Finlandia: in Lapponia per un Natale al Polo


Adattamento web di Maria Vittoria Bernasconi, foto di Stefano Casati mercoledì, 24 dicembre 2014
Neve su cui sfrecciare con le motoslitte, in un paesaggio incantato di laghi ghiacciati e foreste selvagge, in un silenzio ovattato dove si ascolta solo lo scalpiccio delle renne, s’incontrano pochi lapponi e si respira l’aria pura del Polo nord



La Lapponia finlandese, terra di elfi e di leggende, è l’estremo spicchio di mondo innevato appena prima del Polo. Il viaggio che vi proponiamo, perfetto per i mesi invernali fino a marzo, quando si sciolgono le nevi, si svolge nel distretto di Inari. Qui in inverno regna la neve perenne e per due mesi di fila il sole non sorge e le temperature sono parecchio rigide.

Per il viaggio ci si muove in motoslitta, il mezzo privilegiato per gli spostamenti a breve raggio: le strade che vengono pulite regolarmente infatti sono poche e collegano solo le città principali. Il resto è sommerso da un manto soffice, dove le piste per le motoslitte sono ben segnalate, vere e proprie vie di scorrimento con cartelli e “aree di sosta”.
Il tour si snoda per circa duecento chilometri, ma non chiedete un road book: le piste sono da affrontare con una guida locale, perché per quanto segnalate, in molti punti del viaggio è difficile trovare le coordinate e la giusta direzione. Inari è il comune più grande della Lapponia ed è la nostra partenza.

Sull’omonimo lago si svolge la prima parte dell'itinerario: è un enorme bacino d'acqua ghiacciata di oltre mille chilometri quadrati punteggiati da più di tremila isole, coperte di boschi di betulle e pini. Il paesaggio denso e nevoso sul lago diventa completamente piatto e spoglio di arbusti e vegetazione: una distesa in cui l’orizzonte sparisce in un chiarore che ingloba tutto, cielo e terra.

Più avanti la natura selvaggia è protagonista dei chilometri percorsi tra i saliscendi delle foreste, dove fanno capolino volpi, renne, alci e gufi della neve. Lungo la via si può incontrare ogni tanto una piccola capanna col comignolo fumante: sono gli “autogrill” della neve. Chiunque vi si può fermare, usare la legna (da rimpiazzare non appena possibile) per scaldarsi e rifocillarsi con gli snack super energetici che ogni lappone si porta sempre dietro per emergenza.

Il viaggio ha una durata di quattro giorni, in cui si attraversano lande innevate, si trovano piccoli specchi di ghiaccio dove giocare a derapare con la motoslitta, si sfamano renne che appartengono ai Sami. I Sami sono i più antichi abitanti di queste terre, una popolazione che vive nel nord di Finlandia, Norvegia, Svezia e Russia, dedita tradizionalmente all’allevamento delle renne e al turismo, vendendo i prodotti artigianali in legno e tessuti.
E, per chi avesse voglia di una gita insolita, si può raggiungere una delle residenze di Babbo Natale a Kakslauttanen, vicino all’omonimo villaggio e hotel.

Infine, c’è un ultima meraviglia da avvistare in questo viaggio: l’aurora boreale dai colori cangianti. Un ricordo indelebile di questo viaggio oltre il Circolo Polare Artico.
 
Da non perdere
Inari, Museo Siida
Il popolo Sami, la sua storia e le antiche tradizioni sono raccolte nel bellissimo Museo Siida: una visita è immancabile per comprendere le enormi difficoltà affrontate nei secoli da queste popolazioni, sia per conoscere la vita di queste lande, con la sua fauna e la flora spontanea. Info: www.siida.fi

Saariselka, 
Action Park Ivalo
Il ghiaccio e la neve sono ottimi terreni su cui sperimentare uno stile di guida da rally: all’Action Park si possono noleggiare kart per girare su una pista ghiacciata o su un percorso innevato, ma anche prenotare giri con un pilota
professionista e corsi di guida veloce su ghiaccio. Un’occasione interessante ma soprattutto molto divertente!

Informazioni utili per programmare il viaggio
La Finlandia è un paese dell'UE, quindi per l'ingresso basta la carta d'identità valida. Per guidare la motoslitta occorre essere maggiorenni e in possesso di patente. Il fuso orario è un'ora avanti rispetto all'Italia. Per il soccorso stradale si può chiamare il numero 112.

Costi
Un viaggio analogo al nostro, comprensivo di guida, noleggio motoslitte, pernottamenti e pasti costa circa 2000 euro a persona. I biglietti aerei sono esclusi.
Per raggiungere l'aeroporto di Ivalo dall'Italia si può utilizzare la compagnia Finnair, con voli diretti che costano a persona circa 300 euro a/r.

Quando partire
La neve inizia a coprire la Lapponia già da fine settembre. Il periodo ideale è quindi l'intervallo tra novembre e marzo, ricordando che a dicembre e gennaio il sole non sorge: il giorno è luminoso come una notte di luna piena. Il disgelo avviene verso la fine di aprile.

Per tutte le informazioni il sito istituzionale
www.visitfinland.com

In queste pagine trovate un estratto del servizio pubblicato sul numero 93 di Dueruote, uscito nel mese di gennaio 2013.

Se volete leggere l'itinerario completo potete trovare Dueruote Gennaio 2013 anche nella Digital Edition, clicca qui!





Articoli correlati