Austria: in viaggio tra Vienna e Lienz


di MariaVittoria Bernasconi, foto di Stefano Casati venerdì, 21 aprile 2017
Un itinerario perfetto lungo più di seicento chilometri tra colline, montagne e deliziose cittadine: la strada attraversa parchi naturali, campagne limpide e corre tortuosa nel cuore della nazione. Un viaggio ideale da intraprendere tra la primavera e l'estate! Oltre ai consigli e ai luoghi da non perdere, vi proponiamo la gallery con le foto più belle e la ricetta del Cucchiaio



Partenza - arrivo

Vienna - Lienz

Lunghezza

602 km

Quando partire da maggio a ottobre
Ideale per strade, paesaggi, natura, spunti culturali e gastronomici
Moto adatte  tutte quelle adatte ai lunghi percorsi


Nei seicento chilometri di questo itinerario austriaco che schicca belle città come perle di una collana, si incontrano i profumi freschi dei boschi, belle strade arzigogolate e i verdi scintillanti delle brughiere.

La partenza è la grande, trafficata, rigorosa Vienna che a descriverla ci vuole un articolo intero (per questo, vi rimandiamo al numero di novembre 2015, dove la Capitale è raccontata nel dettaglio). Uscendo verso sud si attraversa la periferia scarna, a cui seguono campi coltivati la zona termale di Baden Bei Wien, e si arriva ai boschi fitti: dalla strada di crinale si scende nella vallata di Pernitz e poi di nuovo l'anteriore punta la salita.

Arrivando a Mariazell si visita il santuario mariano: la piazzetta davanti alla basilica è un ritrovo di motociclisti, tutte le domeniche di sole! Si costeggiano poi le pendici delle alpi dell'Ybbstal, seguendo il fiume Salza solcato da numerose canoe. Oltre si entra nel parco nazionale Gesause, tra larici e cembri odorosi, fino a raggiungere Admont e la sua famosa abbazia.

Le moto sono un must da queste parti: sulle strade di montagna se ne incontrano a decine. La strada sale, scollina e scende verso Trieben, risalendo ancora con piglio sinuoso fino a Judenburg.
Il fiume Mura è la guida del tratto che segue passando dalla graziosa Murau. Ma le curve attendono: dopo un tratto in fondovalle, si gira verso il Turracher Hohe pass, pennellando la strada sinuosa. Scendendo si va a imboccare la magnifica Nockalmstrasse, a pagamento. Dopo la via passa all'interno del parco naturale della biosfera Nockberge, patrimonio dell'Unesco. La valle attende: si punta Leobe e si raggiunge Gmund, borgo degli artisti e che richiede almeno un giorno di sosta. Costume da bagno alla mano, si raggiunge il lago Weissensee, lago bianco, lungo, limpido e poco profondo.

Di nuovo in sella nella vallata del fiume Gail, da cui si prende la tortuosa e poetica via per il passo Gailbergsattel. Lienz si stende proprio sotto al castello di Bruck: l’arrivo del viaggio è una meta da visitare con calma e a piedi!

L’itinerario completo è stato pubblicato sul numero 134 Dueruote di Giugno 2016, disponibile come arretrato o subito nella Digital Edition, cliccando qui!