La Moto2 debutta nei test a Valencia


di Marco Masetti mercoledì, 9 dicembre 2009
Le condizioni della pista sono ideali ma la nuova middle class non decolla e il migliore della giornata, Simon, si becca un secondo da Sofoglu sulla Supersport


Primo test per le Moto2 a Valencia. In una giornata splendida e con la pista in condizioni ideali, sono scesi in pista i "pionieri" della nuova middle class che, dopo il clamoroso ritiro dell'Aprilia, ha per ora una griglia molto esigua e contorni tutti da definire.
Molto interesse per il team di Aspar Martinez che, dopo aver perso le ciclistiche Aprilia utilizza provvisoriamente quelle del team BQR. E il più veloce della giornata è Julian Simon, fresco campione della 125, proprio con una di queste realizzazioni spagnole.
Il tempo non è il massimo: 1.37.7 il miglior crono di Simon, lontano dall' 1.34.8, record della 250 su questo tracciato. Miglior tempo della giornata per Julian Simon, fresco di titolo della 125 Miglior tempo della giornata per Julian Simon, fresco di titolo della 125
 
Alle spalle di Simon e con tempi molto ufficiosi, Roberto Rolfo in 1.38 con la Suter del team Italtrans, poi Mike Di Meglio in 1.39 con la BQR, a seguire Gadea, De Rosa con la Tech3 e Brannetti con la ADV – CRP.
Insomma, per ora non si vola, le moto fanno molto rumore, ma i tempi restano alti. Va considerato che il materiale è molto grezzo, che parecchie moto sono al debutto, quindi ci può stare. Preoccupano le condizioni dei motori. Per ora la tendenza è quella di usare propulsori Honda CBR 600 dotati di frizione antisaltellamento prodotta dalla Suter (che verrà usata da tutti in campionato) e di kit HRC. La preparazione dei propulsori costa circa 4000 euro e i risultati non possono essere miracolosi: si parla di una potenza di poco superiore a 125 cavalli, una decina in meno rispetto a quanto erogato dai migliori propulsori della Supersport.
E infatti Sofuoglu, in azione con una Supersport, ha staccato Simon di un secondo abbondante! Come a dire: il record della 250 resta lontano, ma almeno bisognava essere già sul passo della Supersport. Strano che nessuno, soprattutto a Noale, non pensi a schierare una bella 250 con l'obiettivo di umiliare la Moto2. Per fare questo ci sarebbe anche un fantastico team a disposizione: quello pluriridato di Rossano Brazzi, appiedato dal ritiro dell'Aprilia. Chissà che a qualcuno non venga in mente una bella sfida.
A proposito, a Valencia c'era anche Luca Boscoscuro, team manager della squadra Gilera nelle passate stagioni che avrebbe dovuto guidare la squadra Aprilia Speedup. Il manager veneto è alla ricerca di una moto per la sua squadra che dovrebbe schierare Talmacsi e Iannone: la missione è difficile, ma c'è anche da salvare il contratto con lo sponsor dell'ungherese, la petrolifera Mol che ha fatto la voce grossa per il rispetto degli accordi.
In compenso la situazione gomme è già a posto: la Dunlop ha portato coperture già marcata "moto2" ed è presente con la struttura tecnica usata lo scorso anno in 250. Domani si gira ancora, speriamo più velocemente!


TAGS MotoGP

Articoli correlati