MotoGP, nuove regole in caso di pioggia


dalla Redazione giovedì, 11 maggio 2017
La GP Commission ha stabilito nuove procedure sulla griglia di partenza in condizoni di pioggia: i team possono usare la stessa moto o un prototipo diverso e la gara sarà ridotta di un giro



La Grand Prix Commission in una riunione tenutasi a Jerez il 6 maggio ha introdotto delle novità per quanto riguarda la procedura sulla griglia di partenza in condizioni di bagnato per la MotoGP. Durante questa procedura la scuderia può scegliere di usare la stessa moto o un prototipo diverso. Questo potrebbe creare delle difficoltà nel riempire il serbatoio di carburante. Al fine di evitare imprevisti, la corsa sarà quindi ridotta di un giro. 

Per quanto riguarda la procedura di avvio veloce potrebbe aver campi di applicazione diversi rispetto a quelli attualmente in uso, ad esempio nel caso di un ritardo nella partenza. In futuro la Direzione gara avrà la facoltà di applicare l'avvio veloce qualora ne ritenesse necessario l'impiego. Sul fronte della sicurezza nella Pit Lane, l'obbligo dei caschi protettivi per i meccanici della categoria regina è esteso anche alla domenica mattina nel warm up.