Riso Scotti nutre il pianeta. In sella alla Moto Guzzi


dalla Redazione mercoledì, 7 giugno 2017
Dario Scotti, presidente dell'omonima azienda produttrice di riso, guiderà una carovana che percorrerà in sella a 22 Moto Guzzi V7 III oltre 4mila km lungo la Via della Seta, nell'ambito della terza edizione di Feed the planet



Ventidue Moto Guzzi V7 III Stone percorreranno in 18 giorni oltre 4.000 chilometri lungo la Via della Seta per portare aiuti e sostegno ai 150 ragazzi della Casa dell'Accoglienza di Samarcanda, nell'ambito della terza edizione di Feed the planet. L'operazione, ideata e finanziata dalla Riso Scotti, sarà guidata da Dario Scotti, presidente e amministratore delegato dell'azienda pavese, che condurrà la carovana in sella a uno dei gioielli cult della Casa di Mandello del Lario. I dettagli della spedizione, che partirà il 14 giugno con il volo per Mashhad, in Iran, dove il gruppo troverà le moto ad attenderli, sono stati illustrati al Motoplex City Lounge di Milano. "Si tratterà di un sostegno significativo che sarà certificato perché non vogliamo malintesi, ci sarà una componente in danaro e una di materiali e pasti", ha chiarito a margine dell'evento lo stesso Scotti.

Su quest'avventura motociclistica, Davide Zanolini, executive vice president marketing e communication del gruppo Piaggio, partner della Riso Scotti, ha sottolineato: "Le nostre due aziende, fortemente e orgogliosamente italiane, di due mondi apparentemente diversi, condividono valori imprenditoriali come passione, viaggio e sensibilità per il sociale. Daremo tutto il supporto di cui ci sarà bisogno e speriamo di poter ripetere questa partnership nei prossimi anni, anche in altri luoghi del mondo".

La Moto Guzzi V7 II Stone è la protagonista a due ruote dell'iniziativa: la terza generazione della bike dell'Aquila è stata scelta tra le varie proposte della gamma per la sua robustezza e per la grande affidabilità. Partito dall'Iran, dopo aver attraversato tre passi di montagna sopra i 4.500 metri di altezza, il deserto turkmeno, la Porta dell'Inferno e l'altopiano del Pamir, il serpentone a due ruote si fermerà a Kashgar. Da qui, terminata la Transasiatica 2017, le moto proseguiranno per la seconda parte del viaggio avventura, attraverso la Cina, passando per Canton e Shanghai, prima di raggiungere Pechino. La carovana diverrà così ambasciatrice dell'azienda produttrice di riso, all'interno della Grande Muraglia, importante mercato mondiale dove la Riso Scotti, vende tra gli altri risotti pronti e latte di riso.