L'investitore di Hayden sotto shock: "Mi è sbucato davanti"


dalla Redazione venerdì, 19 maggio 2017
La testimonianza del 30enne che ha investito Nicky Hayden, riportata dal "Resto del Carlino": il giovane, che non è indagato ed è risultato negativo all'alcoltest, ha chiesto di incontrare i familiari del pilota americano



"Stavo andando al lavoro, poi lui è venuto fuori all'improvviso dallo stop". Così il 30enne di Morciano che mercoledì scorso, sulla Riccione - Tavoleto, ha travolto il pilota statunitense Nicky Hayden, ora ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Bufalini di Cesena. Le parole del ragazzo, ancora sotto shock, sono riportate dall'edizione di Rimini del Resto del Carlino. Il giovane, sconvolto dal dolore, avrebbe chiesto di poter incontrare i familiari di Kentucky Kid, che proprio ieri sono sbarcati a Bologna e poi hanno raggiunto Cesena per poter stare più vicino all'ex campione della MotoGP.

Secondo i primi rilievi della polizia, lo scontro è avvenuto all'altezza di via Ca' Raffaelli, nella frazione Casette, pochi minuti prima delle 14. Stando ai primi accertamenti, pare che il 30enne stesse procedendo in direzione mare al volante di una Peugeot, quando a un certo punto è avvenuto l'impatto con il campione delle Superbike, in sella alla sua bicicletta. A dare l'allarme sono stati alcuni operai che stavano effettuando dei lavori di manutenzione stradale, anch'essi ascoltati come testimoni dai vigili. Il conducente della Peugeot, che al momento non risulta essere indagato, è stato sottoposto all'alcoltest, che ha dato esito negativo.