolezza di avere sempre più il controllo della situazione nelle derivate e due piloti fortissimi. In Gara1 Sykes, complici anche le uscite di scena di Chaz Davies quando era al comando e del compagno Rea tradito dal posteriore, ha portato a casa la prima vittoria della stagione e facendo salire a nove consecutivi la sfilza di successi su questo tracciato. Sabato da incorniciare anche per il team di Manuel Puccetti che a Donington ha schierato una wildcard di lusso come Leon Haslam che si preso la soddisfazione di salire sul secondo gradino del podio ribandendo il fatto che ha tutte le carte in regola per stare nel mondiale. Soddisfazione per Alex Lowes che porta la Yamaha sul podio strappando il terzo posto alla Ducati di Marco Melandri, mentre il compagno Davies, dopo la scivolata è stato autore di una rimonta che l’ha portato fino all’ottavo posto. Gara concreta per van der Mark, quinto, che tiene testa alla MV Agusta di Leon Camier. Prima Aprilia al traguardo quella di Tati Mercado, ottavo, mentre le ufficiali di Savadori e Laverty chiudono in dodicesima e tredicesima piazza. Completano la top ten Jordi Torres sempre a caccia di risultato con la BMW e la ducati di Xavi Fores.

Gara1
Domenica Jonathan Rea, dopo la botta rimediata sabato e l’ulteriore scivolata nel warm up poche ore prima della gara, non si è certo perso d’animo e partito all’attacco è andato a prendersi un successo prezioso rimettendo al suo posto quel Tom Sykes che ventiquattro ore prima aveva alzato la testa. Un successo prezioso per il due volte campione del mondo perché è il centesimo per la Kawasaki nella SBK. Peccato per l’uscita di scena nei primi giri di Leon Haslam a causa di un contatto con Tati Mercado carambola di cui ha fatto le spese anche Chaz Davies che seppur non coinvolto, ha perso posizioni correndo un’altra gara in rimonta culminata sul terzo gradino del podio alle spalle dei fuggitivi della Kawasaki.

Yamaha, terza forza del Mondiale, aveva sperato in un altro podio ma van der Mark ha dovuto arrendersi agli attacchi della Ducati del gallese, mentre Alex Lowes ha chiuso quinto. Gara2 da dimenticare per Melandri, tradito dalla caduta della catena nel corso della gara. Nuovamente sesto Leon Camier con la MV Agusta, che precede la Ducati di Xavi Fores e la Ninja di Roman Ramos. Da segnalare il nono posto di Jake Dixon, wildard su Kawasaki. Completa la top ten Raffaele De Rosa seguito da Stefan Bradl, Riccardo Russo, Ondrej Jezek e Ayrton Badovini. Nessuna Aprilia al traguardo in Gara2, ma se il team Ioda si può consolare con la bella prestazione di Mercado in Gara1 nel team Milwaukee, che ha il supporto ufficiale, Laverty e Savadori sono sempre più lontani dalle posizioni che contano.


I piloti del Mondiale SBK torneranno in pista a Misano per il settimo round del Campionato Mondiale Superbike 2017, in programma dal 16 al 18 giugno.